Total inaugura la nuova sede operativa a Taranto

Total inaugura la nuova sede operativa a Taranto

Si è tenuta a Palazzo d’Ayala Valva, alla presenza  di autorità e rappresentanti del mondo economico e culturale di Taranto, l’inaugurazione della nuova sede operativa della Total a Taranto.

François Rafin

TARANTO – “È un grande piacere di inaugurare la sede operativa di Total a Taranto” – ha affermato l’amministratore delegato François Rafin – “Avevamo da molto tempo intenzione di installare degli uffici della Total a Taranto. È solamente nella primavera 2018 che abbiamo potuto concretizzare questa intenzione, e ciò è avvenuto una volta rilasciata, dopo anni di sforzi e di procedure autorizzative complesse, l’autorizzazione unica per costruire le nuove infrastrutture di Tempa Rossa nella raffineria dell’Eni

“Questo palazzo magnificamente collocato sul Lungomare dà al gruppo Total un’assoluta visibilità a Taranto – ha aggiunto François Rafin – Il quarto gruppo energetico mondiale installa una sede a Taranto. È una prova dell’attrattività e del dinamismo della città e del porto strategicamente situati su una grande rotta marittima internazionale. Saluto in quest’occasione i rappresentanti delle autorità, delle attività industriali e delle professioni marittime che lavorano senza pausa per il sviluppo economico e sociale di Taranto. La città può contare sul suo porto, sull’industria e sul dinamismo dei Tarantini per assicurare l’avvenire dopo anni difficili per la popolazione. Total è fiera di diventare Tarantina e questa sede ne è una testimonianza sincera e visibile”.

I lavori di ristrutturazione del palazzo d’Ayala Valva sono stati realizzati con l’apporto degli artigiani di Taranto. Davvero un bel lavoro che valorizza questo importante palazzo del diciannovesimo secolo. Alla fine dello scorso agosto la Direzione commerciale e di shipping di Total si è trasferita da Roma a Taranto. ” Erano veramente entusiasti– ha continuato François Rafin – In tal modo sono molto vicini alla raffineria dell’Eni, al porto, agli agenti marittimi e ai nostri clienti. Il nostro è un lavoro di partnership e vogliamo essere vicini ai nostri partner. Saluto con l’occasione anche i nostri partner del mondo della cultura di cui il ruolo è importante per la vita della città, e in particolare l’orchestra Magna Grecia”

“Questo palazzo è strategico, è un posto di lavoro –  ha proseguito François Rafin – La magnifica vista sul mare ci ricorda in ogni istante che la sicurezza del trasporto marittimo ed il rispetto dell’ambiente marino sono essenziali, vitali per la nostra industria. Tutti i cittadini vogliono un’energia abbondante ed economica, ma tutti vogliono anche un’acqua cristallina e del pesce e delle cozze in piena salute! Taranto ed il mare sono legati dai millenni. Avrei quindi voluto inaugurare questa sede di Taranto potendo vedere da queste finestre una nave cisterna di Total in caricazione al pontile. Grazie all’Eni, la raffineria è oggi in grado di ricevere, lavorare ed esportare tutta la produzione di greggio Tempa Rossa.  Il progetto Tempa Rossa è un progetto strategico per l’Italia come deciso dal governo Italiano. In Basilicata, il progetto strategico Tempa Rossa è pronto a produrre il petrolio da fine agosto. Tutte le prescrizioni, anche ambientali, sono totalmente rispettate. Ma aspettiamo tuttora delle autorizzazioni che devono ancora essere rilasciate dalle autorità regionali” 

Secondo l’amministratore delegato della Total “Questo ritardo delle autorizzazioni priva l’investitore del giusto ritorno dal suo investimento, questo ritardo priva i cittadini di posti di lavoro e le imprese di contratti di appalto. E questo ritardo priva la stessa Regione Basilicata di 100 milioni di euro all’anno di royalties a regime, così come a regime priva lo Stato italiano di altri 100 milioni di euro all’anno di imposte sul reddito. Nell’attesa, i giovani continuano a migrare verso altre Regioni e la popolazione del Mezzogiorno continua a invecchiare e impoverirsi. I ritardi penalizzano tutti, bisogna sapervi mettere fine senza aspettare ulteriormente“.

Il mio mandato in Italia si conclude.  Carsten Sonne-Schmidt mi succederà dal 1° Gennaio 2019. È il momento di ringraziarvi – ha concluso François Rafin di confermarvi la mia fiducia e la mia amicizia e di augurarvi il migliore avvenire. Ritornerò volentieri a Taranto per vedere una petroliera caricare il grezzo Tempa Rossa, e sarà un grande piacere rivedervi.

image_pdfimage_print
Please follow and like us:

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !