Ricordi di un operaio dell’ ILVA: Il guaio è proprio questo che ricordiamo……

Ricordi di un operaio dell’ ILVA: Il guaio è proprio questo che ricordiamo……

Uno sfogo da brividi pubblicato su Facebook da un ex-operaio dell’ ILVA di cui non pubblichiamo il nome per non esporlo a problemi. Un operaio che Procura e Sicurezza ILVA dovrebbero chiamare per farsi spiegare qualcosa…

di Operaio ILVA Taranto

Correva l’anno 2003! Sembra sembra nulla è cambiato !!! Nemmeno il mio ex capo reparto..ancora li…i miei ex colleghi…chi ha fatto carriera, chi è morto chi (pochi) ha cambiato reparto…

Caro Pasquale, Caro Paolo,

Ci siamo svegliati,siamo scesi dal letto,ci siamo lavati il viso,ci  siamo vestiti,abbiamo baciato i nostri cari,abbiamo fatto  colazione,aperto il giornale e …ricordato. Ma non ce n’era  bisogno,non c’era bisogno che le testate giornalistiche ci facessero  da memoria oggi, perchè la memoria di quel giorno è sempre stata con  noi,da quel momento in poi non ci ha mai abbandonati neanche per un  istante.

CdG ilva getto ghisaEra con noi il giorno dopo quando ne parlavamo scioccati al  lavoro, con gli amici,con la famiglia,era con noi il giorno dopo  ancora quando già ci chiedevamo cosa sarebbe accaduto “ora” ci  saremmo aspettato che sindacato e dirigenti, con la mano alla  coscienza avrebbero cominciato a fare sul serio.

La paura che domani  potrebbe capitare a noi,era con noi anche la settimana seguente e  quella successiva ancora quando pian pianino raccoglievamo i cocci  delle nostre certezze indistruttibili di uomini civilizzati e  tornavamo a vivere la nostra quotidianità…guardandoci alle spalle  e chinando il capo all’angoscia che da quel momento in poi non ci avrebbero più abbandonato i nostri delegati sindacali, più  abbandonati, nel sonno e nella veglia, nel silenzio della preghiera e  nella confusione di una discoteca. E’ così. Non potremmo mai  dimenticare quei ragazzi, Paolo e Pasquale.

Noi operai ILVA ricordiamo…..ma voi cari delegati Sindacali (RSU) ,caro nio Capo Reparto… Noi ricordiamo la sera della tragedia, quando tutti voi delegati alle portinerie con le bandiere a sventolare, ci invitavate allo sciopero… e TU mio caro Capo che sembravi dispiaciuto….demoralizzato…..cercavi di farci capire che non era  colpa tua….

Ricordiamo perfettamente le uscite in pompa magna nelle TV dei  segretari Sindacali…….peccato alle 15.40 sono pochi i lavoratori  che avrebbero potuto seguirvi……. Quante cose ricordiamo….”più  sicurezza”…”più  umanità…”

CdG operai ILVAIl guaio è proprio questo che ricordiamo…… Ricordiamo che nulla in questo mese è stato fatto…parole  parole… Il mio capo non ripristina le passerelle rotte a 20 metri di  altezza… Il mio capo non illumina le zone buie dove vado ad operare. Il mio capo permette che un congegno di emergenza  rimani “ponticellato”.

Il mio delegato sindacale pur a conoscenza di tutto questo…rimane  pacato, calmo, inflessibile, SORDO, MUTO.  Qualche pseudo sindacalista promosso, altri alla segreteria nazionale, tutti promossi .Tutti ! Invece il mio collega anche con una bruciatura alla pancia continua a  lavorare…continua a fare 12/16 ore continuate…ma lui ha  famiglia, lui è un capofamiglia,ma sopratutto ha sempre il sorriso sulle  labbra….lui è guardato a vista da Gesù…è lavora  sereno…e non smette mai di dire ” Cristo ci protegge”  tutti……E’ vero !!!!!

Ricordiamo…ricordiamo…..

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?