MENU
20 Maggio 2022 18:23
20 Maggio 2022 18:23

“Romanzo Quirinale”: concluso il 3° giorno di votazione per l’elezione del Capo dello Stato

DIRETTA TV DALLA CAMERA DEI DEPUTATI Il centrodestra dovrebbe tornare a riunirsi per valutare la strategia da tenere in Aula. Nel summit i leader dovranno decidere se votare già nel terzo scrutinio un nome della loro terna, si parla di Carlo Nordio, per verificare innanzitutto la tenuta della coalizione. Il centrosinistra ha scelto di non contrapporre una sua rosa di candidati.Oggi ci sarà un incontro tra due delegazioni ristrette in cui saranno presentate le proposte, mentre alla chiama di questa mattina dovrebbero confermare scheda bianca.

di Redazione Politica

Terza votazione oggi per l’elezione del Presidente della Repubblica. Dopo la fumata nera di ieri , la chiamata è stata per le 11 mentre tra i partiti non c’è ancora una intesa. Anche per oggi la maggioranza richiesta, il quorum, è composta dai due terzi dei componenti dell’Assemblea, ovvero 673 voti, dalla quarta votazione in poi sarà sufficiente la maggioranza assoluta più uno dei Grandi elettori, ovvero 505. Questa mattina prima del terzo voto alla Camera per il Colle, il centrodestra dovrebbe tornare a riunirsi per valutare la strategia da tenere in Aula. Nel summit i leader dovranno decidere se votare già nel terzo scrutinio un nome della loro terna, si parla di Carlo Nordio, per verificare innanzitutto la tenuta della coalizione. A quanto apprendono i colleghi dell’agenzia Adnkronos, dovrebbe essere indicato l’ex magistrato e poi si valuterà dalla quarta votazione in poi, quando il quorum si abbassa, se convergere su Elisabetta Alberti Casellati.

Il centrodestra dopo aver incassato della coalizione del centrosinista il prevedibile “no” alla terna di nomi che aveva proposto, oggi è pronto a mettere sul tavolo la candidatura coperta ma non misteriosa in quanto ben nota: la figura su cui cercare una convergenza è, inizialmente quella dell’attuale presidente del Senato Maria Elisabetta Casellati, che sinora è stata appositamente tenuta fuori dall’elenco di candidati che Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani avevano ufficializzato a metà pomeriggio.

Infatti dopo aver lanciato la triade Pera, Moratti, Nordio il segretario della Lega si era soffermato sull’illustre assente: “Non c’è Casellati perché riteniamo che le cariche istituzionali debbano essere tenute fuori dalla discussione e abbiano in sé la dignità di essere una possibile scelta“. Un altro nome del centrodestra è Antonio Tajani, che ha già ricoperto in passato la carica presidente del Parlamento europeo, anche se gli alleati, nel sottolineare il suo curriculum, hanno però sottolineato il suo limite di avere un profilo marcatamente politico.

Il centrosinistra ha scelto di non contrapporre una sua rosa di candidati. “Riconfermiamo la nostra volontà di giungere ad una soluzione condivisa su un nome super partes e per questo non contrapponiamo una nostra rosa di nomi” si legge nella nota congiunta Pd, M5S e Leu dopo il vertice con Enrico Letta, Giuseppe Conte e Roberto Speranza con i rispettivi capigruppo parlamentari.

“Prendiamo atto della terna formulata dal centrodestra che appare un passo in avanti, utile al dialogo. Pur rispettando le legittime scelte del centrodestra, non riteniamo che su quei nomi possa svilupparsi la larga condivisione in questo momento necessaria” è scritto nella nota. Oggi ci sarà un incontro tra due delegazioni ristrette in cui saranno presentate le proposte, mentre alla chiama di questa mattina dovrebbero confermare scheda bianca.

