MENU
19 Maggio 2024 04:08
19 Maggio 2024 04:08

L’editoriale

L'editoriale |
“il rafforzamento dei poteri del primo ministro richiederebbe un altrettanto forte consolidamento del ruolo rappresentativo del Parlamento. Se invece si continua allegramente a portare i fedelissimi alla Camera e al Senato, facendoli contare poco e niente, è tutto l’equilibrio dei poteri che va a farsi benedire”
12 Maggio 2024
L’Atlantico ormai s’è fatto molto più largo di una volta e col nostro silenzio e la nostra disattenzione sembriamo dirci che la questione americana non ci riguarda quasi più. Cosa che avrebbe senso -forse, forse, forse- se nel frattempo l’Europa si fosse unita di più e magari anche armata un po’ meglio
5 Maggio 2024
Forze politiche che danno vita quotidianamente a conflitti fin troppo aspri hanno deciso di attestarsi tutte quante sulla trincea dell’astensione, come a voler dire ai loro elettori, ognuno per proprio conto, che sarebbero stati strenui e combattivi nel difendere gli interessi dell’economia italiana
28 Aprile 2024
Lasciamo da parte, quindi, gli argomenti che hanno segnato il destino della prima repubblica -che pure non meritava affatto il vituperio di cui è stata oggetto. E cerchiamo piuttosto di capire perché la seconda e la terza edizione della nostra esperienza repubblicana non si sono rivelate affatto migliori -anzi, tutt’altro
21 Aprile 2024
Storia non nuova, questa della par condicio e della governance di viale Mazzini. Che si intreccia peraltro con quel luogo così peculiare che è diventata ormai la commissione parlamentare di vigilanza. Laddove le schermaglie tra le due parti in causa solitamente raggiungono il punto di maggiore conflittualità.
14 Aprile 2024
E questi vorrebbero essere il nuovo che avanza ? I cultori della legalità ? Onestamente ci scappa da ridere, se non da piangere per i poveri elettori del centrosinistra di Bari che a questo punto non sanno più a chi credere ed a chi votare
11 Aprile 2024
Ogni nome e ogni numero che viene assegnato sulla lista, facendolo scendere o salire nella griglia di partenza, finiscono per evocare una sorta di dilemma esistenziale. Quasi che il profilo politico del partito venisse continuamente disegnato e ridisegnato in funzione appunto del variare di questi nomi e questi numeri. Il fatto è che un partito può essere molto diviso, e senza nessuno scandalo, solo se è molto unito.
7 Aprile 2024
E’ legittimo discutere se un politico, cioè un rappresentante dello Stato e delle istituzioni, debba o no dimettersi ancor prima di una condanna definitiva ma quello che sembra impossibile dire è che lo stesso principio dovrebbe valere anche per i magistrati.
1 Aprile 2024
“Giorgia Meloni è neo-nazista nell’animo”, disse sicuro Luciano Canfora durante una lezione tenuta il 12 aprile 2022 agli studenti del liceo Fermi di Bari
29 Marzo 2024
A voler raccontare le cose tagliandole con l’accetta si può dire che in questi mesi Salvini e Meloni si sono scambiati le parti in commedia. Prima, Meloni era più a destra e tuonava contro l’establishment. E quando Salvini, sia pure senza troppo entusiasmo, saliva sul carro di Draghi e del suo governo, la leader di Fratelli d’Italia non gli lesinava aspre critiche
24 Marzo 2024
Pretendere di omologare tutto in modo così uniforme finisce per sottrarre ai cittadini la libertà di scegliere un buon amministratore di un colore e magari la volta dopo di scegliere un deputato o un senatore di un colore diverso. Libertà di cui peraltro non si è mai abusato troppo, a quanto pare
17 Marzo 2024
Tutte queste cronache sembrano disperse in un passato che non ha quasi lasciato traccia. E assai probabilmente quel passato non tornerà, figlio com’era di circostanze così particolari. Ma possiamo vivere tranquilli (almeno su questo fronte) solo a una condizione: quella di continuare a guardarci dentro, a scrutare noi stessi, ad ascoltare il paese profondo e lontano, nascosto e inquieto
10 Marzo 2024
La sconfitta della destra in Sardegna è figlia appunto di un eccesso di confidenza. Tentazione che appare sempre dietro l’angolo di ogni stagione e di ogni contesa. Si dirà che gli stessi difetti e le stesse tentazioni fioriscono sotto le bandiere della sinistra e perfino sotto quelle, assai più ripiegate, del centro
4 Marzo 2024
E’ dalla notte dei tempi che i governi poggiano su di una faticosa promessa di collaborazione tra partiti affini. Simili eppure rivali. Legati da qualche somiglianza ma protesi anche a difendere la propria originalità.
25 Febbraio 2024
Se i lettori latitano e le edicole chiudono, tutto dipende dalla pessima confezione dei contenuti dei quotidiani e della mancanza di volontà di quei giornalisti che non hanno alcun senso di dignità ed orgoglio personale per onorare la tessera di giornalista che hanno in tasca, e sopratutto non sanno rispettare i lettori a cui non forniscono un’informazione libera ed indipendente.
14 Gennaio 2024
Il testo integrale della lettera con cui il senatore di Fratelli d’Italia dopo quasi 30 anni, ha comunicato la rinuncia all’incarico a Palazzo di Città del capoluogo regionale pugliese. Il senatore di Fratelli d’Italia, Filippo Melchiorre, si è dimesso da consigliere comunale della Città di Bari, attivo sulla scena politica cittadina dal 1995.
10 Gennaio 2024
La politica a sua volta trova spazio per tanti ma si ostina a negarlo al fuoriclasse di cui sopra. Insomma, questo conto non torna, come s’era già visto ai tempi della battaglia combattuta sulle pendici del Quirinale.
20 Dicembre 2023
Negli Stati Uniti il circo delle primarie è un evento codificato da anni e anni, e si ripete ad ogni elezione con canonica puntualità, da noi è apparsa invece come una procedura strampalata, adottata un po’ si e un po’ no e destinata a lasciar posto a metodi più sbrigativi e forse a leadership più assertive
10 Dicembre 2023
La previsione più facile da formulare è che non si farà nessuna riforma della giustizia. Quella riforma che -a parole- tutti i contendenti reclamano. Salvo avere idee assai diverse e confliggenti su quale sia la riforma giusta
3 Dicembre 2023
La vittoria di Wilders in Olanda annuncia infatti la possibilità di un governo anti- Ue in uno dei paesi fondatori. Certo, c’è sempre la possibilità che non trovi i voti per fare maggioranza in Parlamento. E forse perfino la possibilità che cambi idea in corso d’opera. Ma non andrebbe sottovalutato il fatto che il suo partito abbia vinto adombrando l’eventualità di un referendum contro la permanenza del paese nel contesto europeo
26 Novembre 2023

Cerca nel sito