MENU
18 Agosto 2022 14:50
18 Agosto 2022 14:50

La Repubblica

PrimoPiano
Quello che è incredibile in realtà è che quando le fughe di notizie accadono in Puglia, la solita “cerchia” di magistrati della corrente sinistrorsa di “Area”, fa finta che non sia successo nulla. E quando per questi fatti arrivano esposti al Csm, i cosiddetti controllori del corso della giustizia componenti della Sezione Disciplinare e della 1a commissione archiviano
11 Luglio 2022
Il Campidoglio contestualmente alla nomina di Stefano Costantini, ha annunciato anche l’arrivo di Gianluca Tagariello come capo della Comunicazione istituzionale del Gabinetto del sindaco Gualtieri
28 Giugno 2022
Prima di essere impegnata in operazioni di guerra contro la Georgia e la Siria, l’incrociatore orgoglio della flotta russa nel Mar Nero, recentemente affondato negli scontri con l’ Ucraina era stato in qualche modo “spacciato” come luogo-simbolo di pace e cooperazione
16 Aprile 2022
Legittimo chiedersi quando arriverà anche in Puglia un procuratore rigoroso come Raffaele Cantone, o almeno qualcuno che si vada a rileggere il Codice Penale e finalmente lo applichi ?
1 Aprile 2022
Come giustamente evidenzia il quotidiano La Verità né dalla Gedi, né dalle agenzie di stampa o da altri organi di informazione era stato diffuso alcun comunicato sulla vicenda resa nota dal quotidiano diretto da Belpietro. Legittimo chiedersi quali siano state le cause che hanno portato alla clamorosa autocensura
3 Gennaio 2022
Nel frattempo quasi tutti i gruppi parlamentari sia della maggioranza che dell’opposizione della Camera dei Deputati, hanno chiesto che il ministro della Giustizia Marta Cartabia “riferisca con urgenza in Aula sulla vicenda relativa ai verbali di Amara e i dossier al Csm”.
5 Maggio 2021
L’AD di Poste Italiane Matteo Del Fante: “Siamo motore di sviluppo per il Paese con l’innovazione e la tecnologia”. Il Condirettore Generale Giuseppe Lasco: “Siamo in prima linea nella logistica e nell’organizzazione contro la pandemia”
13 Febbraio 2021
Luca Palamara come prevedibile con una memoria va all’attacco del Csm. L’ex-consigliere contesta la serenità degli attuali membri di palazzo dei Marescialli che lo dovrebbero giudicare, chiede conto delle fughe di notizie ma, soprattutto, fa quello che tutti temevano: mette in pratica il famoso detto “muoia Sansone con tutti i Filistei”. E cerca di tirarsi appresso, nel gorgo, il vicepresidente del Csm, Stefano Ermini, ex deputato del PD. Ma non solo lui….
15 Settembre 2020
“Il nostro problema politico, si chiama Michele Emiliano e quello che rappresenta. Con un altro candidato sarebbe stato diverso. Poi: Italia Viva è il partito più piccolo della coalizione. Non mi pare che Pd e Movimento 5 Stelle vadano insieme”
21 Giugno 2020
I magistrati della procura di Perugia indaga anche su chi ha contattato il pm indagato per corruzione nell’inchiesta che ha terremotato il Consiglio Superiore della Magistratura
13 Maggio 2020
Quanto accaduto al collega Iacoboni e quello che da mesi accade al direttore di questo giornale, oggetto di una sistematica e raffinata campagna di minacce, dimostrano quali sono i rischi per l’informazione nel nostro Paese. Dovrebbe preoccuparsene un giurista come il Presidente del Consiglio, sin qui non pervenuto
4 Aprile 2020
Perdita mercato a dicembre -8%, a novembre era stata del 7,5% . E pensare che ci sono ancora giornalisti di provincia che si sentono più autorevoli, dei giornalisti che lavorano per testate online. Poverini non si accorgono invece che giorno dopo giorno stanno perdendo il posto di lavoro.
14 Febbraio 2020
Casanova: “Il nome lo sceglie Matteo. Quel che è certo è che col mio o con un altro, battiamo Emiliano. Se si candida Fitto invece perdiamo. La Puglia sarà nostra, c’è un vento forte che spira e raggiungerà anche il Sud. Poi portiamo Matteo a Palazzo Chigi”.
20 Gennaio 2020
Giampaolo Pansa amava scrivere al servizio dei suoi lettori e rivendicava con orgoglio il ruolo di “rompiscatole”, epiteto che diede anche il titolo a un libro autobiografico. Pansa amava scrivere al servizio dei suoi lettori. E’ sempre stato generoso di insegnamenti con i colleghi, anche modesti e sconosciuti
13 Gennaio 2020
La conferma dell’oculatezza ella nostra scelta editoriale arriva dallo studio di Mediobanca: nel nostro Paese prosegue il trend decrescente della diffusione cartacea in Italia nel 2018  che , con una diminuzione nell’ultimo anno di circa 240 mila copie al giorno . Nella diffusione digitale i maggiori incrementi (+14,2% nel 2018 e +104,5% nel quinquennio).
11 Dicembre 2019
La proposta lanciata da Michele Partipilo, ex presidente dell’ ordine dei giornalisti pugliesi ed attuale caporedattore centrale della Gazzetta del Mezzogiorno, suscita qualche riflessione. Perché oggi i quotidiani sprofondano e sono subalterni al regno di internet. Ma sarà molto difficile tornare al passato. Ecco perché.
16 Ottobre 2019
Silvio Novembre è ricordato sia dalla Guardia di Finanza che da tutta la comunità nazionale come un Uomo dalla grande statura morale ed istituzionale. Nasce proprio a Milano la sua collaborazione con l’Avvocato Ambrosoli nella vicenda giudiziaria legata alla Banca Privata Italiana di Michele Sindona.
30 Settembre 2019
Chi ha certificato che la patologia tumorale del quindicenne tarantino è stata causata dalla diossina? Sulla base di quali evidenze? i giornali, a partire dal Quotidiano e da La Repubblica, è sufficiente la sofferenza e il coraggio di una mamma colpita da una tragedia a riconoscere ipso facto il nesso di causalità. Ma se è così, perchè si continuano a organizzare dibattiti sul tema?
30 Settembre 2019
Federico Pirro ha dedicato ai diritti, ma anche ai doveri dei giornalisti un generoso impegno sindacale, strettamente vincolato all’etica della professione. E con uno sguardo sempre disponibile rivolto ai più giovani, alle loro difficoltà di accedere a un mestiere affascinante ma spesso corporativo, dove il merito rischia ancora oggi di essere un optional.
16 Giugno 2019
La Guardia di Finanza ha perquisito la casa e gli uffici del pm Luca Palamara, indagato per corruzione, e gli appartamenti di persone a lui “vicine”. Avvisi di garanzia al consigliere del Csm Luigi Spina e al pm Stefano Fava. La vecchia stima e reputazione affidate dal Paese alle toghe nel dopoguerra, è ormai solo un flebile ricordo di un tempo che non c’è più
30 Maggio 2019

Cerca nel sito