MENU
5 Dicembre 2022 01:21
5 Dicembre 2022 01:21

Nuova aggressione agli autisti dell’ AMAT. Taranto “capitale” della delinquenza , altro che della cultura !

Schermata 2015-07-22 alle 19.13.52Ennesima aggressione al quartiere Paolo VI nei confronti di un povero autista dell’ AMAT. Tutto è accaduto intorno alle 15, mentre un bus della linea 17  percorreva viale della Liberazione ed è stato preso a sassate da un gruppo di ragazzini rimasto impunito. Il conducente del bus di 46 anni, continuando a guidare, anche per tutelare i passeggeri a bordo,  si è sfogato a  voce alta anche per il pericolo che in quel momento i passeggeri avevano rischiato .

Ma il legittimo e giustificato sfogo del conducente dell’ AMAT non è piaciuto a un passeggero che si trovava nella parte posteriore del bus che ha percorso tutto il bus, sino al  posto di guida , ed ha litigato con l’autista difendendo l’operato dei piccoli vandali e subito dopo ha aggredito il conducente che ha ricevuto numerosi colpi alla nuca ed in faccia che hanno provocato un’ ampia emorragia dal naso con la probabile frattura del setto nasale.

cdG medicazione amatSul posto sono intervenuti i Carabinieri della vicina stazione di Paolo VI, i quali hanno raccolto la testimonianza di una persona , mentre i sopraggiunti sanitari del 118 immediatamente sopraggiunti sul luogo dell’aggressione, hanno prestato le prime cure. L’autista è stato successivamente trasportato al pronto soccorso dell’Ospedale Santissima Annunziata dove è stato sottoposto ai necessari esami.

Cosa fanno il Prefetto, il Questore, il Comandante Provinciale dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, il “latitante”  Comandante della Polizia Locale per tutelare la gente che lavora al servizio dei cittadini ?  Ed il Comune di Taranto invece di mettere le inutili telecamere di accesso in via Massari, all’angolo di piazza del Carmine, cosa aspetta ad installarle sui mezzi pubblici ?

CDG AGGRESSIONE AMAT

Il Corriere del Giorno esprime il suo sdegno e la massima solidarietà ai poveri autisti dell’ AMAT vittime della delinquenza che imperversa in città. Taranto è sempre più abbandonata alla criminalità e malavita. I posti di blocco ed i vigili appaiono solo quando arriva qualche autorità in città . Dopodichè scompaiono…!!!

Rivolgiamo un appello al Comitato per la sicurezza della Prefettura di Taranto. Invece di continuare a fare riunioni sull’ “etica” di quartiere, che non servono a nulla, e perdere tempo, mandate in strada le forze dell’ ordine ! Sono pagati dai soldi dei cittadini che meritano di essere tutelati ! Nel frattempo il nostro commento unico, dedicato a questi delinquenti ed a questa sottoclasse politica è uno solo: VERGOGNA !

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Arrestati agenti penitenziari a Reggio Calabria responsabili di torture a un detenuto
Primo processo per Amara a Milano: "Calunniò ex Csm Mancinetti". Rinviato a giudizio con Calafiore e Centofanti
Procuratore capo degli arbitri di calcio italiani arrestato per traffico internazionale di droga
Le accuse alla società della Santanchè: bancarotta e false comunicazioni. Ed un conflitto d'interesse imbarazzante
Blitz nella caserma di Asso, catturato il carabiniere fuori di testa che ha sparato e ucciso il suo comandante
"Comprava microchip per i tank di Putin": il figlio di un governatore russo arrestato a Milano
Archivi
Governo: "Durerà per intera legislatura"
Renzi lancia l'accordo di federazione Italia Viva-Azione
L'eleganza made in Italy piange la scomparsa di Cesare Attolini, "padre" della sartoria napoletana
Le Ferrovie dello Stato lanciano gara collegamento Aeroporto del Salento. I nuovi treni per la Puglia
Scoperti a Roma 95 "furbetti" del Reddito di cittadinanza: alcuni erano ai domiciliari e percepivano il sussidio

Cerca nel sito