MENU
1 Marzo 2024 19:40
1 Marzo 2024 19:40

Mimmo Mazza

Features
La memoria corta del direttore Mazza e la promozione di Martellotta: puntuale mancanza di stile ed etica sindacale
13 Gennaio 2024
Nonostante la fallimentare accoppiata giornalistica quella Iarussi-Mazza che nel biennio del proprio operato, ha perso il 50% delle copie vendute ai lettori, così contribuendo ad un bilancio in rosso per circa 4 milioni e mezzo di perdite.alla guida del giornale è arrivato l’ex-sindacalista Mimmo Mazza che lo ha portato con Oscar Iarussi alla più seria crisi della sua storia.
1 Novembre 2023
Nuova vertenza: i comunicati dei sindacati dei giornalisti e dei poligrafici dopo l’annuncio dei licenziamenti. : “Si difendano i lavoratori”
28 Ottobre 2023
Dopo aver letto questo piano di risanamento pieno di lacrime e sangue, siamo veramente curiosi di conoscere le reazioni dell’ assemblea dei giornalisti della Gazzetta del Mezzogiorno, del Comitato di Redazione ed in particolare dell’ Assostampa di Puglia il cui presidente Bepi Martellotta ha fatto “carriera” in Gazzetta. Sembra impensabile che il suo ex-vice presidente Mimmo Mazza (ormai ex-sindacalista…) possa proporre il suo licenziamento, e tantomeno occuparsi di una “battaglia sindacale” visto il suo nuovo ruolo dirigenziale e contrattuale. ALL’INTERNO IL PIANO DI LICENZIAMENTO E TUTTI I LICENZIATI
28 Ottobre 2023
Chissà se adesso Mazza troverà ancora il tempo di fare il moderatore passando dai Festival dell’ Unità alle conferenze della Massoneria. Più semplice “servire” giornalisticamente il proprio editore Albanese, condannato, pluirindagato e sotto processo a Taranto e Lecce, di cui la Gazzetta ben si guarda di scrivere…all’insegna del giornalismo libero ed indipendente per cui millanta di lottare.
17 Settembre 2023
Non c’è da meravigliarsi del silenzio attuato dalla Gazzetta, che da quando l’imprenditore massafrese Antonio Albanese è co-editore del giornale barese, ha steso un velo pietoso di auto-censura sui processi, del proprio datore di la voro. Giornalismo spazzatura ?
29 Settembre 2022
Che fine hanno fatto quegli accertamenti della Guardia di Finanza di Bari sull’asta fallimentare per l’assegnazione della Gazzetta del Mezzogiorno, piena di conflitti di interesse e presunte irregolarità. Asta in cui sono comparsi assegni per un milione di euro tratti illegalmente dai conti della CISA spa che non partecipava all’asta, la cui assegnazione è stata deliberata da un giudice ex-cognato dell’ attuale amministratore delegato della nuova società editrice di cui Albanese detiene il 50%.
26 Maggio 2022
Archiviato dall’Ordine il suo esposto nei confronti del collega Antonello Valentini, che era molto bene informato in quanto la nuova proprietà aveva proposto la direzione della Gazzetta del Mezzogiorno, a suo fratello Giovanni, già condirettore del quotidiano La Repubblica (direttore Eugenio Scalfari) e del settimanale L’ Espresso, anticipandogli però che avrebbe dovuto avere come vice-direttore il suo caro “amico” e sodale Mimmo Mazza ed a caporedattore Bepi Martellotta. Ottenendo un cortese ma secco rifiuto.
7 Aprile 2022
Quando un giornalista non riesce a fare carriera con la professione…quando un giornalista non riesce a conquistare lettori…non ha altro scelta: diffamare i concorrenti per minarne successo ed autorevolezza. Ma la gente, i lettori sanno riconoscere il buon giornalismo, dalla carta straccia
6 Giugno 2021
