MENU
30 Giugno 2022 14:55
30 Giugno 2022 14:55

Guerra Russia-Ucraina. Raggiunto accordo per evacuare feriti dall’acciaieria Azovstal. La Svezia come la Finlandia, subito nella Nato

Forze ucraine al confine russo a nord di Kharkiv. Zelensky chiede «negoziati anche per l’uscita dei militari». Il no del Cremlino. Borrell: sull’embargo al petrolio non garantisco accordo. Mosca assicura: nessuna telefonata Putin-Biden in programma. 250 soldati finlandesi nelle esercitazioni Nato.

Il ministro della Difesa russo ha annunciato che sarebbe stato aperto un corridoio umanitario per mettere in salvo chi è bloccato all’interno della acciaierie Azovstal, nove militari con la bandiera bianca usciti dai sotterranei. Duro discorso di Putin: “Laboratori americani sono impegnati nello sviluppo di armi batteriologiche. In Ucraina abbiamo trovato le prove“. Il capo del Pentagono Austin: sostegno totale Usa all’ Ucraina. La trattativa per approvare l’embargo sul petrolio russo parte in salita: l’Alto rappresentante per la politica estera Ue Borrell afferma di “non poter garantire l’accordo“. Il Vice ministro degli Esteri russo contro Svezia e Finlandia nella Nato: “Errore con conseguenze di vasta portata, non si illudano che sopporteremo”. Zelensky prevede un’ attacco russo nel Donbass, “ma l’operazione militare russa è fallita“.

notizie in aggiornamento

La cronaca della giornata |

h. 21.40 | Ucraina, i primi feriti portati via dalle acciaierie Azovstal

E’ iniziata l’evacuazione dei militari feriti e finora rimasti all’interno delle acciaierie Azovstal di Mariupol. L’operazione arriva dopo l’accordo sull’apertura di una corridoio umanitario concordato tra Russia ed Ucraina

h. 21.21 | Zelensky: “Il nostro Stato non sarà mai più una vittima”

L’Ucraina ha fatto la sua scelta: il nostro Stato non sarà mai più una vittima. Non sarà solo un osservatore della vita, inclusa la sua stessa vita. Possiamo, vogliamo e saremo soggetti nella vita”. Lo dichiara il presidente dell’Ucraina Voldymyr Zelensky su Telegram, pubblicando il video del suo intervento con gli studenti delle maggiori universita americane. “È da qui – aggiunge – che viene la nostra forza, il nostro forte desiderio di libertà, per cui stiamo lottando“.

h. 21.04 | Sindaco di Mariupol: “Morte 15 donne ad Azovstal

Quindici giovani donne, militari e della sanità, sono già morte ad Azovstal. E’ una tragedia per l’intero popolo ucraino. Sono i migliori di noi, veri eroi. Bisogna fare ogni sforzo per salvarli“. Lo ha scritto su Telegram il sindaco di Mariupol, Vadym Boychenko, rilanciato su Ukrinform.

h. 20.44 | Governatore di Donetsk: “Oggi 9 civili uccisi e 6 feriti

“Il 16 maggio i russi hanno ucciso nove civili a Donetsk. E altre sei persone sono rimaste ferite“. Lo comunica su Telegram Pavlo Kyrylenko, governatore della regione di Donetsk. Il bilancio della regione sale così a 375 morti e 1.081 feriti. Delle vittime di oggi, tre sono morte a Lyman, due ad Avdiivka e le altre a Marinka, Klinov, Drobyshev e Katerynivka.

h. 20.39 | Scholz: “Se andrò a Kiev sarà per questioni concrete

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha dichiarato che si recherà a Kiev solo se ci sarà da affrontare argomenti concreti. “Non ho intenzione di unirmi a un gruppo di persone che fa una visita veloce per fare delle fotografie. Nel caso, si tratterà sempre di fatti molto concreti”. Il cancelliere lo ha detto durante un’intervista al canale Rtl, anticipata da Dpa. Non ci sono attualmente ancora indicazioni di una visita di Scholz in Ucraina.

h. 20.18 | Immagini satellitari svelano quarta fossa comune a Mariupol

Una grande fossa comune è stata scavata vicino al cimitero centrale di Mariupol. A scoprirlo sono stati, grazie all’analisi delle foto satellitari di Maxar, i giornalisti di Radio Svoboda. La sepoltura di massa – la quarta scoperta a Mariupol – è composta da due trincee, lunghe oltre 30 metri, scavate probabilmente già i primi di marzo.