LA GIORNATA IN DIRETTA

Ore 16:20 | Domani dalle 11 quarto scrutinio, quorum a 505

Si svolgerà domani, giovedì 27 gennaio, la quarta votazione per l’elezione del Capo dello Stato. L’Aula è convocata alle 11. Dal quarto scrutinio il quorum rischiesto per eleggere il presidente della Repubblica scende, è necessaria infatti la maggioranza assoluta, pari a 505 voti su 1009 grandi elettori.

Ore 15:52 | 412 bianche, 125 voti a Mattarella, 114 a Crosetto

I votanti al terzo scrutinio per l’elezione del presidente della Repubblica sono 978. Le schede bianche scendono ancora e si attestano a quota 412. Il più votato è Sergio Mattarella con 125 voti, segue Guido Crosetto con 114 voti. Nessun astenuto, 84 le schede disperse e 22 le schede nulle. 

Ore 15:30 | Concluso lo spoglio, ore il conteggio e il controllo dei voti

E’ terminato lo spoglio del terzo scrutinio per l’elezione del presidente della Repubblica. Si procede ora al computo e alla verifica dei voti.

Ore 15:09 | I voti di Crosetto superano numeri grandi elettori FdI

Fratelli d’Italia può contare su 63 voti: 21 senatori, 37 deputati e 5 delegati regionali, per un totale di 63 voti. Ma a spoglio del terzo scrutinio ancora in corso, i voti per Guido Crosetto superano di molto i numeri di FdI, attestandosi a oltre 100 voti, quindi un “sorpasso” per ora di almeno una quarantina di voti.

Ore 14.42 | Casellati torna in Aula per lo spoglio

 La presidente del Senato, Elisabetta Casellati, è tornata nuovamente in Aula, seduta accanto al presidente della Camera, Roberto Fico, mentre è in corso lo spoglio della terza votazione per il Presidente della Repubblica

Ore 14.33 | Inizia lo spoglio e per la prima volta Casellati è assente 

Nelle due giornate precedenti, in occasione dei primi due scrutini per l’elezione del presidente della Repubblica, la presidente del Senato Elisabetta Casellati è sempre rimasta, sia durante il voto che durante lo spoglio, al fianco di Roberto Fico, seduta nella postazione riservata alla presidenza di Montecitorio. Oggi, al contrario, Casellati per un lungo tempo durante le votazioni si è allontanata, e a spoglio in corso il suo posto è ancora vuoto.

Ore 13.51 | Conte: “Da M5S sì a Draghi per il rilancio del governo

Vi prego di riportare correttamente la posizione del Movimento: nessuno dice no a Draghi. Il Movimento dice sì a Draghi. Lo ha detto quasi un anno fa quando il paese era in ginocchio, consapevole del costo politico che avrebbe comportato. Abbiamo perso anche 40 parlamentari”. Lo ha detto Giuseppe Conte entrando a Montecitorio. “Oggi che la nave è ancora in tempesta il movimento dice sì a Draghi, anzi rafforza il suo sì perchè le emergenze ci sono ancora adesso, noi diciamo sì a Draghi e alla visione di cui l’abbiamo investito e il Movimento è disponibile a rilanciare e supportare l’azione di governo per un patto con i cittadini“, ha aggiunto.

Ore 13.51 | Finita la chiama dei deputati, ora i delegati regionali

Terminata anche la chiama dei deputati per l’elezione del Presidente della Repubblica, ora è la volta dei delegati regionali.

Ore 13.44 | Terminata prima chiama dei deputati, al via seconda

E’ terminata la prima chiama dei deputati, è ora in corso la seconda.

Ore 13:19 | I leghisti stanno contando i voti per la Casellati.

Se non saranno sicuri, non rischieranno. Ma non sono affatto entusiasti di Casini.

Ore 13:05 | Ma cosa farà Di Maio? Voterà la Casellati?

