MENU
18 Agosto 2022 16:36
18 Agosto 2022 16:36

Aquedotto pugliese: è Nicola De Sanctis il nuovo presidente

...

Un manager puro, che non ha alcuna contaminazione politica“: così il governatore della Puglia, Michele Emiliano, ha commentato ed annunciato alla stampa il nome del nuovo presidente dell’Acquedotto pugliese (Aqp): è Nicola De Sanctis, “ingegnere, attualmente presidente della E.on Italia spa“.

Nicola De Sanctis  si è laureato in Ingegneria Nucleare presso l’università di Pisa e ha conseguito un Master in Business Administration all’Insead (Francia). è attualmente Presidente di E.ON ItaliaSpA, dopo essere stato CEO della stessa azienda nel 2015, durante la fase di riposizionamento del gruppo in Italia.  Ricopre inoltre l’incarico di Presidente di DelosPower srl, attiva nel settore delle energie rinnovabili. E’ stato in precedenza, nel periodo 2013-2014, CEO di IrenSpA, multiutility quotata presso Borsa Italiana e controllata da alcuni Comuni.

Prima di entrare a fare parte di  Iren, De Sanctis ha maturato più di un decennio di esperienza in Edison ricoprendo vari ruoli, tra cui quello di Amministratore Delegato di Edison Energie Speciali SpA, società delle energie rinnovabili del gruppo e di Presidente operativo della società di vendita e Direttore Business Unit Vendita e Marketing Mass Market. Significativa anche la sua esperienza nel settore ambientale, all’interno della multinazionale Waste Management.

CdG emiliano “De Sanctis – ha detto Emiliano – ha il curriculum più prestigioso che esiste in questo momento sul mercato italiano per la direzione di multiutility del genere. Viene da Iren, che è una delle multiutility italiane più importanti: qui ha gestito acquedotti, energia elettrica, rifiuti, e quindi ha una competenza straordinaria nei servizi connessi alle città“. “E’ dunque possibile – ha aggiunto – che il suo piano industriale possa contenere anche elementi di green economy molto più spiccati degli attuali“. “Si tratta di una scelta – ha concluso il governatore – che l’amministrazione regionale ha fatto consapevole. Serviva, più che un manager indicato dalla politica, un manager puro che non ha alcuna contaminazione dal punto di vista politico“.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Sequestrato un milione di euro dalla Guardia di Finanza ad una coop di assistenza ai migranti
Ispezioni del NAS ed intensificazione dei sevizi di controllo a Taranto da parte del Comando Provinciale Carabinieri .  
La Guardia di Finanza sequestra disponibilità per 9,6 milioni di euro al gruppo De Carlo per un'ipotesi di bancarotta fraudolenta aggravata
Bloccato l’aggressore che ha violentato due turiste francesi a Bari
A luglio sulle spiagge italiane il 30% delle presenze in meno del 2019
Sette milioni di italiani hanno scelto vacanze sostenibili negli agriturismo
Archivi
Sequestrato un milione di euro dalla Guardia di Finanza ad una coop di assistenza ai migranti
I disservizi di Dazn all’inizio del campionato di Serie A. Ecco come farsi rimborsare
È morto Niccolò Ghedini, storico avvocato di Berlusconi. Il Cavaliere: "Dolore immenso"
Liste centrodestra, la corsa è ancora lunga: troppi nomi sul tavolo e pochi collegi
Controlli di Ferragosto dei NAS alla case di riposo: blatte in cucina ed operatori in stato di ebrezza

Cerca nel sito