MENU
26 Febbraio 2024 16:17
26 Febbraio 2024 16:17

Enrico Bondi

Affari | Imprese | Sindacato |
Una cosa è certa: con questa diatriba è iniziata la guerra di Lucia Morselli a Franco Bernabè per la governance dell’ azienda, che dal prossimo anno passerà sotto il controllo pubblico. Mapelli: “non si tratta in alcuna misura di un concorrente di Acciaierie d’Italia (neppure sotto il profilo di acquisizione della materia prima, perché non vi è alcuna acciaieria a ciclo integrato) il mio incarico non risulta incompatibile e non ho alcuna intenzione di rinunciarvi”.
17 Luglio 2021
Gli imputati erano accusati, in concorso e accordo tra loro, nelle rispettive qualità e di non avere adempiuto compiutamente alle prescrizioni Aia nonché alle prescrizioni del Piano delle misure e delle attività di tutela ambientale e sanitaria.
5 Febbraio 2020
Dopo il ‘no’ alla richiesta di archiviazione dei pm tarantini, disposte nuove indagini nei confronti di Enrico Bondi, commissario Ilva e del suo successore Piero Gnudi, commissario dal 2014 a tutt’oggi, oltre agli ex direttori dello stabilimento Antonio Lupoli e Ruggero Cola
3 Maggio 2017
Tutto quello che Cozzi, la Federacciai, Confindustria quando parlano con i giornalisti di ILVA e dei loro “amichetti” della famiglia Riva dimenticano sempre. Anche perchè non glielo ricorda nessuno ! Figuriamoci a Taranto dove i Riva hanno “oliato” la maggioranza delle testate e giornalisti locali……
26 Giugno 2016
La società Riva Fire controllava il 90% dell’acciaieria e, perso questo asset, di fatto è rimasta una scatola vuota solo con debiti.
4 Marzo 2016
Ferrante, ex prefetto di Milano, aveva ricoperto il ruolo diPresidente dell’ ILVA fino al maxi sequestro disposto nel maggio 2013. Con lui è stata iscritti nel registro degli indagati la famiglia Riva al gran completo: Adriano, Fabio, Angelo Massimo, Claudio, Cesare Federico, Daniele ed Emilio Massimo Riva
27 Gennaio 2016
Dopo tre anni di illusioni e delusioni, per l’Ilva scocca l’ora del coraggio. Il coraggio di trasformare la grande malata della siderurgia europea nella prima acciaieria low carbon del vecchio continente, spalla a spalla con la tedesca Saltzgitter. L’intervento di Massimo Mucchetti dalle colonne del Sole 24 Ore.
23 Dicembre 2015
Il provvedimento necessario dopo il blocco del tribunale svizzero al trasferimento dei fondi sequestrati ai RIVA . Il sottosegretario De Vincenti:”Entro il 30 giugno 2016 ci sarà il trasferimento complessivo delle quote”
5 Dicembre 2015
Riguarda la gestione dei rifiuti nella discarica ‘Mater Gratiae’
3 Settembre 2015
Via i privati senza scrupoli, ritorna la gestione pubblica. Garanzie sull’ambiente con tre manager che godranno di immunità: non potranno essere indagati se viene rispettato il piano ambientale. Allungati i tempi per la bonifica definitiva. Oltre alla vendita, prevista anche la possibilità di affitto degli impianti. Disponibili 500 milioni di fondi europei e da Fintecna. Finanziamenti in arrivo anche per il Porto ed il Museo di Taranto
24 Dicembre 2014
La decisione del Governo Italia sullo stabilimento siderurgico tarantino arriverà prima di Natale. Previsto un investimento “privato” intorno ai 3 miliardi di euro
14 Dicembre 2014
“L’Italia non può perdere la siderurgia e soltanto lo Stato può salvarla ma non è materia da direttanti allo sbaraglio”. Massimo Mucchetti, intervistato dal Corriere Economia, ritiene che il governo “debba assumersi le sue responsabilità senza dare deleghe in bianco ai privati”, perchè, spiega, “non sempre si sono mostrati all’altezza”.
11 Novembre 2014
Il presidente del consiglio Matteo Renzi «ufficializza» le trattative col presidente del colosso indiano JSW STEEL. “Ho visto un imprenditore interessato a Piombino e a Taranto. Il rilancio della siderurgia nazionale è fondamentale”
8 Settembre 2014

Cerca nel sito