Lo abbiamo chiesto a lui. Questa la sua risposta: “Se domani si va al muro contro muro tra centrodestra e centrosinistra, è la fine del governo. Cerchiamo un nome condiviso tra centrodestra e centrosinistra

Ore 12:53 | FdI e il conclave

Non solo lo “strappo” con il voto a Guido Crosetto. Fratelli d’Italia fa sapere che non ha intenzione di partecipare ad alcun conclave che porti alla scelta di un candidato condivisi tra i partiti (soluzione auspicata ieri dal segretario del Pd Enrico Letta). 

Ore 12.38 | Casini e Monti salutano oggi Bossi alla Camera

Prosegue il via vai di grandi elettori che salutano Umberto Bossi durante le votazioni per il Capo dello Stato. Oggi, a margine del terzo scrutinio, è stata la volta, tra gli altri, di Pier Ferdinando Casini e dell’ex premier e senatore a vita Mario Monti. Praticamente tutti i leghisti hanno chiesto un selfie con il “senatur”, che non manca una votazione nonostante le difficili condizioni di salute. Matteo Salvini ancora non ha trovato il tempo per salutare il fondatore della Lega Nord.

Ore 12.28 | Al via prima chiama deputati

 È ripresa la seduta con la prima chiama dei deputati per l’elezione del presidente della Repubblica.

Ore 12.16 | Renzi: “Presidente del Senato in cambio di voti a Casellati? Non esiste”

La presidenza del Senato in cambio dei voti di Italia viva per Elisabetta Casellati al Quirinale? “È un’ipotesi che non esiste”. Matteo Renzi, in collegamento con la “maratona Mentana” su La7, risponde così alle voci di queste ore. “Penso di essere il più antipatico d’Italia, ma anche quelli che mi odiano sanno che io non faccio mai una battaglia per avere un posto, l’ho dimostrato con la vicenda di Conte, quando per sostenere un Conte 3 erano disposti a offrirmi di tutto, ma io ho detto no perché volevo Draghi”, continua il leader di Iv. “Nessuno me l’ha offerto, ma vi sembro il tipo che dà i propri voti sulla base di uno scambio? Ma io queste cose non le faccio, è un’ipotesi che non esiste”, scandisce Renzi.

Ore 11: 57 | M5s vota bianca, non escluso che spunti anche Mattarella

Scheda bianca anche oggi per l’elezione del presidente della Repubblica. È questa l’indicazione, si apprende, di M5s nella terza giornata di votazioni che richiede ancora una maggioranza qualificata. Ma in ambienti parlamentari ben informati e che anche con M5s dialogano non è escluso che spuntino molte più schede, rispetto a ieri, a favore di un bis di Sergio Mattarella.

Ore 11: 41 | Fdi vota Crosetto alla terza votazione. No scheda bianca

Fratelli d’Italia nel corso della terza votazione voterà Guido Crosetto. Niente scheda bianca, come Lega e Fi. Questa le decisione emersa dentro il partito di Giorgia Meloni dopo una valutazione interna. “Ferma restando l’assoluta compattezza del centrodestra, che non è minimante in discussione“, avrebbero convenuto in Fdi, “l’immagine che il Parlamento sta dando agli italiani è incomprensibile. Dobbiamo dare all’assemblea un segnale: non si può continuare a rimanere per giorni in una situazione di stallo”.

Ore 11: 41 | Renzi: “Casellati? Nel pomeriggio la posizione di Iv. Draghi non è bruciato

Elisabetta Casellati presidente della Repubblica? “Penso che nel pomeriggio faremo una dichiarazione ufficiale come Italia Viva. Vediamo cosa succede questa mattina, la partita è complicata – fa sapere il leader di Iv Matteo Renzi in Transatlantico – E la candidatura di Mario Draghi non è bruciata“.

