A PROCESSO LA SORELLA ED I GENITORI DI MATTEO RENZI

A PROCESSO LA SORELLA ED I GENITORI DI MATTEO RENZI

Tiziano Renzi e Laura Bovoli erano già stati condannati nell’ottobre del 2019 a 1 anno e 9 mesi per l’emissione di due fatture false. Nel febbraio dello stesso anno i genitori di Matteo Renzi vennero posti agli arresti domiciliari dal gip di Firenze dr.ssa Angela Fantechi con l’accusa di “bancarotta fraudolenta” ed “emissione e utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti”.

di REDAZIONE CRONACHE

I genitori di Matteo Renzi, Tiziano Renzi e Laura Bovoli, e la sorella Matilde Renzi, verranno processati per reati fiscali  in merito alla conduzione della società Eventi 6 srl controllata da tutta la famiglia del leader di Italia Viva. E’ quanto ha deciso il giudice Federico Zampaoli al termine dell’udienza preliminare durante la quale la Procura di Firenze ha ribadito le accuse di dichiarazione fraudolenta con uso di fatture per operazioni parzialmente inesistenti e dichiarazione infedele dei redditi percepiti. La prima udienza è fissata davanti al Tribunale di Firenze nel marzo del prossimo anno.

“La decisione del rinvio a giudizio era prevista. Ora chiederemo la riunione di questo filone al procedimento principale”, ha dichiarato l’avvocato Federico Bagattini, difensore della famiglia Renzi, dopo il provvedimento del gup del tribunale di Firenze che ha disposto il processo.

Il padre di Matteo Renzi, Tiziano verrà processato come “amministratore di fatto” della Eventi 6, società di servizi con sede a Rignano sull’Arno (Firenze), mentre la madre Laura Bovoli invece come legale rappresentante della società. Anche la sorella dell’ ex premier, Matilde Renzi verrà sottoposta a giudizio come legale rappresentante, rispondendo di quanto accaduto nell’ anno 2018.

Secondo la Procura di Firenze la società Eventi 6 srl, secondo le indagini effettuate dalla Guardia di Finanza, avrebbe documentato false passività per 5,5 milioni di euro evadendo imposte per 1 milione e 200 mila euro. Secondo l’impianto accusatorio le operazioni illecite sarebbero scaturite dai rapporti dei coniugi Renzi con la cooperativa Marmodiv, una impresa di servizi pubblicitari (successivamente fallita) con rapporti con la Eventi 6. Un procedimento penale parallelo sulla cooperativa Marmodiv che inizia il primo giugno, per il quale si svolgerà un processo con 18 imputati, tra i quali compaiono anche Tiziano Renzi e Laura Bovoli.

Tiziano Renzi e Laura Bovoli erano già stati condannati nell’ottobre del 2019 a 1 anno e 9 mesi per l’emissione di due fatture false. Nel febbraio dello stesso anno i genitori di Matteo Renzi vennero posti agli arresti domiciliari dal gip di Firenze dr.ssa Angela Fantechi con l’accusa di “bancarotta fraudolenta” ed “emissione e utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti”. I genitori dell’ ex-premier nel tempo sono stati amministratori di fatto di tre società cooperative, che sarebbero tutte legate alla “Eventi 6”, la società dei familiari di Matteo Renzi.

Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?
La nostra mail è: ilcorrieredelgiorno@gmail.com