MENU
1 Ottobre 2022 22:36
1 Ottobre 2022 22:36

procuratore Giuseppe Pignatone

Features
Questo nuovo scandalo calato sul Palazzo dei Marescialli, ha contorni ben poco definiti e si abbatte sulla credibilità del Consiglio Superiore della Magistratura, che adesso viene chiamato a ricostruire gli eventuali profili disciplinari di questa storia sperando capire e portare alla luce cosa sia realmente accaduto.
1 Maggio 2021
È quanto contenuto nel decreto della perquisizione disposta dalla Procura di Perugia nei confronti dell’attuale sostituto procuratore di Roma, il quale avrebbe ricevuto la somma per “agevolare” la nomina Procuratore della Repubblica di Gela di Giancarlo Longo
30 Maggio 2019
La richiesta dell’ accusa nell’ambito dell’inchiesta sui depistaggi che seguirono alla morte di Stefano Cucchi. Le indagini sono state svolte dei poliziotti della Squadra Mobile di Roma, coordinata dalla Procura della Capitale, girano tutto intorno alle note di servizio falsificate sulle condizioni di salute del geometra romano.
17 Aprile 2019
Ilaria Cucchi: “Bellissima l’ipotesi che l’Arma sia parte civile sul depistaggio. E’ stata per me un momento emotivamente molto forte. Perché è arrivata dopo anni in cui io e la mia famiglia ci siamo sentiti traditi”, adesso “la lettera del generale Nistri è tornata a scaldarmi il cuore. A scacciare il senso di abbandono che ho vissuto in questi nove anni. Oggi finalmente posso dire che l’Arma è con me”.
8 Aprile 2019
La Procura della repubblica di Roma ha chiesto 7 rinvii a giudizio fra i quali compare anche il generale Tullio Del Sette ex comandante generale dei Carabinieri , accusati di aver avuto un ruolo nell’informare gli indagati dell’esistenza di un’inchiesta su di loro
14 Dicembre 2018
Maxi operazione contro il clan Rinzivillo dalla Sicilia alla Lombardia e alla Germania . I due carabinieri arrestati avrebbero passato informazioni riservate ai boss
4 Ottobre 2017
Il procuratore capo di Modena Lucia Musti è stata convocata dai magistrati romani come persona informata sui fatti dell’inchiesta sugli affari della Coop. Cpl Concordia, aperta dalla Procura di Napoli e poi trasmessa per competenza territoriale nella città emiliana. Fra quei documenti c’era anche la conversazione tra l’ex premier Matteo Renzi e il generale della Guardia di Finanza Michele Adinolfi
3 Ottobre 2017
Si avverte la necessità di liberare le istituzioni da pezzi di apparati che, come troppe volte nella storia d’Italia, agiscono in modo deviato e eversivo
16 Settembre 2017
L’ufficiale risulta indagato al momento con l’accusa di falso perché autore di un’informativa che da un lato ha accreditato la tesi del coinvolgimento di personaggi asseritamente appartenenti ai servizi segreti e dall’altro per aver riferito un passo di una intercettazione ambientale, fatto non corrispondente al vero.
10 Aprile 2017
L’inchiesta è partita dalla procura di Napoli e una tranche di essa è arrivata a quella di Roma: è incentrata su presunti appalti pilotati alla Consip, la centrale degli acquisti della pubblica amministrazione, in favore di gruppi di imprese che, secondo chi indaga, facevano riferimento all’imprenditore Alfredo Romeo, finito in carcere il primo marzo con l’accusa di corruzione.
29 Marzo 2017
Cosa aspettavano dopo la prima inchiesta dei Carabinieri i “signori” dello Stato Maggiore della Marina Militare ad introdurre delle nuove procedure di controllo contro la corruzione ? O forse erano troppo impegnati ad accontentare i desideri e le spese milionarie dell’ Ammiraglio Di Giorgi per il rifacimento degli interni delle nuove navi della Marina Militare, per occuparsi di qualche “bustarella” tarantina ?
11 Marzo 2017
La Procura di Roma ha aperto un fascicolo per abuso d’ufficio e presunta violazione fiscale. In gennaio il Csm aveva avviato il trasferimento d’ufficio. Su di lui pendono anche accuse di concussione e violenza sessuale
5 Marzo 2016

Cerca nel sito