MENU
16 Agosto 2022 02:54
16 Agosto 2022 02:54

Il riscatto del talento Le Clerc, un trionfo con il cuore in gola.

Un segnale di grande vitalità che con la terza vittoria stagionale restituisce il sorriso a Charles Leclerc, che dopo Silverstone aveva masticato amaro e sabato, nella gara Sprint in Austria, non era riuscito a battere Verstappen.

La Ferrari non vinceva dal 2003 a Spielberg in Austria e questa è sicuramente una bella soddisfazione, nel feudo della Red Bull sul circuito che porta il suo nome, cogliendo la seconda vittoria di fila, dopo Silverstone che ha visto Sainz al suo primo successo in carriera. Un segnale di grande vitalità che con la terza vittoria stagionale restituisce il sorriso a Charles Leclerc, che dopo Silverstone aveva masticato amaro e sabato, nella gara Sprint in Austria, non era riuscito a battere Verstappen.

Charles Leclerc sul podio in Austria

Ma mentre ci sono segnali positivi sui piloti , c’è un dato negativo: l’affidabilità della monoposto. Sulla Ferrari guidata da Carlos Sainz è saltato tutto (in settimana si capirà cosa abbia dato il via alla rovinosa rottura, tra fuoco e fumo, si presume il motore) , su quella guidata da Leclerc c’è stato un piccolo malfunzionamento al pedale dell’acceleratore che ha reso i giri finali un vero e proprio terno al lotto. Guidare negli ultimi giri in quelle condizioni e vincere la gara è stata una vera impresa, testimonianza che la sua maturazione di pilota è ormai un fatto acquisito. Il fronte dell’affidabilità è quindi ancora instabile come ammesso subito dopo la gara da Mattia Binotto, il quale ha ammesso che c’è ancora da lavorare su questo fronte .

Carlos Sainz, potenzialmente secondo è stato costretto purtroppo a ritirarsi così interrompendo il suo momento magico. Adesso che il gap di punti tra Leclerc e Sainz è cresciuto, dovrebbe essere più semplice per la Ferrari decidere le gerarchie in squadra e puntare tutto sul monegasco. Sul fronte della classifica il passo è stato di soli 7 punti, ma in quanto a morale, a casa Verstappen-Marko-Mateschitz, è un gran toccasana. Ora il pilota olandese ha 208 punti, Le Clerc ne ha recuperati appena sette arrivando a 170, ma per la bellezza di come li ha recuperati sembrano (e pesano per il morale) molti di più.  

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Benedetta Pilato ha pianto "per Stefano" dopo aver vinto agli Europei di nuoto
Ecco come e dove vedere in diretta il calcio italiano ed estero su Dazn, Sky, Amazon, Rai, Mediaset
Milano-Cortina. Malagò: “a breve annunciati gli sponsor”
Silverstone, vittoria Ferrari e primo trionfo di Sainz. Il monegasco Leclerc deluso arriva solo 4°
Paltrinieri compie un capolavoro mondiale e conquista la medaglia oro nei 1500 sl. Pilato medaglia argento nei 50 rana
La campionessa Benny Pilato supera ogni il tabù: “Il ciclo? Dobbiamo poterne parlare”
Archivi
Buon ferragosto
Quello che le "toghe rosse" non dicono sul Csm...e le loro carriere "correntizie"
Ferragosto 2022, apertura straordinaria di musei e siti archeologici statali
Benedetta Pilato ha pianto "per Stefano" dopo aver vinto agli Europei di nuoto
L'ex presidente USA Donald Trump è sotto indagine per spionaggio

Cerca nel sito