MENU
27 Settembre 2022 00:05
27 Settembre 2022 00:05

In fiamme i locali dell’archivio del Giudice di Pace di Bari

In fumo tutte le schede elettorali delle elezioni amministrative del 2015 e delle ultime elezioni politiche 2018. Indagini della Polizia Scientifica in corso all’interno dei sotterranei degli uffici del Giudice di Pace per accertare la natura dell’incendio che ha distrutto l’archivio, andato completamente distrutto

BARI – Questa mattina si è sviluppato un incendio all’interno degli uffici del Giudice di Pace di Bari nello stabile di Viale Europa al quartiere San Paolo, dove erano custodite le schede elettorali delle elezioni amministrative del 2015 e delle politiche 2018. 

Sul luogo dell’incendio sono intervenuti immediatamente cinque squadre dei Vigili del Fuoco che stanno effettuando i dovuti accertamenti del caso per cercare di appurare e determinare le origini dell’ incendio, che sicuramente lascia più di qualche dubbio e sospetto.

La Polizia Scientifica è già  al lavoro  all’interno dei sotterranei degli uffici del Giudice di Pace per accertare la natura dell’incendio che ha distrutto l’archivio, andato completamente distrutto. Accertamenti anche sulle auto parcheggiate nei dintorni.

Sono intervenuti anche gli agenti della Digos insieme con Polizia Locale che hanno avviato con i Vigili del Fuoco le operazioni di messa in sicurezza della zona.  Al momento tutte le ipotesi vengono vagliate ma non si esclude che il rogo possa essere doloso. Il portone è stato infatti trovato aperto. Le fiamme hanno avuto origine nei locali sotterranei e il calore dell’incendio ha danneggiato seriamente il tubo dell’impianto fognario.

Proprio a Bari nei giorni scorsi vi sono state polemiche e contestazioni da parte di candidati risultati non eletti sia alla Camera, che al Senato dove per il complesso meccanismo delle attribuzioni di seggi con i resti la commissione elettorale della Corte d’Appello aveva proclamato gli eletti alla Camera confermando i criteri scelti dal Viminale ma per il Senato era stato di parere opposto determinando la revoca di un seggio ai danni di Stefano Boccardi di Forza Italia, in favore di Carmela Minuto dello stesso partito.

(fotoservizio di Donatella Lopez)

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Tutti gli eletti dei "listini" nei collegi plurinominali alla Camera e Senato in Puglia
Danno da 11 milioni alla Regione Lazio, Zingaretti sotto inchiesta per le mascherine mai consegnate
La Milano by-night schiava di droga e sesso
Esercitazione aeronavale delle Fiamme Gialle nel golfo di Taranto
Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per aver dopo averle stordite con mix di droghe e violentato due modelle
Ecco chi sarebbe la donna "anonima" che accusava il Sen. Matteo Richetti (Azione)
Archivi
Vincenti & Sconfitti: ecco chi sono
L’Opinione del Direttore
Tutti gli eletti dei "listini" nei collegi plurinominali alla Camera e Senato in Puglia
A Taranto Fratelli d' Italia supera il M5S ed il PD. Sconfitto il reddito cittadinanza e l'effetto Melucci. Eletti Iaia alla Camera e Nocco al Senato
Elezioni 2022: successo per Giorgia Meloni, male gli alleati Lega e Fi. Crollo Pd e ripresa del M5s. Cresce il Terzo Polo

Cerca nel sito