MENU
24 Settembre 2023 16:45
24 Settembre 2023 16:45

Per non dimenticare e ricordare le vittime del terrorismo

L’evento, organizzato dall’ANCRI ricordare le vittime del terrorismo, manifestare la vicinanza ai loro familiari e rendere il dovuto rispetto a quelle persone che, in quegli anni di piombo e di strategia della tensione, hanno rischiato la vita per sconfiggere il terrorismo

ROMA – Si celebrerà anche quest’anno al Quirinale il “Giorno della memoria dedicato alle vittime del terrorismo”  ricorrenza della Repubblica Italiana istituita con la legge 4 maggio 2007 n° 56, ricorrenza che viene celebrato il 9 maggio di ogni anno in considerazione del fatto che il 9 maggio 1978 vennero uccisi Peppino Impastato ed Aldo Moro.

I familiari delle vittime del terrorismo verranno ricevuti al Quirinale dal Presidente Sergio Mattarella e delle più alte Autorità dello Stato . Ma anche la Polizia di Stato ha deciso di rendere onore e ricordare le vittime del terrorismo con un evento presso la Questura di Roma, dove accompagnati delle Associazioni “Memoria in ricordo delle vittime delle Forze dell’ Ordine e della Magistratura per fatti di terrorismo “” ed  “Associazione Europea Vittime del Terrorismo” hanno annunciato la partecipazione i familiari di Claudio Graziosi, Mariano Romiti, Ciro Iozzino, Giulio Rivera, Francesco Zizzi, Rolando Lanari, Pierino Ollanu, Ciriaco Di Roma, Michele Granato, Luigi Carbone, Mario Amato, Paolo Galvanigi, Lorenzo Cutugno, Emilio Perondi, Rosario Berardi, Giuseppe Ciotta, Lucio Terminiello. A questi si aggiungono quelli che hanno aderito all’iniziativa tramite la Questura capitolina.

Un momento di riflessione insieme agli operatori che in quegli anni hanno creduto nel loro lavoro battendosi con tenacia e a rischio della propria vita e dell’incolumità dei propri familiari. “Ricordare quelle vittime  – ricorda l’ ANCRI significa alimentare il senso dello Stato nel quale hanno creduto  e per il quale si sono battuti. E’ fondamentale manifestare la vicinanza delle Istituzioni ai loro familiari rendendoli partecipi del sentimento che, oggi più che mai, deve accomunare il ricordo di tutti i servitori dello Stato che hanno sacrificato la vita per sconfiggere il terrorismo

L’evento, organizzato dall’ANCRI- Associazione Nazionale Cavalieri al merito della Repubblica Italiana   insieme alla Polizia di Stato , si terrà nella “Sala A. Cocola” della Questura, in via via San Vitale, verrà aperto dal dr. Guido Marino Questore di Roma in carica,  per ricordare le vittime del terrorismo, manifestare la vicinanza ai loro familiari e rendere il dovuto rispetto a quelle persone che, in quegli anni di piombo e di strategia della tensione, hanno rischiato la vita per sconfiggere il terrorismo, moderato dall’ ex-Questore di Roma e Prefetto di Pisa dr. Francesco Tagliente, vedrà le conclusioni del Prefetto Franco Gabrielli, Capo della Polizia di Stato.

 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Matteo Messina Denaro in coma irreversibile. Ha chiesto di non subire accanimento terapeutico.
Chiuse le indagini della Procura di Potenza sulla sezione fallimentare del Tribunale di Lecce: a rischio processo due magistrati
Tutto quello che il Casinò Admiral non racconta...
A Bari le sentenze si applicano ancora ? Sembrerebbe di no. Il Csm cosa fa ?
Arrestato ufficiale giudiziario. Pretendeva sesso per evitare lo sfratto.
Condannato l'attore comico Uccio De Santis per prestazioni in nero e documenti falsi
Archivi
Le novità delle barche più belle del Salone Nautico
Il Papa accolto da Macron a Marsiglia: "Chi rischia la vita non invade"
Matteo Messina Denaro in coma irreversibile. Ha chiesto di non subire accanimento terapeutico.
Il commissario di Governo sui Giochi del Mediterraneo fa chiarezza e smentisce il Comune di Taranto
E'morto Giorgio Napolitano

Cerca nel sito