h. 20.10 | Azov, pronti a obbedire all’ordine di evacuazione

I difensori di Mariupol hanno eseguito l’ordine. Nonostante tutte le difficoltà, hanno respinto le forze schiaccianti del nemico per 82 giorni e hanno permesso all’esercito ucraino di riorganizzarsi, addestrare più personale e ricevere armi dai Paesi partner. Nessuna arma funzionerà senza militari professionisti, il che li rende l’elemento più prezioso dell’esercito. Per salvare vite umane, l’intera guarnigione di Mariupol sta attuando la decisione (di evacuazione) approvata dal Comando supremo e spera nel sostegno del popolo ucraino”. Lo dice in un videomessaggio Denis Prokopenko comandante del reggimento Azov, .

h. 20.08 | Stoltenberg, adesione Svezia rafforzerebbe sicurezza

Importante telefonata con la premier svedese Magdalena Andersson. Accolgo con favore la decisione del suo governo di richiedere l’adesione alla Nato”. Lo scrive in un tweet il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg. “La Svezia è uno dei nostri partner più vicini e l’adesione rafforzerebbe la sicurezza dell’area euro-atlantica e della Svezia in un momento critico”, aggiunge.

h. 19.50 | Borrell, Ue: non riconosceremo un solo chilometro quadrato preso da Mosca in Ucraina

Non permetteremo che alcuna parte ucraina sia rivendicata“. “Non riconosceremo un solo km quadrato di terra ucraina presa dalla Russia”. Lo ha sottolineato l’Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Josep Borrell al termine della riunione dei ministri degli Esteri dei 27. “Abbiamo da superare tre prove: guerra, resilienza e legittimità internazionale”, ha aggiunto.

h. 19.30 | Erdogan: “Non diremo sì all’ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato

La Turchia “non dirà sì” all’ingresso di Svezia e Finlandia nella Nato. Lo ha dichiarato il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan, in una conferenza stampa congiunta ad Ankara con l’omonimo algerino, Abdelmadjid Tebboune, secondo quanto riportato dai media turchi. “Non diremmo di sì alla loro adesione alla Nato, senza offesa“, ha detto Erdogan, “da entrambi i Paesi non c’è un atteggiamento chiaro nei confronti delle organizzazioni terroristiche“. “Verranno lunedì, verranno a convincerci? Non si diano pena“, ha aggiunto Erdogan, “non diremo di sì all’ingresso nella Nato, un’organizzazione di sicurezza, a coloro che impongono sanzioni alla Turchia“. Il capo di Stato turco si riferisce al sostegno dei due Paesi nordici all’Ypg, le milizie curde del Nord della Siria che Ankara ritiene terroristi, e ai loro limiti alle esportazioni di tecnologie militari in Turchia.

h. 19.15 | Mosca: “Una risposta alla minaccia della Svezia nella Nato

La Russia dovrà intraprendere dei passi “di risposta alle minacce derivanti dall’adesione della Svezia alla Nato“. Lo ha affermato il ministero degli Esteri di Mosca, citato dalla Tass. La risposta, ha aggiunto il ministero, dipenderà dai “termini concreti della sua integrazione nell’Alleanza

h. 18.45 | Borrell: oggi non possibile accordo sul petrolio

Non è stato ancora possibile arrivare ad un accordo oggi sul sesto pacchetto delle sanzioni” contro la Russia. “La questione tornerà sul tavolo degli ambasciatori”. Lo ha dichiarato l’Alto rappresentante dell’Ue per la Politica estera, Josep Borrell, al termine del Consiglio Affari esteri. “Ci sono delle difficoltà perchè c’è l’unanimità”, ha aggiunto.

h. 18.20 | Ucraina, governatore del Lugansk: bombardata Severodonetsk, almeno 10 morti

Le forze russe continuano ad attaccare Severodonetsk. Il bilancio attuale è di almeno 10 morti. Lo riferisce Serhii Haidai, il governatore della regione di Lugansk. “Almeno 10 persone sono state uccise. Al momento è estremamente difficile controllare l’area a causa dei nuovi bombardamenti“, sottolinea Haidai.

I bombardamenti di oggi a Severodonetsk 

h. 18.00 | Il premier del Montenegro appoggia l’ingresso della Finlandia nella Nato

Il premier montenegrino Dritan Abazovic ha detto oggi che il suo Paese appoggia la domanda della Finlandia di aderire alla Nato. “E’ interesse comune che l’Europa sia forte e unita nella difesa dei valori di civiltà”, ha detto Abazovic in un incontro con l’ambasciatore finlandese a Podgorica Kim Lahdevirt.Ci aspettiamo un appoggio ancora maggiore della Finlandia ai nostri sforzi di divenire il primo prossimo Paese membro della Ue“, ha aggiunto il premier, citato dai media regionali. Il Montenegro, indipendenre dal 2006 quando con un referendum si staccò da una Unione con la Serbia, ha aderito alla Nato quale 29/mo Paese membro nel giugno 2017 nonostante la forte opposizione della Russia. Ultimo Paese a entrare a far parte dell’Alleanza atlantica è stata la Macedonia del Nord, anch’essa Paese della ex Jugoslavia, nel marzo 2020. Il Montenegro, piccolo stato balcanico affacciato sull’Adriatico che conta solo poco più di 600 mila abitanti, è impegnato nel negoziato di adesione all’Unione europea.
 

h. 17.10 | Draghi riceve Salvini: impegno per la pace e sostegno a Kiev. Ma il leader della Lega: “Cessate il fuoco

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha incontrato oggi pomeriggio, a Palazzo Chigi, il segretario della Lega, Matteo Salvini. Il colloquio si è incentrato sulla recente visita negli Stati Uniti, nel corso della quale è stato riaffermato l’impegno dell’Italia per la pace attraverso il sostegno all’Ucraina, l’imposizione di sanzioni alla Russia, la rinnovata richiesta di un cessate il fuoco e dell’avvio di negoziati credibili. Nel corso dell’incontro si è parlato anche delle conseguenze economiche e umanitarie del conflitto in corso, con particolare riferimento alla necessità di prevenire una crisi alimentare sul larga scala e di proseguire lungo la strada dell’accoglienza ai profughi ucraini. Sul fronte dell’energia, è stata condivisa l’importanza di un percorso che affianchi diversificazione delle fonti di approvvigionamento e investimenti sulle rinnovabili. Il leader della Lega dopo l’incontro ha dichiarato che “l’ulteriore invio di armi all’Ucraina allontana la pace“. Ed aggiunge: “Serve il cessate il fuoco al più presto, con l’Italia protagonista”.

Il segretario della Lega Matteo Salvini all’uscita da Palazzo Chigi

h. 16.50 | Lukashenko: uniti con la Russia contro l’Occidente

Senza un fronte unito, l’Occidente aumenterà la sua pressione sullo spazio post-sovietico“. Lo ha detto il presidente bielorusso Alexander Lukashenko al vertice dell’Organizzazione del trattato di sicurezza collettivo (Csto) oggi a Mosca, lanciando un appello ai leader dei membri – sei Paesi ex sovietici, guidati dalla Russia – ad agire insieme contro le “sanzioni infernali” dell’Occidente. Lo riporta la Bbc.

h. 16.29 | Ucraina, da oggi a Milano attiva l’infoline finanziata da Shevchenko

Sarà operativo da oggi a Milano il numero gratuito ‘Insieme per l’Ucraina’ 020205 (in lingua ucraina) per i profughi dalla guerra finanziato dall’ex calciatore del Milan Andrij Shevchenko. Lo ha reso noto il Comune di Milano. L’infoline è stato ideato per fornire informazioni ai profughi e fare una mappatura dei loro bisogni per poi costruire le risposte più adeguate. Con l’attivazione del centralino telefonico, entra nella sua fase operativa il progetto realizzato da Fondazione Ismu, Codici e Progetto Integrazione, in collaborazione con Palazzo Marino e finanziato appunto da Shevchenko attraverso una donazione al Fondo #MilanoAiutaUcraina, costituito da Fondazione di Comunità Milano su impulso del Comune. La linea sarà operativa a partire da oggi con operatori madrelingua che, dalle 9 alle 18, dal lunedì al venerdì, forniranno ascolto e orientamento integrato con i servizi del Comune di Milano e delle reti territoriali.

h. 15.30 | Adesione Nato, il ministro della Difesa della Svezia negli Usa. Pieno sostegno di Macron

Il ministro della Difesa svedese, Peter Hultqvis, sarà negli Stati Uniti mercoledì prossimo per incontrare il capo del Pentagono, Lloyd Austin. Lo annuncia il governo di Stoccolma precisando che al centro dei colloqui a Washington ci saranno la “domanda di adesione alla Nato della Svezia, l’aggressione della Russia contro l’Ucraina, la situazione della sicurezza in Europa e i rapporti bilaterali”. Hultqvist incontrerà anche una delegazione del Congresso Usa. Macron promette pieno sostegno all’ingresso: lo conferma l’Eliseo.

h. 15.30 | Adesione Nato, il ministro della Difesa della Svezia negli Usa. Pieno sostegno di Macron

Il ministro della Difesa svedese, Peter Hultqvis, sarà negli Stati Uniti mercoledì prossimo per incontrare il capo del Pentagono, Lloyd Austin. Lo annuncia il governo di Stoccolma precisando che al centro dei colloqui a Washington ci saranno la “domanda di adesione alla Nato della Svezia, l’aggressione della Russia contro l’Ucraina, la situazione della sicurezza in Europa e i rapporti bilaterali”. Hultqvist incontrerà anche una delegazione del Congresso Usa. Macron promette pieno sostegno all’ingresso: lo conferma l’Eliseo.

