MENU
26 Novembre 2022 17:59
26 Novembre 2022 17:59

pm Antonella De Luca

Features
Rocco Palombella, segretario Uilm, contesta il Governo in attesa della decisione del Riesame di Taranto sul ricorso presentato dai legali dell’ ILVA in amministrazione straordinaria , contro la decisione  assunte dal giudice Francesco Maccagnano : “Nella conferenza di stampa di fine anno, il Presidente del Consiglio Conte ha parlato di modello Ilva ma non si capisce quale e in cosa consisterà questo modello vincente che vuole realizzare il Governo”. ESCLUSIVA ALL’INTERNO: il parere favorevole della Procura e del Custode Giudiziario sul funzionamento di AFO2 (documenti integrali)
28 Dicembre 2019
La decisione del giudice del Tribunale di Taranto Francesco Maccagnano, che non ha tenuto in alcun conto il parere della procura di Taranto comporterebbe l’ inizio delle operazioni di spegnimento degli impianti a partire dal 13 dicembre. Un’ennesima manifestazione dello “Stato contro lo Stato” sulla vicenda ILVA. La Procura ed i legali dei Commissari governativi sono già al lavoro per fare ricorso al Tribunale del Riesame
10 Dicembre 2019
La condizione fondamentale per evitare che l’altoforno AFO2 sia spento è collegata alla sicurezza dell’impianto ed all’attuazione di tutte le prescrizioni che, per la mancanza dei commissari straordinari in passato non erano state rispettate ed attuate. In merito all’ordine di spegnimento, è evidente da parte della Procura di Taranto guidata dal procuratore capo dr. Carlo Maria Capristo, la totale assenza una posizione di preclusione verso l’azienda siderurgica, come avveniva invece in passato, quando alcuni magistrati erano smaniosi di protagonismo mediatico alimentato dal servilismo di “pennivendoli & scribacchini” locali
21 Settembre 2019
In passato l’ILVA in amministrazione straordinaria gestita dai commissari Carruba, Gnudi e Laghi, subito dopo l’incidente mortale dell’operaio Morricella, ottenne l’uso dell’impianto sequestrato , grazie a un piano che prevedeva una serie di interventi e di lavori di messa a norma dell’Altoforno AFO2. Lavori che però non sono stati portati a termine per 4 prescrizioni sulle 15 previste. ALL’INTERNO IL PROVVEDIMENTO DI SPEGNIMENTO DI AFO2
10 Luglio 2019
Il professore universitario adesso in pensione assistito dall’avvocato Salvatore Maggio,  ha negato qualsiasi tipo di approccio illecito con le studentesse, contestando un complotto ai suoi danni, che ha a sua volta denunciato. 
9 Maggio 2019
Fra gli arrestati anche don Saverio Calabrese, parroco di Monteparano, 68enne di origini siciliane, finito nei guai per il rapporto allacciato con Nadia Radu, meglio nota come Smeralda.
15 Gennaio 2019
Micelli, secondo le accuse della Procura alla luce delle indagini eseguite dalla Polizia Giudiziaria, si è sostituito illegittimamente ad una persona facendolo “falsamente figurare quale suo creditore, formando in suo nome e per suo conto una falsa dichiarazione di avvenuto pagamento di precedenti obbligazioni pecuniarie con relativa apposizione di firma apocrifa, nonché presentandosi come Scarano Claudio presso gli uffici del Comune di Taranto, al fine di “ottenere la cancellazione del proprio nome dal registro informatico dei protesti “.
15 Giugno 2018
A seguito dei nostri articoli, il Comando Generale dei Carabinieri dei NAS da Roma ha inviato nel capoluogo tarantino dal Comando Interregionale di Napoli il capitano Marra il quale ha coordinato le ispezioni condotte dal NAS dei Carabinieri di Taranto, ed a seguito delle relazioni negative, il prefetto di Taranto dr. Cafagna ha revocato il contratto fra la Cooperativa e la Prefettura di Taranto
11 Novembre 2017
L’uomo nato in Germania ha 45 anni e risiede da tempo a Manduria, ma è stato condannato per associazione mafiosa e a delinquere, finalizzata al traffico di droga e sigarette
1 Settembre 2016
Quel “maledetto” pomeriggio di venerdì 17 luglio i centralini delle istituzioni tarantine sono letteralmente “esplosi”. Le telefonate “bollenti” arrivavano da ovunque. Dalla Presidenza della Repubblica, a Palazzo Chigi, dal CSM al Ministero di Giustizia. E proprio quel giorno a Roma è stato deciso la prossima nomina di un nuovo Procuratore della Repubblica a Taranto che arriverà al 100% da fuori Taranto con una missione molto chiara: riportare serenità, efficienza, equilibrio, ma sopratutto legalità all’ interno degli uffici di giustizia di Taranto
27 Luglio 2015
La Prefettura in serata di fatto “censura” l’operato della Procura e degli incolpevoli Carabinieri che hanno solo eseguito un’ordine della Magistratura tarantina, che secondo noi farebbe bene a rasserenarsi.
17 Luglio 2015
Nonostante il piagnisteo dei soliti “ambientalisti” dell’ultima ora, e le decisioni populistiche della Procura della Repubblica di Taranto, il Governo ha salvato il posto e lo stipendio a circa 20mila famiglie di Taranto e provincia. Ora si può risanare l’azienda e continuare a farla lavorare seppure a regime ridotto.
4 Luglio 2015

Cerca nel sito