MENU
22 Maggio 2022 09:56
22 Maggio 2022 09:56

Martino Tamburrano sempre più vicino alla presidenza della Provincia di Taranto

La direzione dei Pd jonico vota a favore della mozione Pelillo-Mazzaranno e dice sì alle larghe intese sulle prossime elezioni provinciali fissate per il 28 agosto del 2015. Sempre più forte la candidatura del sindaco di Massafra, esponente di Forza Italia

La direzione provinciale del Pd  jonico si è pronunciata sulle prossime elezioni provinciali fissate per il 28 agosto del 2015, ottenendo 64 voti favorevoli e 27 contrari. Sconfitta la minoranza che fa riferimento all’area ‘cuperliana’ e ‘civatiana’, rappresentata da Ludovico Vico (ormai bruciato dopo il suo coinvolgimento per le intercettazioni sull’ ILVA) e Anna Maria Lemma, attuale presidente regionale del partito – la quale non ha nemmeno potuto partecipato alle votazioni, venendo esclusa dallo stesso statuto interno, in quanto non è componente della direzione provinciale di Taranto. La decisione della maggioranza interna del Pd jonico ha quindi di fanno annientato l’auto candidatura di Ippazio Stefàno, attuale sindaco di Taranto, che veniva sponsorizzato dall’accoppiata  Vico/Lemma che si è rivelata come facilmente prevedibile debole e perdente.

A prevalere è stata l’alleanza sempre più ferra fra il senatore Michele Pelillo e Mazzarano, ritenuti ormai dei “fedelissimi” di Renzi, che sono stati tra i principali “sponsors” della soluzione bipartisan che prevede appunto il sindaco di Massafra  Tamburrano (Forza Italia) alla presidenza della Provincia di Taranto.

Schermata 2014-08-30 alle 23.01.02Lo scontro interno al Pd jonico a questo punto potrebbe aprire una crisi politica all’interno del comune di Taranto. La componente renziana aveva sostenuto di voler seguire da subito la via delle larghe intese nazionali, sostenendo appunto  la candidatura alla presidenza della Provincia, dell’attuale sindaco di Massafra, Martino Tamburrano, storico avversario ed esponente di Forza Italia  che è stato  preferito non solo al sindaco di Taranto Ippazio  Stefàno recentemente alleatosi con il gruppo che sostiene la candidatura dell’ex-sindaco di Bari  Michele Emiliano alla guida delle Regione Puglia,  ma anche all’attuale sindaco di  Martina Franca Franco Ancona,  che secondo l’opposizione interna al Pd di terra jonica sta raccogliendo ottimi consensi fra i cittadini di Martina .

Secondo voci attendibili interne al Pd,  l’accordo bipartizan, di fatto consentirebbe ad un candidato renziano legato all’attuale consigliere regionale del Pd Michele Mazzarano di avere buone possibilità di poter diventare il prossimo sindaco di Massafra alle prossime elezioni amministrative al posto di Tamburrano. Nel frattempo però è spuntato fuori un commento negativo del segretario regionale del Pd in Puglia Michele Emiliano, il quale è in piena campagna elettorale per le primarie del suo partito, dopo aver acquisito i voti e l’alleanza di Ippazio Stefano a Taranto, che in cuor suo covava di salire sulla poltrona di Presidente della Provincia di Taranto.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Stefania Craxi è la nuova presidente della Commissione Esteri del Senato
Il giornalista Furio Colombo, persona seria, sospende la collaborazione col "Fatto Quotidiano": "Non voglio essere complice di Orsini".
Mattarella a Venezia per i 60 anni della Scuola Navale Militare "Morosini"
Tg2, stella a 5 punte in ascensore a Saxa Rubra: indaga la Digos della Questura di Roma
Il Csm ha deciso. Il nuovo procuratore nazionale antimafia è Melillo preferito a Gratteri
Convegno della DIA a Brescia: "La corruzione nella pubblica amministrazione"
Archivi
Guerra Russia-Ucraina. Zelensky: "Solo la diplomazia può porre fine alla guerra". Mosca chiude il gas alla Finlandia.
Operazione Transilvania. Carabinieri ed Europol smantellano organizzazione criminale basata in Romania ma operante in Italia ed all'estero
Perquisiti i due broker coinvolti nella tentata mediazione di D'Alema per le armi alla Colombia.
Guerra Russia-Ucraina. Zelensky: "Missili su Desna, molti morti. C'è l'inferno nel Donbass", Contatti tra Washington e Mosca
Guerra Russia-Ucraina. Biden: “Svezia e Finlandia nella Nato? Con la Turchia andrà tutto bene”. Raid nel Donetsk, ucciso bimbo di 2 anni. Mosca caccia 24 diplomatici italiani

Cerca nel sito