MENU
18 Luglio 2024 22:51
18 Luglio 2024 22:51

Totò Riina

Csm & Giustizia | Nazionale | Sicilia |
L’ex magistrato aveva replicato nei mesi scorsi alle accuse rivoltegli dall’ avvocato Fabio Trizzino, marito di Lucia Borsellino, che gli contestava di aver archiviato un’inchiesta sulle infiltrazioni mafiose nelle cave di marmo.Adesso i pm nisseni vogliono interrogarlo venerdì prossimo 5 luglio. ALL’INTERNO LE CONTESTAZIONI DELLA PROCURA DI CALTANISSETTA
3 Luglio 2024
Antonio Ciavarello è stato rintracciato e catturato a Mosta, il giorno dopo il suo cinquantesimo compleanno. L’Italia ha chiesto la sua estradizione
8 Febbraio 2024
Calato il sipario sul boss mafioso condannato per le Stragi del 1992 e del 1993 adesso per gli investigatori continua la ricerca sulla rete dei fiancheggiatori della sua latitanza decennale
17 Gennaio 2024
Il silenzio del padrino è diventato irreversibile come il suo coma con la figlia Lorenza al capezzale. Gli è stata sospesa l’alimentazione, il boss aveva chiesto di non subire accanimento terapeutico.
23 Settembre 2023
Assoluzioni definitive anche per De Donno e Subranni . Il primo a parlare di “trattativa” tra Stato e mafia fu l’ex boss di San Giuseppe Jato, il boia di Capaci, Giovanni Brusca
27 Aprile 2023
Il ministero della Giustizia spiega che l’anarchico “si trova in una delle camere riservate ai detenuti in regime di 41bis. La salute di ogni detenuto costituisce priorità assoluta”. Il suo ultimo elettrocardiogramma evidenziava aritmie “potenzialmente fatali”. Scontri tra forze dell’ ordine e anarchici in corteo.
12 Febbraio 2023
Ecco cosa scriveva il Boss prima dell’arresto: “Non andrò mai via. Lo devo a tanti amici che sono rinchiusi e che hanno ancora bisogno, lo devo a mio padre, e a me stesso per tutto quello in cui ho creduto e per tutto quello che sono stato”
21 Gennaio 2023
A tradire senza volerlo il boss che ancora teneva le redini di Cosa Nostra incredibilmente sono state le persone che avevano fatto di tutto per affiancarlo, proteggendolo per evitargli le manette. Gli volevano salvare la vita a tutti i costi ed hanno iniziato ad agitarsi troppo: le tre sorelle di Matteo Messina Denaro cercavano un modo di curarlo, e probabilmente è stata proprio una di loro a far sapere inconsapevolmente agli instancabili carabinieri del Ros che nel misterioso covo si stava fronteggiando l’inaspettata emergenza
17 Gennaio 2023
Il boss di Castelvetrano era latitante da 30 anni. È stato catturato dal Ros dei carabinieri in una struttura sanitaria in cui era andato per accertamenti clinici. Il presidente Meloni: “Il governo assicura che la lotta alla criminalità mafiosa proseguirà senza tregua”
16 Gennaio 2023
Ieri pomeriggio il primo padrino Antonino Sacco, capomafia palermitano del clan di Brancaccio, è stato trasferito dai domiciliari in una struttura sanitaria penitenziaria per effetto del nuovo decreto legge. Sempre ieri il ministro della Giustizia Bonafede ha anche difeso Basentini , nel corso dell’informativa urgente alla Camera sulla mancata nomina al Dap del magistrato Nino Di Matteo
13 Maggio 2020
A De Caprio è stata assegnata una delega “pesante” e delicata, sopratutto in una regione come la Calabria, quella di assessore all’Ambiente. Una cosa è certa: adesso qualcuno in Calabria ha finito di fare affari sporchi con l’ambiente.
18 Febbraio 2020
Le forze dell’ordine, ha detto il Colonnello De Caprio, sono “le forze dell’ordine rappresentano un’avanguardia della lotta alla criminalità, che deve continuare e diventare un patrimonio per tutti i cittadini. Il vero esercito sono le comunità, i sindaci che si trovano ad affrontare situazioni di illegalità nei loro Comuni, i ragazzi che chiedono cosa possono fare per essere parte attiva di questa battaglia”.
15 Novembre 2019
Hanno tolto la scorta al “Capitano Ultimo”, il colonnello Sergio De Caprio : “Se arresti zingari e tossici va bene, di più no perché diventi un pericolo per le lobby e cominciano i guai. Ma quello che mi fa più male è la rappresaglia contro i miei uomini. Era già accaduto dopo Riina. Lo hanno rifatto vent’anni dopo.” Oggi più che mai, siamo tutti Capitano Ultimo.
23 Ottobre 2019
Il blitz, denominato “New connection”, ha svelato il forte legame tra Cosa Nostra palermitana e la criminalità organizzata statunitense, in particolare il potente Gambino Crime Family di New York. Sono scattati diciannove arresti a Palermo fra gli Inzerillo e i Gambino, decine di perquisizioni negli Stati Uniti. In manette è finito anche  Rosario Gambino, uno dei trafficanti di droga che Falcone aveva seguito nei suoi continui viaggi fra Palermo e gli Stati Uniti.
17 Luglio 2019
L’ufficiale dell’ Arma che catturò Totò Riina: “Poter combattere, da carabiniere, per i diritti e la dignità dei carabinieri è la più bella battaglia che avrei mai sognato di portare avanti”
1 Febbraio 2019
L’incendio è divampato in via della Tenuta della Mistica, una stradina isolata della Prenestina, circondata dal nulla all’estrema periferia orientale di Roma. Per l’alto ufficiale dell’ Arma che catturò il boss mafioso Totò Riina: “Si tratta di un segnale di assenza di sicurezza per i cittadini”
18 Dicembre 2018
Il prossimo 3 settembre Capitano Ultimo sarà lasciato senza scorta nonostante sia ancora nel mirino della mafia. Ecco come lo Stato abbandona i suoi servitori più fedeli
26 Agosto 2018
Ci sono anche le fake news “non apparentemente anonime”, cioè quelle notizie diffuse da politici e giornali che in periodo di campagna elettorale (ma anche fuori) alimentano la disinformazione, creando le fake news più pericolose e dannose per l’opinione e il dibattito pubblici. Che facciamo con quelle? Le segnaliamo alla Polizia Postale?
19 Gennaio 2018
Adesso, il giorno dopo la morte di Totà Riina a 87 anni, il colonnello dell’ Arma Sergio De Caprio che gli mise le manette e lo arrestò emette una sentenza giusta e spietata, che condividiamo: “La sua morte è una questione che riguarda lui, la sua famiglia e Dio. Riina non era solo cattivo, ma soprattutto un vigliacco”.
18 Novembre 2017

Cerca nel sito