MENU
19 Luglio 2024 21:04
19 Luglio 2024 21:04

Ispezioni del NAS ed intensificazione dei sevizi di controllo a Taranto da parte del Comando Provinciale Carabinieri .  

L’attività di controllo del reparto speciale dell’Arma ha riguardato anche farmacie e strutture sanitarie pubbliche, portando alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di un farmacista per alcuni gravi inadempimenti, e di un infermiere per mancata iscrizione al relativo albo professionale. I controlli del NAS e degli altri comparti di specialità dell’Arma dei Carabinieri proseguiranno per tutto il periodo estivo, sotto il raccordo operativo del Comando Provinciale di Taranto

Controllate quasi 200 strutture nell’ambito delle attività di controllo condotte dai Carabinieri del NAS su tutta la provincia di Taranto, per contrastare le più diffuse illegalità nel comparto alimentare e sanitario e prevenire episodi potenzialmente pericolosi per la salute pubblica, dall’inizio dell’estate ad oggi hanno portato alla sospensione di 5 attività, tra depositi, bar e laboratori di preparazione alimenti, a seguito del rilevamento di carenze igienico-sanitarie e strutturali, oltre che della mancanza di indispensabili adempimenti documentali.

L’attività di controllo ha riguardato anche farmacie e strutture sanitarie pubbliche, portando alla denuncia di un farmacista per gravi inadempimenti e di un infermiere per mancata iscrizione al relativo albo professionale.

Sequestrati oltre 8 quintali tra pesce, carne, frutta e verdura, parte dei quali distrutti, per un valore di euro 15.000 circa, in alcuni casi offerti in vendita o somministrati al pubblico già scaduti di validità, in altri invece sprovvisti delle prescritte informazioni nell’etichetta o per mancanza di tracciabilità o per assenza di procedure relative all’abbattimento termico e congelamento.

Operazioni che hanno portato alla segnalazione alle competenti Autorità Amministrative di 31 persone, titolari ed operatori delle attività controllate, contestando sanzioni per circa 50.000 euro. Nell’ambito poi degli specifici controlli sulle strutture sanitarie, si è proceduto alla chiusura di un centro medico, risultato privo di nulla-osta sanitario, e di un centro di chirurgia estetica privo di autorizzazioni.

L’attività di controllo del reparto speciale dell’Arma ha riguardato anche farmacie e strutture sanitarie pubbliche, portando alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di un farmacista per alcuni gravi inadempimenti, e di un infermiere per mancata iscrizione al relativo albo professionale. I controlli del NAS e degli altri comparti di specialità dell’Arma dei Carabinieri proseguiranno per tutto il periodo estivo, sotto il raccordo operativo del Comando Provinciale di Taranto, al fine di garantire il rispetto delle normative di settore tramite un’azione diffusa di prevenzione e contrasto alle illegalità.

Analogamente a quanto effettuato negli anni precedenti, soprattutto in occasione della festività del ferragosto, a tali ispezioni verrà affiancata dal Comando Provinciale Carabinieri di Taranto anche un’intensificazione straordinaria dei servizi di controllo del territorio, soprattutto nelle aree a vocazione turistica, al fine di garantire ai cittadini, d’intesa con le altre forze di polizia, la fruizione della particolare ricorrenza in un contesto sicuro e presidiato.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

La DIA di Milano arresta 2 imprenditori contigui ad un "clan" di Cosa Nostra. Sequestri per 5 milioni di euro
Giovanni Canio Mazzaro, ex della ministra Santanchè, condannato a due anni e mezzo.
Trovato il covo trapanese di Messina Denaro, fermato un suo fiancheggiatore
Alla ricerca del covo trapanese di Matteo Messina Denaro
Venezia, arrestato l'assessore Renato Boraso. Indagato il sindaco Brugnaro
Arrestati dieci operatori per torture, violenze e maltrattamenti nel centro della Croce Rossa di Roma.
Cerca
Archivi
Ospedale Covid alla Fiera del Levante: 10 indagati per corruzione, falso ideologico e peculato
Francesco Curcio è il nuovo procuratore capo della Procura di Catania
La DIA di Milano arresta 2 imprenditori contigui ad un "clan" di Cosa Nostra. Sequestri per 5 milioni di euro
Lucia Morselli accusata di associazione per delinquere dalla Procura di Taranto
Antitrust avvia istruttoria su società dei gruppi Armani e Dior

Cerca nel sito