MENU
24 Maggio 2024 18:21
24 Maggio 2024 18:21

A Taranto continua il “far west” notturno della criminalità

Nella notte esplosi quattro colpi di pistola contro lo studio di consulenza tributaria e del lavoro Turco che si sono conficcati nella saracinesca, altri due nel muro. Il dr. Turco sta per pubblicare un libro sul dissesto del Comune di Taranto, e qualcuno potrebbe averlo voluto spaventare.

ROMA – Intorno alle quattro della notte appena trascorsa  ignoti hanno esploso nel centro di Taranto  numerosi colpi di pistola contro la porta d’ingresso di uno studio professionale di consulenza  tributaria e del lavoro del dr. Mario Turco, noto professionista, in via Duca degli Abruzzi 10 quasi all’ angolo con Corso Umberto.  Quattro colpi hanno colpito e danneggiato il portone, mentre altri due si sono conficcati sulla parete.

Dopo i primi accertamenti effettuati  gli investigatori ipotizzano che a sparare siano state delle pistole a tamburo, in quanto non è stato ritrovato alcun bossolo per terra. Sul posto sono intervenuti gli agenti della squadra volante della Polizia di Stato che segue le indagini.

Il dr. Mario Turco in collaborazione con l’ Università di Bari sta per pubblicare a breve un libro-studio  sul dissesto del Comune di Taranto, da cui emergerebbe una realtà sotto gli occhi di chi conosce le carte e le leggi: il Comune rischia un nuovo dissesto, o meglio, non è mai uscito dal precedente dissesto, in quanto nonostante le “fanfare” suonate dai “politicanti” del Comune di Taranto, ad oggi il bilancio comunale versa in condizioni disastrose. Ed il nuovo futuro Sindaco di Taranto , rischia di durare pochi mesi…

Ancora una volta nella città jonica si spara impunemente, a conferma di una carente opera di prevenzione e controllo del territorio da parte delle forze dell’ordine,  a cui non rimane altro che affidare le proprie indagini alle immagini riprese dalla telecamere, senza che nessuno abbia mai pensato di procedere al censimento e monitoraggio delle telecamere esistenti nella città.

Ecco perchè a Taranto occorre una svolta sopratutto ai vertici della Questura, dove “qualcuno” pensa di più ad apparire e farsi intervistare sui giornali e tv locali piuttosto che garantire la sicurezza ai cittadini di Taranto, che versa in un degrado senza paragoni in tutta la Puglia. E non è un caso che le zone in cui si spara di notte siano di competenza territoriale della Polizia di Stato. Ci auguriamo che il nuovo Prefetto sull’onda di quanti gravi episodi di criminalità rimasti privi di responsabili, segnali al Ministero dell’ Interno quanto avviene. Anche se a Roma lo sanno molto bene…leggendoci.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

Daniela Santanchè ed il compagno dinnanzi al Tribunale di Milano per presunta truffa all' INPS
Operazione su organizzazione criminale turca attiva in Italia ed Europa: 19 arresti
Olimpiadi Milano-Cortina, tre indagati accusati di corruzione e turbativa d'asta
Fedez, i video del pestaggio a Iovino: 5 identificati, ecco chi sono
La Polizia di Stato presenta il documentario "I ragazzi delle scorte"
Rapina un giudice e poi cerca il "cavallo di ritorno": arrestato dai Carabinieri
Cerca
Archivi
Nasce la nuova Authority sui conti del calcio e basket. Si chiamerà "Commissione": ecco come funzionerà
Goccia fredda nel weekend, poi arriva l'alta pressione
32° anniversario della strage di Capaci, il giorno della memoria
L' Ussi, Unione stampa sportiva italiana condanna il comportamento degli editori della Gazzetta del Mezzogiorno
Confindustria, il nuovo presidente è Orsini

Cerca nel sito