MENU
14 Aprile 2024 04:25
14 Aprile 2024 04:25

M5S : “Amici e nomine politiche di Emiliano. Sugli Aeroporti di Puglia interpelleremo l’ ANAC”

I pentastellati alla Regione Puglia criticano la nomina della Lucarella: "La domanda è chiara: che cosa c’entra una poliziotta nel consiglio d’amministrazione di una società talmente importante e strategica per lo sviluppo del nostro territorio, come Aeroporti di Puglia? La risposta è altrettanto evidente: nulla. O basta un corso Enac per accreditare una persona a sedere nel cda di AdP?"

A seguito della  nomina di ieri della poliziotta-sindacalista-imprenditrice (???)  Beatrice Lucarella,in servizio alla Questura di Roma e vicepresidente dei giovani di Confindustria Taranto, quale componente del consiglio di amministrazione di Aeroporti di Puglia (Adp).  intervengono duramente i consiglieri regionali  del M5S Puglia annunciando una istanza di parere all’Autorità Nazionale AntiCorruzione:

“La domanda è chiara: che cosa c’entra una poliziotta nel consiglio d’amministrazione di una società talmente importante e strategica per lo sviluppo del nostro territorio, come Aeroporti di Puglia? La risposta è altrettanto evidente: nulla. O basta un corso Enac per accreditare una persona a sedere nel cda di AdP?  Nel tentativo di comprendere la ratio di questa scelta abbiamo provato ad indagare sull’esperienza ma nessuno dei suoi incarichi attuali o precedenti la accredita come esperta nel settore aeroportuale.

Da notizie apparse sugli organi di stampa si apprende che la Lucarella lavora nell’ufficio stampa di un sindacato di polizia ed è vicepresidente dei giovani imprenditori di Confindustria a Taranto.  Ci auguriamo trovi il tempo di fare anche la poliziotta, incarico per il quale è pagata dalla comunità e ci chiediamo cosa abbia da dire il Ministro dell’Interno in merito.”

“Dal canto nostro  – continua il Gruppo M5S alla Regione Puglia – gireremo il quesito direttamente all’ANAC: esistono sentenze riguardo l’impossibilità di svolgere attività di amministrazione attiva per le forze dell’ordine in potenziale conflitto di interesse.

L’unica triste spiegazione è che anche questa nomina non sia altro che una strizzatina d’occhio politica (se non frutto di un accordo) del presidente Emilianocontinua la nota del M5S Puglia – ad una parte della classe politica di Taranto e di Martina Franca, dal momento che entrambi i comuni andranno ad elezioni a breve. Non bastava già la nomina di Antonio Vasile amico ed ex assessore di Emiliano ?  Possibile che l’ex PM Emiliano continui a trattare la regione Puglia come “cosa sua”? Possibile che da irresponsabile continui a collocare persone in ruoli chiave per lo sviluppo della nostra Regione, non scegliendole sulla base del merito o delle esigenze ma sulla base di convenienze personali o politiche?”

I cinquestelle ricordano come proprio per scongiurare qualsiasi operazione di questo tipo, avessero nei mesi scorsi, con una interrogazione a prima firma Barone e Galante indirizzata all’assessore Giannini, chiesto l’azzeramento del Cda di Aeroporti di Puglia  procedendo a nomine di merito che rappresentassero tutti i territori e le province pugliesi. “Ai fatti e alle esigenze di tutti i territori pugliesi, ancora una volta – concludono – si è preferito il manuale Cencelli. I pugliesi ne prendano atto.”


Di parere opposto il capogruppo del Pd alla Regione Puglia,
Michele Mazzarano, secondo il quale “la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione di Aeroporti di Puglia è una buona notizia per la nostra regione” aggiungendo  “In particolare per quanto riguarda la nomina di Beatrice Lucarella ringrazio il presidente Emiliano per la scelta compiuta ennesima attenzione di vicinanza al territorio tarantino“.

Ma cosa aspettarsi da un politicante come Mazzarano che si faceva finanziare il suo Festival dell’ Unità a Massafra dal “pluricondannato” Giampi Tarantini (il “portatore” di escort ai bunga-bunga di Berlusconi n.d.r.) , che si è preso per addetto stampa, pagato con i soldi pubblici della Regione Puglia  il giornalista Michele Mascellaro intercettato dalla magistratura tarantina nel corso dell’inchiesta su “Ambiente Svenduto” , quando dirigeva un quotidiano locale – che prendeva ordini dal grande corruttore Girolamo Archinà ?

Evidentemente questa è la politicadell’ex-magistrato Michele Emiliano, che evidentemente deve aver abbandonato la lettura del Codice Penale da molto tempo. Troppo.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

Articoli Correlati

Mazzarano fuori dal Pd un anno dopo. Ma si tiene la poltrona (e lo stipendio !) di consigliere regionale nonostante la sua condanna definitiva
Inchieste Puglia, continua il gioco sporco nel "campo largo" di Conte: "Lasciamo tutti gli incarichi alla Regione. É ora di fare pulizia"
Valensise, l’ex n.2 del DIS guiderà l’Aisi
Sondaggio Euromedia elezioni Europee: con Meloni Fdi al 27,1% , con Schlein capolista Pd al 19,8%
Sergio De Caprio (Ultimo): dalla cattura di Totò Riina all'impegno nel sociale
15 anni fa il terremoto a L'Aquila. Mattarella: "Ricostruire è un dovere"
Cerca
Archivi
E' morto a 83 anni lo stilista Roberto Cavalli
Chiusa la seconda indagine su Visibilia: indagata Daniela Santanchè per falso in bilancio
Weekend con sole e clima molto mite
Giochi del Mediterraneo 2026: semaforo verde di Emiliano al governo
Mazzarano fuori dal Pd un anno dopo. Ma si tiene la poltrona (e lo stipendio !) di consigliere regionale nonostante la sua condanna definitiva

Cerca nel sito