A Taranto si continua a sparare colpi di pistola . In corso una guerra fra bande ?

A Taranto si continua a sparare colpi di pistola . In corso una guerra fra bande ?

Nel tardo pomeriggio di oggi introno alle ore 18,00 sono stati sparati  alcuni colpi di pistola  contro la saracinesca di un circolo ricreativo “Saturn”  ubicato in via Dante angolo via Gorizia, adiacente a piazza Marconi, alle spalle dell’Ospedale ‘Santissima Annunziata’ di Taranto. Non vi sono stati feriti, in quanto il circolo ricreativo al momento della sparatoria era chiuso. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Squadra Volante, della Squadra Mobile e della Polizia scientifica della Questura di Taranto . Notevole il terrore tra gli abitanti della zpona per l’ennesimo grave episodio avvenuto in un’ora “di punta”, con le strade ancora affollate dalla gente.

Schermata 2014-11-12 alle 01.56.05Dopo il primo agguato in via Dante avvenuto alle ore 18 vi sono state  altre due sparatorie nel corso della serata. Anche in questi casi, sono stati esplosi  5 colpi di pistola contro due sale giochi, una nelle vicinanze di Piazza Ramellini per la precisione in via Diego Peluso, all’ angolo con Via Crispi e  e l’altra in via Leonida.  Le volanti della Polizia di Stato sono sopraggiunte sul posto  . Tutte le le strade in cui si è sparato, sono state chiuso  al traffico. E’ molto facile intuire che le sparatorie di oggi siano collegate tra di loro . Sono in corso le indagini per identificare i responsabili in quanto si ritiene che sia in corso un “regolamento di conti” fra clan rivali e gruppi malavitosi per il riassetto del territorio per il controllo dello spaccio di droga in città, sopratutto alla luce dell’ondata di arresti che ha colpito nelle scorse settimana la malavita tarantina.

Gli investigatori della Squadra Volante  diretta dalla dottoressa Carla Durante stanno cercando in queste ore di chiarire se alla sparatoria hanno preso parte altre persone ritenendo che gli episodi possano essere collegati alla sparatoria avvenuta sabato pomeriggio, in cui è rimasto ferito ad una caviglia il pregiudicato Gianluca Solfrizzi, infatti il circolo ricreativo sarebbe il suo , anche se risulta gestito attraverso un prestanome. E non sarebbe un  caso  la circostanza che la sala giochi presa di mira immediatamente dopo,  è  proprio del padre di Solfrizzi.   Nel frattempo la Polizia di Stato ha effettuato una serie di perquisizioni in diversi quartieri della malavita tarantina per cercare di capirci di più sulle recenti sparatorie. Pascali l’ attentatore di Gianluca Solfrizzi verrà interrogato dal giudice oggi .

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !