MENU
30 Novembre 2022 01:02
30 Novembre 2022 01:02

Depositate le prime querele ai “nemici” del Corriere del Giorno

Come avevamo promesso, li abbiamo accontentati. E’ stata depositata oggi presso il Compartimento del Lazio della Polizia Postale e delle Comunicazioni  la prima delle diverse querele-denunce penali predisposte dai nostri legali nei confronti di giornalisti-sindacalisti, presunti appartenenti alle Forze dell’ Ordine e “questurine” che hanno cercato in questi mesi di ostacolare (senza riuscirvi) ad impedire il nostro legittimo lavoro. Denunce penali a cui faranno seguito altrettante nostre cause civili risarcitorie il cui ricavato verrà devoluto in beneficenza.

Se qualcuno cercava di impaurirci, di intimidirci, di diffamarci, di calunniarci, ha sortito l’effetto contrario. La città, i tarantini che amano il vero “Corriere del Giorno“, cioè quello fondato nel 1947 per amore della città da Franco de Gennaro, Franco Ferraiolo, Egidio Stagno e Giovanni Acquaviva, hanno saputo riconoscere la differenza fra chi come noi rinuncia ai contributi pubblici dello Stato, rispetto ad altri che infangando il nome del “Corriere” apponendovi un’aggiunta territoriale fasulla (di Puglia e Lucania)  negli ultimi 30 anni con la loro cooperativa editoriale (ora in liquidazione coatta, cioè “fallita” con circa  7 milioni di euro di debiti, contributi previdenziali non pagati che è un reato penale ecc.)  hanno incassato e sperperato  decine e decine di milioni di euro di contributi pubblici a fondo perduto grazie ad una Legge sull’ Editoria un pò troppo generosa ed “allegra” nei controlli (e non a caso 2 anni fa è stata modificata), utilizzando una testata, un nome, cioè quello del “Corriere del Giorno” ed una storia professionale che non appartiene loro, così come non apparteneva loro la “storica” testata usata in maniera ingannevole.

Quando questi signori verranno presto convocati dalla Polizia Giudiziaria per eleggere il proprio domicilio in quanto sottoposti ad indagini ed iscritti nel registro degli indagati non si meraviglino troppo .La festa … è finita ed è arrivata l’ora di fare chiarezza ma sopratutto giustizia.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

La lezione di Giorgia Meloni a Roberto Saviano:"Non è al di sopra della legge".
L'anticipazione del libro "Il mostro"di Matteo Renzi: "La vera storia del veto di Letta su di me".
Mattarella a Palermo per la cerimonia di intitolazione dell'aula bunker ai giudici Falcone e Borsellino
Governo Meloni: "Data una risposta immediata sul caro-bollette"
"Monnezzopoli". L'imbarazzante silenzio della Gazzetta del Mezzogiorno sui processi del proprio co-editore Antonio Albanese imprenditore dei rifiuti
Leon Panetta ex capo della CIA: "Chi parla delle sanzioni come Salvini è stato influenzato da Mosca"
Archivi
Maxiprocesso clan Casamonica, per la Corte d' Appello di Roma "È mafia"
La lezione di Giorgia Meloni a Roberto Saviano:"Non è al di sopra della legge".
La D.I.A. arresta 27 persone a seguito della sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Lecce
Smantellata la rete di spie russe infiltrate in Svezia
Ischia: la memoria smarrita di Giuseppe Conte

Cerca nel sito