MENU
3 Marzo 2024 21:11
3 Marzo 2024 21:11

ILVA, Lospinuso (Forza Italia) : “Necessari atti concreti per salvare impresa e lavoro”

Sull’ ILVA di Taranto bisogna comprendere che o si fa qualcosa di concreto e il prima possibile, oppure avremo migliaia di disoccupati e nessun intervento di risanamento ambientale”. Lo dichiara Pietro Lospinuso consigliere regionale di Forza Italia, . “La proposta del premier di nazionalizzare a tempo il polo siderurgico tarantino –aggiunge- probabilmente rappresenta l’unica strada davvero utile al perseguimento di interessi che non possiamo accettare restino contrapposti a vita: lavoro e salute pubblica. Se è vero come è vero che l’ILVA è una questione nazionale, è giusto che venga risolta contando sulle forze dell’intero Paese. Tra l’altro, si deve considerare che lo Stato ha gestito l’ Italsider per 35 anni ed ha, quindi, contribuito al disastro ambientale e sanitario nel capoluogo ionico. Credo sarebbe difficile, dopo anni di giri a vuoto, una soluzione diversa per garantire il pieno dell’attività produttiva ed anche gli interventi di risanamento ambientale. Se a Taranto l’inquinamento è sempre lì e continua a nuocere ai nostri figli, – ha aggiunto Lospinuso – è opportuno che sia il governo nazionale a farsi carico della necessità di porre rimedio. C’è chi fa, probabilmente, la filosofia con la vita degli altri: alle persone realmente attaccate al territorio non importa chi paga, se un privato o lo Stato. Importa sapere che possiamo dare un segnale non solo alle migliaia di operai ILVA, ma anche a tutto l’indotto industriale locale che oggi vive un momento drammatico a causa della crisi dello stabilimento. Perciò, ben venga la nazionalizzazione temporanea del polo. Abbiamo bisogno di passi in avanti e che questi passi siano anche concreti perché –conclude Lospinuso di tempo ne abbiamo perso già troppo

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Il dietro-front di Ferretti, una sconfitta per la "via della seta" del M5s.
Giochi del Mediterraneo, legittima la nomina del commissario Ferrarese ma sulle opere necessaria l'intesa con la Regione Puglia
A Torino, antagonisti assaltano volante della Polizia di Stato. La premier Meloni: "Pericoloso togliere sostegno alla Polizia"
Regionali, il centrodestra ricandida i governatori uscenti
La Von Der Leyen avverte: "una guerra non è imminente ma non è impossibile"
Lo sfogo di Decaro sul rischio di scioglimento per mafia del Comune di Bari, che però ha dimenticato il blitz antimafia
Cerca
Archivi
Laudati ex procuratore di Bari indagato dalla procura di Perugia per il caso Crosetto
Gli affari e le speculazioni incrociate fra Albanese, Miccolis e Ladisa sul patrimonio della Gazzetta del Mezzogiorno finiscono in Parlamento.
ESCLUSIVA: l'ordinanza integrale sull'operazione antimafia della DDA di Bari e della Polizia di Stato che hanno svelato gli intrecci con la politica e l'economia
Policlinico Foggia, trovate larve nei piatti di prosciutto crudo termosigillati: sanzione per l’azienda Ladisa di Bari
Incontro Meloni-Biden alla Casa Bianca: sul tavolo la crisi umanitaria a Gaza e la situazione migranti

Cerca nel sito