MENU
26 Settembre 2022 23:47
26 Settembre 2022 23:47

Casaleggio Associati

Nazionale |
I disastri economici e sociali, comprese le mille bugie sul Covid-19, stanno logorando il premier, avendogli già fatto perdere, nelle ultime settimane, gran parte dei suoi supporter. Perfino quella frangia di Vaticano che per un attimo aveva sperato in un partito cattolico intorno a lui, ma soprattutto gli Usa e le cancellerie europee che ormai implorano un capo del Governo italiano con esperienza e grandi rapporti internazionali
6 Settembre 2020
Ecco chi c’è in pole e chi rischia di perdere il posto: la grande partita è cominciata. Nei prossimi mesi tra multinazionali, spa controllate dai ministeri, organismi indipendenti enti economici vari si ridisegna tutto il deep state italiano. La grande abbuffata è solo all’inizio. Ma i piatti in tavola sono così golosi che in tanti scommettono che il Conte bis, nato debole e già terremotato dalla mossa di Renzi, sopravviverà. Almeno finché tutti i territori del risiko delle nomine non saranno stati spartiti tra i nuovi padroni dell’esecutivo.
21 Settembre 2019
L’ ’Associazione fondata da Davide Casaleggio prospera grazie ad oltre 700mila euro incassati come contributi da persone fisiche dai deputati e sentori del M5S obbligati a devolvere…e versare 300 euro al mese
6 Giugno 2019
Con i 500 euro del bonus Cultura i neodiciottenni possono fare tutto tranne abbonarsi a un quotidiano o a una rivista. Per la Montevecchi, “tutti i membri della commissione Cultura sono d’accordo sull’opportunità di estendere il bonus ai giornali”. Sono d’accordo, ma votano contro. La LEGA lamenta che la maggior parte dei giornali osino criticare il governo
1 Marzo 2019
Un post offensivo apparso sul Blog delle Stelle costringe il presidente della Camera Roberto Fico (M5S) a dissociarsi: “Le opposizioni hanno tutto il diritto di opporsi alla legge di bilancio. Difenderò sempre questo principio”
30 Dicembre 2018
In ritardo rispetto a quanto prescritto dalla legge sulla trasparenza (e dopo varie richieste del settimanale L’Espresso), il Governo pubblica finalmente i nomi e gli emolumenti dei collaboratori della Presidenza del Consiglio. I più fortunati? Il capo della comunicazione 5 Stelle e tutti i “Casaleggio boys”.
20 Settembre 2018
L’erede del “trombato” candidato presidente della Rai lavora con il Ministro degli Interni, grande “sponsor” del padre. E , come L’Espresso è stato in grado di raccontare, segue la produzione e la condivisione dei contenuti salviniani su Facebook, preoccupandosi di “renderli virali”. Mentre il padre…..
3 Agosto 2018
Da Casalino a Dettori gli uomini scelti per curare la comunicazione di Conte sono legati all’azienda fondata da Gianroberto
27 Maggio 2018
Così è stato modificato il piano di governo di Di Maio , prima e dopo le elezioni, con quattro capitoli non votati dagli iscritti e nuovi file per sostituire i vecchi
17 Aprile 2018
Le scatole cinesi, l’ associazione Rousseau, la non competenza, il bluff della democrazia diretta. Il Foglio ha ottenuto dal Garante della privacy le carte inedite che mettono sotto processo il metodo Casaleggio. L’intreccio grillino non è solo folclore. Finora, a leggere le carte del Garante della privacy, possiamo dire che la democrazia diretta è un “bluff” e la trasparenza non c’è. E che l’unico campo in cui sarebbe stato lecito aspettarsi almeno un po’ di competenza, la tecnologia, viene gestito dai grillini più o meno come gli alberi di Natale a Roma.
5 Febbraio 2018
Ecco il testo integrale dello statuto dell’associazione Rousseau che ha consegnato al figlio di Gianroberto, Davide Casaleggio, il “Garantito” che, per discendenza diretta e con soli 300 euro di capitale, ha preso il controllo assoluto ed eterno del primo partito italiano. L’ art. 6 del regolamento obbliga tutti i nuovi eletti in Parlamento a versare una tassa mensile da 300 euro a Rousseau (che fanno almeno 3 milioni di euro in 5 anni). Il movimento è così legato mani e piedi, giuridicamente, economicamente e tecnicamente, a un’associazione privata su cui non ha nessun potere o vigilanza.
1 Febbraio 2018
Grillo apre un suo nuovo blog, e dopo 13 anni si separa dalla Casaleggio Associati : il sodalizio, infatti, nacque il 16 gennaio 2005. Il cambio è probabilmente stato ultimato questa notte, quando, essendo meno alto il traffico dati, è più semplice fare questo tipo di operazioni.
23 Gennaio 2018
La scelta per evitare una sconfitta sul territorio. Una precisa strategia interna del M5S che evita i collegi, preferendo per il proprio leader quei listini bloccati che per anni aveva definito “incostituzionali”. Il segretario del PD Matteo Renzi: “Di Maio fugge alla prova diretta degli elettori”
4 Gennaio 2018
Qui si evidenzia tutto il disastro di questo gruppo politico sgangherato e impreparato politicamente e istituzionalmente. Esemplari di un’ipocrisia che si appresta nuovamente a candidarsi alle politiche. na forza antipolitica che dice tutto e il contrario di tutto pur di ottenere consenso, che è in mano a un privato e che dal punto di vista amministrativo è stata – per usare un eufemismo – fallimentare.
3 Gennaio 2018
La nomina di Salvatore Romeo era certamente “viziata” da alcune irregolarità, dunque illegittima, ma poiché è stata seguita una prassi consolidata negli anni anche dai precedenti sindaci, Ignazio Marino e Gianni Alemanno, non è stato possibile per la Procura romana provare il dolo
30 Settembre 2017
“Ridurre quel sogno di movimento popolare che era il progetto Cinque Stelle in una Forza Italia 2.0 è stato forse uno dei delitti politici più efferati di questi ultimi anni”. Le rivelazioni di due ex del M5S: le cattiverie su Casaleggio, il “mistero” Di Maio, ed i denti sbiancati per andare in tv….
8 Settembre 2017
Nelle grandi città il M5S non raggiunge mai il ballottaggio. In alcuni casi non arriva neanche terzo o quarto. Il Movimento di Grillo e Casaleggio Associati è rimasto escluso dai ballottaggi di tutte le maggiori città. Nei 21 capoluoghi di provincia e 4 capoluoghi di regione si andrà prevalentemente al ballottaggio il prossimo 25 giugno.
12 Giugno 2017
Grillo per sfuggire alla legalità sostiene che “non è responsabile, né gestore, né moderatore, né direttore, né provider, né titolare del dominio, del Blog, né degli account Twitter, né dei Tweet e non ha alcun potere di direzione né di controllo sul Blog, né sugli account Twitter, né sui tweet e tanto meno su ciò che ivi viene postato”.
15 Marzo 2017
Quattro indagati nell’inchiesta che ipotizza la violazione della legge elettorale per le Regionali 2014. Fra gli indagati c’è anche il vicepresidente dell’assemblea comunale Marco Piazza . A Palermo sale a dieci il numero degli indagati. La Digos sente 400 persone e sono partiti i primi inviti a comparire
23 Novembre 2016
Seconda udienza, a Roma, del processo che il guru fondatore del Movimento 5 stelle, prima di morire, intentò all’ex consigliere emiliano. Si inizia a fare chiarezza sul M5S e la Casaleggio Associati
19 Ottobre 2016

Cerca nel sito