MENU
30 Novembre 2022 02:09
30 Novembre 2022 02:09

Processo Ruby, il pg della Cassazione : “Provati i reati. Annullare assoluzione di Berlusconi”

Il procuratore generale citando come Veronica Lario aveva definito il marito, dice che quella per le minori era una "passione del drago" . "L'episodio nel quale Silvio Berlusconi racconta che Ruby è la nipote di Mubarak è degno di un film di Mel Brooks e tutto il mondo ci ha riso dietro". Secondo l'accusa la Corte di Appello non dovrà riaprire il dibattimento vero e proprio ma solo rideterminare la pena stabilita in primo grado: sette anni

Proprio nel giorno in cui Silvio Berlusconi ha invitato i deputati e senatori di Forza Italia a votare no alle riforme davanti alla VI sezione penale della Cassazione  l’udienza del processo Ruby che lo vede imputato per prostituzione minorile e concussione. Il procuratore generale della Cassazione, Eduardo Scardaccione, ha chiesto ai supremi giudici della Corte di cassazione di  “annullare l’assoluzione per Silvio Berlusconi“ e rinviare gli atti a Milano per un nuovo processo di secondo grado. Per i giudici di primo grado infatti fu concussione e fu prostituzione minorile. Mentre per quelli di secondo grado, la telefonata in Questura fu un abuso, ma non costituisce reato e non era stato provato il presunto rapporto sessuale con Ruby allora 17enne .

CdG cassazione

Per il procuratore generale  le accuse a carico dell’ex premier sono “pienamente provate” per cui, a suo avviso, la Corte di Appello non dovrà riaprire il dibattimento vero e proprio ma soltanto rideterminare la pena stabilita in primo grado (sette anni di reclusione: 6 anni per la concussione ed 1 per la prostituzione minorile). Secondo l’accusa “non c’è dubbio sull’età (quella di Ruby, ndr) perché l’affido è richiesto e si usa solo per i minori”. Ma non solo la circostanza che Noemi Letizia e Ruby fossero due minorenni “non è una coincidenza” e rende “non credibile” che solo Silvio Berlusconi non sapesse della minore età di Ruby quando tutto il suo entourage ne era al corrente. Il pg ha ricordato quello che ha detto Ruby: “Noemi è la sua pupilla e io il suo culo”. Quella per le minori era una “passione del drago“: così  Veronica Lario  l’ex moglie di Berlusconi aveva definito il marito e il pg lo ha ricordato. “L’episodio nel quale Silvio Berlusconi racconta che Ruby è la nipote di Mubarak è degno di un film di Mel Brooks e tutto il mondo ci ha riso dietro”.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Manovra 2022: "Governo riprenda strada concertazione"
Ecco il "Black Friday Canon": un extra vantaggio per chi ama l'immagine di qualità
Apre a Roma il primo ospedale veterinario gratuito: quando nel resto d' Italia ?
Primo processo per Amara a Milano: "Calunniò ex Csm Mancinetti". Rinviato a giudizio con Calafiore e Centofanti
WhatsApp, sarà possibile usare lo stesso numero su più smartphone
Procuratore capo degli arbitri di calcio italiani arrestato per traffico internazionale di droga
Archivi
Maxiprocesso clan Casamonica, per la Corte d' Appello di Roma "È mafia"
La lezione di Giorgia Meloni a Roberto Saviano:"Non è al di sopra della legge".
La D.I.A. arresta 27 persone a seguito della sentenza di condanna emessa dalla Corte di Appello di Lecce
Smantellata la rete di spie russe infiltrate in Svezia
Ischia: la memoria smarrita di Giuseppe Conte

Cerca nel sito