Ore 11: 31 | Questore Fontana: “No richieste raddoppio, avanti con uno scrutinio al giorno”

Nessun raddoppio in vista. Il Parlamento e i delegati regionali continueranno a votare una volta al giorno per l’elezione del presidente della Repubblica. Lo ha puntualizzato il questore della Camera, Gregorio Fontana, precisando che non ci sono variazioni dell’organizzazione e delle modalità di svolgimento del voto. “E’ una cosa che ha detto Matteo Renzi e che abbiamo letto sulle agenzie – si è limitato a dire Fontana, entrando in aula alla Camera – Iv non ha fatto nessuna richiesta formale. Andiamo avanti con un voto al giorno“. Le eventuali proposte o richieste di variazione delle modalità di svolgimento del voto, dovrebbero essere sottoposte alla Conferenza dei capigruppo, a cui spetterebbe la decisione in materia.

Ore 11:23 | Senatori Fdi non stanno votando

 I senatori di Fdi non stanno votando nell’Aula di Montecitorio, dove è in corso la terza votazione per eleggere il Capo dello Stato. Tre senatori del partito di Giorgia Meloni, pur chiamati, non hanno risposto alla prima chiama.

Ore 11:22 | In corso la prima chiama dei senatori

È ora in corso nell’Aula della Camera la prima chiama dei senatori. Come ieri, anche oggi i tempi delle operazioni di voto sono stati ‘accelerati’: le fasce orarie riservate agli scaglioni di 50 grandi elettori per volta chiamati a votare e far ingresso nell’emiciclo sono infatti state ridotte, il che già nel secondo scrutinio non ha reso necessarie pause dei lavori.

Ore 11:20 | Casini arriva alla Camera ma non risponde ai cronisti

Nessun commento e nessuna risposta alle domande dei giornalisti da parte di Pier Ferdinando Casini, uno dei nomi sul tavolo per la corsa al Quirinale. Arrivando a Montecitorio poco prima dell’inizio della terza votazione Casini ha salutato i cronisti e non ha risposto alle numerose domande. “Ragazzi per favore fatemi passare“, si è limitato a dire l’ex leader dell’Udc che ha salutato ed è entrato alla Camera

Ore 11:18 | Zaia: Perdere Draghi? Spero proprio di no

Perdere Draghi da Palazzo Chigi e dal Quirinale? “Spero proprio di no, ha dato uno standing internazionale che non ha mai avuto e sta guidando il paese con grande responsabilità e questo gli va riconosciuto“. Lo ha detto il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, arrivando a Montecitorio. 

Ore 11:10 | Seduta ripresa, Fico indice terzo scrutinio

È ripresa nell’Aula della Camera la seduta comune del Parlamento. Il presidente Roberto Fico ha quindi indetto la votazione: è il terzo scrutinio per eleggere il presidente della Repubblica. Serve ancora la maggioranza dei due terzi, pari a 673 voti. 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Stefania Craxi è la nuova presidente della Commissione Esteri del Senato
Il giornalista Furio Colombo, persona seria, sospende la collaborazione col "Fatto Quotidiano": "Non voglio essere complice di Orsini".
Mattarella a Venezia per i 60 anni della Scuola Navale Militare "Morosini"
Tg2, stella a 5 punte in ascensore a Saxa Rubra: indaga la Digos della Questura di Roma
Il Csm ha deciso. Il nuovo procuratore nazionale antimafia è Melillo preferito a Gratteri
Convegno della DIA a Brescia: "La corruzione nella pubblica amministrazione"
Archivi
Operazione Transilvania. Carabinieri ed Europol smantellano organizzazione criminale basata in Romania ma operante in Italia ed all'estero
Perquisiti i due broker coinvolti nella tentata mediazione di D'Alema per le armi alla Colombia.
Guerra Russia-Ucraina. Zelensky: "Missili su Desna, molti morti. C'è l'inferno nel Donbass", Contatti tra Washington e Mosca
Guerra Russia-Ucraina. Biden: “Svezia e Finlandia nella Nato? Con la Turchia andrà tutto bene”. Raid nel Donetsk, ucciso bimbo di 2 anni. Mosca caccia 24 diplomatici italiani
Stefania Craxi è la nuova presidente della Commissione Esteri del Senato

Cerca nel sito