h. 15.00 | Ministro difesa russo: “Aperto corridoio umanitario Azovstal

Il ministro della difesa russo Sergej Shoigu:È stato aperto un corridoio umanitario all’acciaieria Azovstal”. Mosca precisa che è stato raggiunto un accordo per l’evacuazione dei militari ucraini feriti e rimasti all’interno dell’acciaieria di Mariupol. Annunciata una tregua. “Il 16 maggio, a seguito di negoziati con i rappresentanti del personale militare ucraino bloccato sul territorio dell’impianto metallurgico, è stato raggiunto un accordo sulla rimozione dei feriti”, ha affermato il ministero della Difesa russo citato da Interfax. “Attualmente è stato introdotto un regime di silenzio nell’area dell’impianto ed è stato aperto un corridoio umanitario, attraverso il quale i militari ucraini feriti vengono consegnati a una struttura medica a Novoazovsk nella Repubblica popolare di Donetsk per fornire a tutti loro l’assistenza necessaria”, hanno detto i militari.

h. 14:33 | Putin: “Reagiremo all’espansione Nato in Svezia e Finlandia”

La Russia non ha “alcun problema con la Finlandia e con la Svezia”, secondo Vladimir Putin, ma Mosca dovrà dare una “risposta” al loro ingresso nella Nato e alla presenza di infrastrutture militari nei due Paesi. Al vertice del Csto, l’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva in corso a Mosca, il presidente russo ha dichiarato: “Reagiremo all’espansione delle infrastrutture militari della Nato alla Svezia e alla Finlandia. Bisogna prestare maggiore attenzione ai piani della Nato di aumentare la sua influenza globale“.

h. 13:58 | Putin: “Usa impegnati in sviluppo armi batteriologiche”

Il presidente russo Vladimir Putin: “Laboratori americani sono impegnati nello sviluppo di armi batteriologiche. In Ucraina abbiamo trovato prove di armi batteriologiche“. Nei giorni scorsi il capo delle Forze armate russe per la Difesa chimica, biologica e radioattiva Igor Kirillov aveva accusato Pfizer di essere “coinvolte nell’attività biologico-militare degli Usa sul territorio ucraino”.

h. 13:40 | Filorussi Donetsk: 9 soldati fuori da Azovstal con bandiera bianca

Il comandante filo-russo della brigata Vostok della Repubblica popolare di Donetsk, Alexander Khodakovsky,  sostiene al canale Rossiya 1 che i militari russi stanno negoziando con gli ucraini ad Azovstal e 9 militari con la bandiera bianca sono già usciti dai sotterranei dello stabilimento per condurre la trattativa.

h. 13:26 | Anche 250 soldati finlandesi nelle esercitazioni Nato

Nelle esercitazioni Nato in corso in Estonia sono impegnati anche soldati finlandesi, svedesi e ucraini: coinvolti in totale 16mila militari provenienti da 11 Paesi, tra Forze armate di terra, mare, aria e anche unità cyber. Secondo i media di Helsinki, sono 250 i soldati finlandesi nella cosidetta esercitazione “Hedgehog 2022” che si svolge, anche se era prevista da un anno, subito dopo l’annuncio della Finlandia di richiedere l’adesione all’Alleanza atlantica.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Draghi al G7: “Sanzioni fondamentali per spingere la Russia a negoziare. Putin al G20? Da remoto”.
I ministri della Lega non indirizzano abbastanza risorse del Pnrr al sud. Ma chiedono i voti...
Guerra Russia-Ucraina. Svolta Ue, sì alla candidatura di Ucraina e Moldavia. Zelensky: “Italia al fianco di Kiev, grazie Draghi”.
Di Maio lascia i 5Stelle: nasce il gruppo “Insieme per il futuro”
Il destino dell' Europa in ballo per i "capricci" di Conte e dei grillini. Draghi perde la pazienza
Guerra Ucraina-Russia: ecco i Paesi che hanno inviato più armi a Kiev. Primi gli Usa, la Polonia più di Germania e Italia
Archivi
Il giornalista Rai Ranucci (Report) indagato dalla procura di Roma per minacce via chat e sms all' on. Ruggieri.
Cambio di vertice allo S.C.I.C.O. delle Fiamme Gialle
Stefano Costantini è il nuovo capo Ufficio stampa del sindaco di Roma
Draghi al G7: “Sanzioni fondamentali per spingere la Russia a negoziare. Putin al G20? Da remoto”.
Condannato a 12 anni e 8 mesi l'ex giudice di Bari De Benedictis

Cerca nel sito