MENU
2 Dicembre 2022 16:30
2 Dicembre 2022 16:30

Due georgiani arrestati dalla Polizia di Stato

Gli Agenti della Squadra Mobile di Taranto, in collaborazione con i colleghi della Squadra Mobile di Bari, hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto, emesso dalla locale Procura della Repubblica, Sost. Proc. Dr.ssa Marina Manno, nei confronti di due cittadini di nazionalità georgiana, ritenuti responsabili, in concorso tra loro di rapina e furto in abitazione; si tratta di Avtandili GABRITCHIDZE, di anni 30, e Jonas VAIKAUSKAS, di anni 33, entrambi con precedenti penali a loro carico.

Avtandili GABRITCHIDZE
Il ladro di abitazioni Avtandili GABRITCHIDZE

La mattina dello scorso 6 novembre  i due, a viso scoperto, avrebbero forzato la porta blindata di un appartamento di uno stabile di Via G.Galilei a Taranto, razziando una volta all’interno oggetti preziosi e contanti per un valore di circa 30mila euro. Durante la fuga gli stessi malviventi incrociavano il malcapitato proprietario dell’abitazione sulla rampa delle scale, con il quale avevano una violenta colluttazione, e quest’ultimo durante l’aggressione riportava la frattura del piede e una ferita lacero contusa alla mano sinistra, giudicate guaribili dai sanitari del SS.Annunziata in trenta giorni.

Il tempestivo lavoro degli investigatori della Squadra Mobile ha reso possibile ricostruire le fasi della vicenda riuscendo a raccogliere importanti elementi indiziari nei confronti dei predetti cittadini stranieri, sia sulla base delle descrizioni fornite dalla vittima, sia per il modus operandi, caratterizzato dal fatto che l’apertura della porta blindata era avvenuta senza forzatura degli infissi, ma solo con l’utilizzo di grimaldelli e chiavi alterate.

Jonas VAIKAUSKAS,
il ladro di abitazioni Jonas VAIKAUSKAS,

In considerazione del fatto che in quel di Bari è ben radicata una folta comunità georgiana, le indagini venivano ampliate e svolte in collaborazione con gli investigatori della Squadra Mobile del capoluogo Pugliese, riuscendo così ad identificare nel GABRITCHODZE e in VAIKAUSKAS i responsabili dell’azione delittuosa.

Le indagini venivano rese oltremodo difficoltose per il fatto che i predetti risultano senza fissa, ma nonostante ciò, i due venivano rintracciati all’interno dei rispettivi appartamenti, ubicati in uno stabile di Casamassima (BA)  i poliziotti hanno fatto irruzione. All’interno delle loro abitazioni gli investigatori rinvenivano e sequestravano strumenti atti allo scasso ed in particolar modo set di grimaldelli, chiavi artigianali per l’apertura di porte blindate, nonché diverse tipologie di serrature.

In particolare, all’interno dell’abitazione del VAIKAUSKAS veniva rinvenuto il giubbotto che questi indossava la mattina del 6 novembre a Taranto. Quanto rinvenuto veniva sottoposto a sequestro, mentre i due georgiani, al termine delle formalità di legge, venivano associati alla Casa Circondariale di Bari.

 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Arrestati agenti penitenziari a Reggio Calabria responsabili di torture a un detenuto
Killer Roma. Giandavide De Pau interrogato confessa: "Ricordo casa delle cinesi, poi il black out". Tradotto in carcere a Regina Coeli
Primo processo per Amara a Milano: "Calunniò ex Csm Mancinetti". Rinviato a giudizio con Calafiore e Centofanti
Scovato dalla Polizia di Stato gruppo di neonazisti in Campania
Procuratore capo degli arbitri di calcio italiani arrestato per traffico internazionale di droga
Le accuse alla società della Santanchè: bancarotta e false comunicazioni. Ed un conflitto d'interesse imbarazzante
Archivi
Un video di un sommergibile della Marina Militare "smaschera" la Ong Open Arms: gli scafisti erano a bordo ?
Lavoro. L’ occupazione vola al massimo dal 1977
Il Guardasigilli Nordio dispone l’ispezione sui pm della Procura di Firenze: "Accertamenti rigorosi"
A diciasette giornaliste il premio speciale "Matilde Serao" assegnato da Poste Italiane
Avvocati, accolta la proposta di Cnf e Cassa forense su compensazione debiti

Cerca nel sito