Il Prefetto diffida il Comune per il bilancio comunale non ancora pronto

Il Prefetto diffida il Comune per il bilancio comunale non ancora pronto

Dopo solo tre mesi dal primo sollecito inviato dal Prefetto di Taranto dr. Umberto Guidato al  Comune di Taranto, il Sindaco Stefàno sta per vedersi recapitare una nuova seconda diffida in quanto  l’amministrazione comunale deve approvare il rendiconto di bilancio del 2014, e quindi nei primi giorni di agosto il Prefetto Guidato rinnoverà con la diffida il dovuto sollecito anche per  il bilancio di previsione 2015, salvo eventuali proroghe disposte dal Ministero.

CdG comune di tarantoIl prossimo Consiglio comunale è stato convocato per venerdì prossimo, quando la maggioranza politica in consiglio dovrebbe liquidare la variante urbanistica per consentire la realizzazione del filtro dell’agglomerato dell’ ILVA, che dovrebbe contribuire ad una sensibile diminuzione dell’inquinamento ambientale. il Comune di Taranto entro il prossimo 31 luglio dovrebbe approvare il proprio bilancio, ma probabilmente non sarà possibile rispettare i tempi previsti.

E’ da ritenere impossibile che i consiglieri comunali possano approvare il bilancio di previsione entro venerdì, poichè l’esercizio finanziario non ha ancora ricevuto il parere favorevole dalla giunta comunale, che peraltro si riunirà il giorno prima e cioè  giovedì. All’ordine del giorno dei lavori di Giunta non dovrebbe esserci il bilancio di previsione 2015, ed in ogni caso anche se “miracolosamente” fosse pronto e disponibile si dovrebbero aspettare ulteriori venti giorni per acquisire i vari pareri, ma sopratutto quello fondamentale del collegio dei revisori.

Tutto ciò premesso e considerato, il consiglio comunale con la votazione ed approvazione del bilancio si rinvierebbe presumibilmente intorno a Ferragosto. D’obbligo un quesito: avranno voglia i consiglieri di lavorare sino a quella data ?

CdG Ippazio-Stefàno ppLa Giunta guidata da Ippazio Stefàno, continua ad avere problemi sul bilancio, in conseguenza, dicono a Palazzo di Città,  a causa della mancanza di dirigenti come ha ricordato il primo cittadino  più volte, quale conseguenza della pianta organica conseguente al dissesto (giunta di centrodestra guidata dal sindaco Di Bello), Taranto rispetto a Lecce o a Brindisi nonostante abbia il doppio degli abitanti, allo stato attuale ha la metà dei dirigenti necessari e previsti.

Va inoltre ricordato che che la delega al Bilancio, in passato ha creato contrasti politicamente irrecuperabili, è attualmente detenuta dal Sindaco, che si trova a dover fronteggiare  non poche situazioni problematiche che non gli consentono di trovare la necessaria attenzione “dedicata”   come normalmente viene applicata un assessore al bilancio. Peraltro il dirigente di ruolo, persona che dovrebbe conoscere meglio degli altri la situazione del settore, si trova  ancora in aspettativa e quindi  anche i vari avvicendamenti succedutisi in quel ruolo conseguono situazioni di difficoltà non indifferente.

Il Comune di Taranto a causa di questa situazione, ed anche dalla superficialità di qualche dirigente lavativo, ultimamente  si è dimenticato persino di rispondere ai rilievi e contestazioni mosse della Corte dei Conti pugliese, proprio per colpa delle varie sostituzioni del dirigente alle Risorse economiche e finanziarie.

Abbiamo appreso da fonti vicine a Palazzo di Città che il Sindaco Stefàno,  questa settimana ha deciso di  far pubblicare il bando di evidenza pubblica per reperire e nominare  il prossimo presidente dell’Amiu, l’azienda comunale della nettezza urbana. Tale adempimento sarebbe già stati effettuato ma il capo di gabinetto, Giuseppe Licciardello, non era in sede, ed è rientrato rientrerà solo oggi, quindi assicurano dallo staff del Sindaco che  entro domani al massimo verrà pubblicato il bando.

CdG camion AMIUUn’ atto dovuto da espletare con la massima urgenza,  dopo che il dirigente comunale  Rosa De Benedetto attuale presidente in carica dell’ AMIU, ha manifestato con le dimissioni la propria volontà di non proseguire alla presidenza (incarico peraltro gratuito nel suo caso)  nell’azienda di igiene urbana. Sempre entro la fine di luglio, si dice che il Sindaco  Stefàno vorrebbe procedere anche con la nomina del nuovo assessore all’Urbanistica, assessorato rimasto senza guida a seguito delle dimissionaria dell’ arch. Cosima Lorusso.

Il sindaco ha reso noto sapere di aver ricevuto degli importanti consigli e suggerimenti dall’ex assessore regionale all’Urbanistica Barbanente,  per cercare  di trovare una persona competente  in un incarico che sarà fondamentale e strategico, per il buon esito dei progetti per la rigenerazione urbana della  Città Vecchia che dovrebbero essere finanziati dal Governo .

image_pdfimage_print
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !