MENU
1 Ottobre 2022 22:57
1 Ottobre 2022 22:57

Porto di Taranto, lettera di licenziamento per 539 operatori ex-TCT

La risoluzione del contratto di lavoro per i 359 operatori portuali, diventerà definitiva il prossimo11 settembre , quando finirà il periodo di cassa integrazione per la cessata attività siglata un anno fa.

CdG Porto_di_TarantoMentre il commissario del porto di Taranto  Sergio Prete si affanna nel tentativo di riconquistare la “poltrona” alla guida dell’ Autorità Portuale  tarantina, dopo gli ingenti danni causati sotto la sua gestione deficitaria che ha visto scomparire del porto ogni movimento ed attività portuale, la società TCT-Taranto Container Terminal, di proprietà delle società  Evergreen ed Hutchinson, che gestiva in concessione il molo polisettoriale di Taranto  posta in liquidazione lo scorso giugno2015, ha inviato nei giorni scorsi 539 lettere di licenziamento ai suoi ormai ex-dipendenti.

La risoluzione del contratto di lavoro per i 359 operatori portuali, diventerà definitiva il  prossimo11 settembre , quando finirà il periodo di cassa integrazione per la cessata attività siglata un anno fa.

La comunicazione spedita ai lavoratori è il naturale esito alla luce del verbale di mancato accordo firmato lo scorso 9 maggio dinnanzi al  Servizio Controversie Collettive della Provincia di Taranto. La speranza delle sigle sindacali dei sindacati è che i nuovi investitori possano garantire priorità all’ assunzione del personale licenziato da TCT.

Al momento sono tre le offerte presentate per l’utilizzo in concessione della banchina del terminal container, fra le quali quella presentata da Italcave spa (gruppo Caramia) ammessa con riserva e  dovrà presentare delle integrazioni documentali, e quella il consorzio in fase di costituzione composto da Saga Italia Spa una società del Gruppo Bollorè, leader mondiale nel campo dei trasporti internazionali e alla logistica integrata, dallo Ionian Shipping Consortium, Tecnomec Engineering Srl e Taranto Iniziative Produttive Srl .

 

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Rivoluzione bollette: saranno mensili per 7 milioni di famiglie.
Poste Italiane conquista la doppia "A” di Morgan Stanley e debutta nell'indice dello Stoxx Global Esg Leaders
La rivincita arriva dopo 5 anni: Melucci eletto presidente della Provincia di Taranto
Oltre 580 mila posti di lavoro a rischio nel 2023 a causa del caro gas ed elettricità
L’Istituto per il Credito Sportivo e la Direzione Generale Cinema e Audiovisivo del MIC per un concreto sostegno al settore cinematografico
Poste: Del Fante, con LIS Holding 55mila nuovi punti di contatto con 5 milioni di visite al giorno
Archivi
Il "caso Meloni-Jebreal" e la stampa monnezza
I deputati M5S esclusi dalle elezioni verranno retribuiti come dirigenti (con i soldi pubblici)
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
L’Opinione del Direttore

Cerca nel sito