Ecco l’avviso di conclusione d’indagine del secondo troncone dell’inchiesta T-Rex della Guardia di Finanza che hanno portato in carcere l’ex-presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano ed altre 6 persone. E questa volta esce finalmente fuori il nome della “gola profonda” che contribuì al tentativo di danneggiare le indagini della Guardia di Finanza: l’ imprenditore Antonio Albanese, “patron” della CISA spa di Massafra
10 Settembre 2020
Il testo integrale dell’ addedum contrattuale fra Arcelor Mittal ed ILVA in A.S. stipulato lo scorso 4 marzo 2020 nello studio notarile Marchetti di Milano. Come sempre a fare trasparenza e vero “giornalismo” libero ed indipendente sulla questione ILVA è il CORRIERE DEL GIORNO unico giornale che non ha mai preso ed incassato un solo centesimo di euro di pubblicità da Arcelor Mittal !
30 Giugno 2020
Ci chiediamo a questo punto cosa aspettino l’ Ordine dei Giornalisti di Puglia e l’ Assostampa pugliese a rivolgersi alla Guardia di Finanza e verificare la regolarità del lavoro dei giornalisti e collaboratori della testata Barinedita, nonchè sulla legittimità di questi corsi visto che violano la Legge ?
8 Febbraio 2020
Eh si cari lettori, questa è la vera stampa “monnezza”, altro che l’inquinamento ambientale di Taranto…
25 Maggio 2019
Gli atti dell’ordinanza di cautelare che hanno portato in carcere l’ex-presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano ed altre 6 persone, 4 delle quali sono finite in carcere mentre le restanti 3 poste agli arresti domiciliari. Indagati l’imprenditore Tonino Albanese, e tre pubblici ufficiali infedeli: Tonino Bucci (Carabinieri) Francesco Lacorte e Giuseppe Marzella (Guardia di Finanza)
24 Marzo 2019
L’ ultima diretta del nostro Direttore, trasmessa all’interno del nostro programma “SETTE E MEZZO” sulle piattaforme dei socialmedia Facebook, Twitter ed Instagram del CORRIERE DEL GIORNO. Come sempre tutta la verità sui fatti documentata senza filtri o censure. L’informazione dalla parte della legalità per tutela dei cittadini ed un’informazione corretta, libera ed indipendente per i nostri lettori
17 Marzo 2019
Marco Travaglio il 1 maggio 2016 ospite nel concerto del 1° maggio a Taranto aveva affermato che “A Taranto i giornali non scrivono nulla perchè sono comprati dalla pubblicità“, affermazione conseguente alle intercettazioni emerse dall’inchiesta “Ambiente Svenduto” che coinvolse non pochi giornalisti locali.
27 Novembre 2018
La Gazzetta del Mezzogiorno cerca di diffamarci. dimenticando il proprio editore Mario Ciancio Sanfilippo sotto processo a Catania per “concorso esterno all’associazione mafiosa” all’editore , e tutte le mancette pubblicitarie che riceve dal Comune di Taranto…Tutto quello che il giornalista Mazza omette di raccontare. Chissà perchè….
12 Settembre 2018
Dover ammettere la propria manifesta incapacità di fare un’inchiesta giornalistica, il fatto di non essere mai stato capace di rivelare qualcosa di utile che abbia fatto scaturire un’indagine, un processo, deve pesare molto, per chi è “specializzato” esclusivamente nella pubblicazione di atti processuali e veline della Procura di Taranto spacciati per articoli, o nel fare “interviste in ginocchio” ….
13 Maggio 2018
Ma i “problemi” per l’ Ordine dei Giornalisti di Puglia non sono finiti qui, ed infatti la Direzione Generale Affari Civili del Ministero di Giustizia  è immediatamente intervenuto a seguito dei nostri articoli per i dovuti accertamenti ancor’ oggi in corso. 
9 Aprile 2018

Cerca nel sito