Il Pd di Taranto vota “SI” al referendum costituzionale

Il Pd di Taranto vota “SI” al referendum costituzionale

Dopo l’approvazione alla Camera il Ddl Boschi sulla riforma costituzionale dovrà essere posto al vaglio del referendum confermativo che si terrà ad ottobre.

L’attuale  Senato della Repubblica scomparirà se al referendum di ottobre prevarranno i “SI” e si trasformerà trasformato in una Camera delle Autonomie territoriali. I senatori diminuiranno (e quindi con un sensibile risparmio di lauti stipendi)  dagli attuali 315 a 100. Cioè 74 consiglieri regionali e 21 sindaci che secondo il nuovo disegno di Legge per la propria presenza svolto a Roma non avranno alcun diritto all’ indennità parlamentare, oltre al loro normale stipendio di amministratori locali,  con 5 senatori di nomina presidenziale che dureranno nella carica 7 solo  anni e non potranno essere rinominati.

Schermata 2016-05-21 alle 10.53.57

nella foto, l’aula del Senato della Repubblica

Cosa farebbe il “nuovo” Senato

Secondo il nuovo disegno di Legge del Governo Renzi, con il “nuovo” Senato,  i senatori potranno votare solo leggi che riguardano la Costituzione,  i sistemi elettorali degli enti locali , le ratifiche dei trattati internazionali ed i referendum popolari, mentre non potranno votare la fiducia al Governo. La trattazione e promulgazione di tutte le leggi sarà esclusivamente di competenza della Camera dei Deputati , alla quale il Governo potrà chiedere di esprimersi e votare entro 70 giorni, quindi molto più rapidamente di ora.  Se invece al referendum vinceranno i “NO”  tutto rimarrà come è attualmente.

 La riforma del Senato, abroga il CNEL, il Consiglio nazionale dell’economia e del lavoro e le Province. Al “nuovo” Senato verrà consentita la possibilità di proporre delle modifiche ma sarà sempre la Camera a deciderle se accettarle o respingerle. Le precedenti competenze , a partire dalla produzione e distribuzione di energia, autostrade, porti e aeroporti, che nella precedente riforma  vennero delegate alle Regioni ritorneranno di competenza dello Stato, con lo scopo di coordinare al meglio le risorse affidate agli enti locali.
CdG PD

Il Partito Democratico a favore del “SI”

Costanzo Carrieri, vicesegretario provinciale del PD di Taranto, ha annunciato ieri in una conferenza stampa, a cui hanno partecipato gli onorevoli Michele Pelillo e Ludovico Vico  ed il consigliere regionale Donato Pentassuglia che  da oggi il Pd sarà in tutte le piazze d’Italia per far conoscere ai cittadini il contenuto del quesito referendario, e sostenere le ragioni del “SI“.

Stiamo vivendo una stagione politica straordinaria di riforme del nostro Paese – ha detto nel suo intervento l’onorevole Michele Pelillo – che culmina con quella della Costituzione. Penso che non sia mai accaduto nella storia della Repubblica italiana, di rivoluzionare l’assetto legislativo in soli due anni . Il Partito Democratico sta dando un’identità diversa al nostro Paese e ce ne accorgiamo dalla credibilitá che l’Italia ha riacquistato sopratutto a livello internazionale. Se oggi l’Europa concede all’ Italia la necessaria flessibilitá é perché ha apprezzato e condiviso questo impulso riformatore che comincia a concretizzarsi. Proveremo a spiegare, ad illustrare meglio nel dettaglio ai cittadini il quesito referendario su cui dovranno esprimersi, e speriamo ci sia una consapevolezza ed informazione completa nel momento in cui gli italiani andranno ad esprimere il loro voto. Che è importante e fondamentale”.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?