MENU
22 Aprile 2024 16:30
22 Aprile 2024 16:30

pm Mariano Buccoliero

Cronaca Giudiziaria | Cronaca Puglia |
Non è stato trovato alcun biglietto che potesse aiutare a capire i motivi della doppia morte. A dare l’allarme sarebbe stato un figlio che non riusciva a contattare i genitori e temeva che fosse accaduto qualcosa di grave
22 Ottobre 2022
L’emittente tv Studio 100 è stata venduta all’asta fallimentare ed assegnata ad una società partecipata da Vito Luigi Blasi (60%) e Domenico Di Stante (40%) editore dell’emittente televisiva pugliese Antenna Sud, i quali sono subito entrati in un contenzioso civile. Ironia della sorte, anche il nuovo “editore” Vito Luigi Blasi è imputato a processo per il fallimento della Banca Valle d’Itria, istituto di credito cooperativo di Martina Franca, in provincia di Taranto.
16 Aprile 2022
Ecco l’avviso di conclusione d’indagine del secondo troncone dell’inchiesta T-Rex della Guardia di Finanza che hanno portato in carcere l’ex-presidente della Provincia di Taranto Martino Tamburrano ed altre 6 persone. E questa volta esce finalmente fuori il nome della “gola profonda” che contribuì al tentativo di danneggiare le indagini della Guardia di Finanza: l’ imprenditore Antonio Albanese, “patron” della CISA spa di Massafra
10 Settembre 2020
4 anni di reclusione sono stati inflitti dalla dottoressa Loredana Galasso giudice monocratico del Tribunale di Tarantoallo zio di Sarah Michele Misseri, già condannato nel processo “madre” in via definitiva a 8 anni di carcere per soppressione di cadavere, il quale rispondeva di autocalunnia essendosi autoaccusato dell’omicidio di Sarah Scazzi.
21 Gennaio 2020
L’intervento delle Fiamme Gialle è stato disposto Procura della repubblica di Taranto nell’ambito dell’inchiesta gestita direttamente dal procuratore capo Capristo affiancato dall’aggiunto Carbone ed dal pm Mariano Buccoliero, avviata dopo l’esposto presentato dai commissari dell’ex Ilva
19 Novembre 2019
Secondo l’ipotesi accusatoria della Procura di Taranto, Tonino Albanese avrebbe fatto distruggere e tagliare un’area boschiva di circa 2900 metri quadrati al fine di fare annullare il provvedimento di revoca della precedente AIA che era stata rilasciata dalla Provincia di Taranto, i cui firmatari come noto, per altre illegalità si trovano attualmente in carcere. A conclusione delle indagini preliminari i quattro indagati vennero chiamati a a fornire indicazioni e chiarimenti e difensivi, che non hanno scalfito minimamente il quadro probatorio conseguenti alle approfondite indagini effettuate dai Carabinieri sotto il coordinamento del pm Buccoliero.
21 Luglio 2019
Il comunicato stampa ricostruisce la verità di quanto accaduto sul presunto coinvolgimento dell’ Avv. Amara nel confronto intercorso tra la Procura Taranto e e la struttura commissariale di ILVA in amministrazione straordinaria, con dovizia di particolari e testimoniante sicuramente attendibili e smentisce l’esponente dei Verdi, Angelo Bonelli, ripetutamente “trombato” dagli elettori alle elezioni regionali nel Lazio e politiche a Taranto, il quale non contento, ancora una volta ha perso una buona occasione per tacere parlando a sproposito e per sentito dire dai suoi “adepti” locali .
4 Luglio 2019
Indagati in 4 per la distruzione di un’area boschiva adiacente a quella in cui è stata realizzata la seconda linea di rifiuti per l’ampliamento della centrale termoelettrica Appia Energy. All’interno l’ AVVISO DI CONCLUSIONE DELLE INDAGINI della Procura di Taranto
3 Giugno 2019
L’attività investigativa eseguita dalle Fiamme Gialle ha consentito di individuare nelle suindicate aree circa 5 milioni di tonnellate di rifiuti pericolosi e non pericolosi di origine industriale, in cumuli dell’altezza di oltre 30 metri sopra il piano campagna.
31 Ottobre 2018
Nell’udienza di ieri è comparso anche un contabile dell’ex Ilva-Gruppo RIVA,  il quale ha confermato che la somma di diecimila euro fu messa a disposizione di Archinà nel marzo 2010 per l’allora arcivescovo Monsignor Papa. Uscita, che risulta registrata negli atti contabili della società e confermata persino dal dialogo intercettato dalla Guardia di Finanza fra lo stesso contabile e Archinà.
4 Ottobre 2018
Come sempre il Corriere del Giorno pubblica tutti i nomi degli arrestati.
2 Novembre 2016
Il commerciante deteneva ai fini di spaccio hashish, marijuana e cocaina. E poi si lamentano che il commercio va male…..
24 Settembre 2016
L’avvocato del deputato di SEL Nicola Fratoianni, coinvolto nell’inchiesta, solleva un’eccezione, e la Corte d’Assise di Taranto ferma e rinvia l’udienza
20 Ottobre 2015
Il legali dell’azienda in amministrazione controllata affidata ai commissari del governo fanno richiesta nel corso dell’ udienza
22 Aprile 2015

Cerca nel sito