MENU
2 Febbraio 2023 02:53
2 Febbraio 2023 02:53

Con la cultura una maggiore crescita per il Paese

Il Sud deve accelerare, perché a dispetto del grande patrimonio c'è pochissimo mezzogiorno nel business della nostra cultura e nel nostro turismo

Nella tavola rotonda organizzata a S.Margherita Ligure nell’ambito del tradizionale convegno dei Giovani Imprenditori di Confindustria  “Mi piacerebbe vincere gli europei di calcio – ha detto Paolo Verri chiamato a gestire l’organizzazione in vista dell’anno in cui Matera sarà Capitale Europea della Cultura.– ma soprattutto quelli della cultura”. Ma nonostante la quota maggiore di patrimonio Unesco al mondo sia proprio qui in Italia, il primato europeo purtroppo è ancora lontano. Eppure, secondo il direttore di “Matera 2019”  (che ne è convinto), la cultura può svilupparsi in occasione di business, creando valore aggiunto, nuovi posti di lavoro.  ,

Torino è cambiata in maniera radicale proprio investendo su questi temi – ha spiegato Verri –  E il Sud deve accelerare, perché a dispetto del grande patrimonio c’è pochissimo mezzogiorno nel business della nostra cultura e nel nostro turismo”.

Schermata 2016-06-11 alle 22.01.10
nella foto Eva Degl’Innocenti

Alla tavolta rotonda era presente anche Eva Degl’Innocenti il nuovo direttore del Museo Nazionale Archeologico di Taranto che ha ribadito che   una crescita potrà essere più agevole grazie alla “riforma Franceschini.” “L’Italia sconta un grave ritardo – ha aggiunto la Degl’Innocenti – soprattutto quando ci confrontiamo con la Francia. Applicare ai musei le tecniche di marketing era un concetto che fino a poco tempo fa qui faceva inorridire. Ora però le regole sono diverse e la riforma Franceschini in questo senso è importante: si recupera autonomia finanziaria e gestionale e tra i miei compiti c’è anche quello di realizzare progetti integrati con i privati”.

I primi risultati sono già visibili nei conti del Museo Nazionale Archeologico di Taranto, che ha visto salire gli incassi del museo tra gennaio e maggio  del 60% in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. “Nel settore serve più imprenditorialità – ha concluso Verrie non credo che oggi il tema sia quello delle regole: dobbiamo essere noi ad agire, non delegando o aspettando che siano sempre “altri” ad intervenire”.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Polizia di Stato e Eni rinnovano l’accordo sulla prevenzione e il contrasto dei crimini informatici
Guardia di Finanza: a gennaio 989 violazioni riscontrate su 2.500 controlli ai benzinai
Poste Italiane: con Polis nasce la "Casa dei servizi digitali" in 7.000 uffici postali
Poste Italiane si conferma leader globale nella lotta al cambiamento climatico
Acciaierie d' Italia, Falck, Renewables e BlueFloat Energy: siglato accordo sulle rinnovabili
Ex-Ilva: Presidente Toti (Regione Liguria): "Alle istituzioni interessa occupazione, non guerra tra acciaio e logistica"
Archivi
L’Opinione del Direttore
Al via il processo allo scrittore Roberto Saviano, accusato di diffamazione contro Matteo Salvini
L'ex magistrato Nardi ed i suoi presunti complici a processo dinnanzi al Tribunale di Potenza
Indagata l' escort scrittrice Blueangy per aver messo in rete il video di una notte di sesso con una donna-cliente
Polizia di Stato e Eni rinnovano l’accordo sulla prevenzione e il contrasto dei crimini informatici

Cerca nel sito