MENU
5 Dicembre 2022 19:55
5 Dicembre 2022 19:55

Facebook (Meta) licenzia anche in Italia. A casa 22 dipendenti della sede di Milano

Secondo quanto reso noto da Cgil, Cisl e Uil, tra i licenziati ci sono anche 22 dipendenti pari al 17% degli impiegati della sede di Milano, dove lavorano 130 persone .

Il taglio di 11 mila posti di lavoro messo in atto da Meta la holding di Mark Zuckerberg che controlla Facebook, Instagram e Whatsapp, avrà ripercussioni anche sulla filiale italiana. Secondo quanto reso noto da Cgil, Cisl e Uil, tra i licenziati ci sono anche 22 dipendenti pari al 17% degli impiegati della sede di Milano, dove lavorano 130 persone .

Un numero di licenziamenti non confermato da Meta che in una nota ha fatto sapere di non poter al momento “determinare il numero esatto di dipendenti in esubero in Italia” precisando che “Quello fornito ai sindacati non è il numero definitivo ma rappresenta un numero potenziale di persone coinvolte”, ha aggiunto l’azienda, che “lavorarà a stretto contatto con i sindacati e avvierà una consultazione collettiva nei prossimi mesi”.

Il comunicato di Cgil, Cisl e Uil

“In queste ore, si legge nella nota dei sindacati, è arrivata l’ufficializzazione dell’avvio di un licenziamento collettivo anche nel nostro Paese con la motivazione di una riorganizzazione delle proprie divisioni finalizzata a migliorare i margini di efficienza”.
“Meta-Facebook, hanno sottolineato le organizzazioni dei lavoratori, decide sostanzialmente di licenziare a causa di errate scelte di business, gli eccessivi investimenti e i ritorni economici non allineati alle aspettative”.
“Questa ennesima crisi mostra la fragilità del modello economico che sottende a tali piattaforme digitali, non è quindi accettabile che i costi o i mancati profitti pesino solamente sulle spalle di lavoratrici e lavoratori”.

I sindacati hanno segnalato inoltre che nei prossimi giorni incontreranno “ la dirigenza aziendale chiedendo il ritiro dei licenziamenti”. “Se le nostre richieste non troveranno risposta, valuteremo tutte le azioni utili da mettere in campo nel tentativo di ridurre al minimo le ricadute sulle persone coinvolte”.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Le Ferrovie dello Stato lanciano gara collegamento Aeroporto del Salento. I nuovi treni per la Puglia
Lavoro. L’ occupazione vola al massimo dal 1977
Previsti 19 milioni di euro nella Legge di Bilancio 2003 per integrazione salariale ai lavoratori ex-Ilva in a.s.
Poste Italiane ottiene la certificazione "Equal-Salary" per le politiche salariali tra donne e uomini
Esperti nazionali ed internazionali si confrontano a Bari sul futuro dell’acqua
L'Antitrust sanziona per 5 milioni di euro Enel ed agenzie partner
Archivi
Governo: "Durerà per intera legislatura"
Renzi lancia l'accordo di federazione Italia Viva-Azione
L'eleganza made in Italy piange la scomparsa di Cesare Attolini, "padre" della sartoria napoletana
Le Ferrovie dello Stato lanciano gara collegamento Aeroporto del Salento. I nuovi treni per la Puglia
Scoperti a Roma 95 "furbetti" del Reddito di cittadinanza: alcuni erano ai domiciliari e percepivano il sussidio

Cerca nel sito