MENU
19 Aprile 2024 01:55
19 Aprile 2024 01:55

Bari: appalti “allegri”… prescritti 15 capi imputazione. Fra i beneficiari i fratelli Tarantini e Lea Cosentino

Nel processo si sono costituite come parte civile la Regione Puglia e l’Università degli Studi di Bari. e si tornerà in aula per la requisitoria dell’accusa il prossimo 16 maggio.

A quasi otto anni dai fatti contestati e con il processo di primo grado ancora in corso, il Tribunale di Bari ha dichiarato oggi l’intervenuta prescrizione per 15 dei 21 capi d’ accusa contestati a nove imputati – tra i quali i fratelli Claudio e Gianpaolo Tarantini e  Lea Cosentino l’ex dg della Asl di Bari  – nell’ambito di uno dei filoni su presunti appalti truccati e tangenti nella sanità pugliese. Il procedimento, in particolare, riguarda la gestione delle gare e delle trattative per l’acquisto di attrezzature e protesi sanitarie alla Asl di Bari tra il 2008 e il 2010. La prescrizione è intervenuta anche per l’imprenditore Antonio Pica, accusato di un episodio di truffa.


Gli imputati sono accusati di aver fatto parte
di una presunta associazione per delinquere finalizzata a decine di episodi di corruzione e istigazione alla corruzione, peculato, turbativa d’asta, falso materiale e ideologico, truffa, frode in pubbliche forniture, ma con la lunghezza della giustizia ed i cavilli processuali, per i reati, più importanti,è stata dichiarati l’intervenuta prescrizione..  Oltre ai fratelli Tarantini e a Lea Cosentino, imputati nel processo  l’ex capo area gestione patrimonio della Asl di Bari Antonio Colella; Francesco Lippolis, direttore amministrativo della stessa Asl; Michele Vaira, funzionario della Asl di Bari; Vittorio Patella, direttore della II Clinica Ortopedica del Policlinico di Bari. Nei loro confronti restano in piedi, contestate a vario titolo, le accuse di associazione per delinquere, un episodio di peculato, uno di falso e truffa e due presunte corruzioni.

Nel processo si sono costituite come parte civile la Regione Puglia e l’Università degli Studi di Bari. e si  tornerà in aula per la requisitoria dell’accusa il prossimo 16 maggio.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

Giudice cassazionista e la compagna poliziotta condannati per il giro di prostitute nella casa-vacanze di Lecce
La procura di Milano chiede una condanna di tre anni per Giovanni Canio Mazzaro ex compagno di Daniela Santanchè
Il professor Canfora a processo per aver diffamato la premier Giorgia Meloni
La Procura europea indaga D'Adamo assessore al bilancio del Comune di Bari per "truffa allo Stato". Il sindaco Decaro gli revoca l'incarico
Conte il "furbetto": finge di uscire per rientrare ottenendo più poltrone per il M5s in Puglia
Chiusa la seconda indagine su Visibilia: indagata Daniela Santanchè per falso in bilancio
Cerca
Archivi
Al plenum del Csm continua il valzer "lottizzato" fra le correnti, di poltrone ed incarichi per le toghe
Giudice cassazionista e la compagna poliziotta condannati per il giro di prostitute nella casa-vacanze di Lecce
Arrestato Gianluca Festa ex sindaco Pd di Avellino per corruzione. Indagati la vicesindaca e un consigliere comunale
Marco Miraglia nominato Console Onorario del Gibuti per il territorio italiano
Gianfranco Fini e Elisabetta Tulliani, rinviata al 30 aprile la sentenza per la casa di Montecarlo

Cerca nel sito