MENU
2 Marzo 2024 00:56
2 Marzo 2024 00:56

Un arresto dei Carabinieri per tentato furto di materiale ferroso.

I Carabinieri del reparto operativo della Compagnia di Massafra,  hanno tratto in arresto in flagranza di reato, a conclusione di mirati servizi preventivi a tutela delle attività produttive presenti lungo la strada statale 7 “Appia”,  Michele Bello un 48 enne di Taranto, già noto alle forze dell’ordine, per tentato furto di materiale ferroso.

I militari,  impegnati nella perlustrazione della trafficata arteria stradale, giunti nei pressi dell’ agro di Statte, si dirigevano come di consuetudine verso quegli obiettivi ritenuti più sensibili, fra i quali una ditta metalmeccanica, attualmente in stato di liquidazione fallimentare, che già in passato è stata purtroppo oggetto delle effrazioni e furti ad opera di ladri.

Da un primo sopralluogo dei militari constatavano  immediatamente  il cancello di ingresso forzato ed accostato e quindi, dopo aver informato la centrale operativa e richiesto l’intervento di ulteriori pattuglie in proprio ausilio, decidevano di irrompere all’interno della ditta. I sospetti dei carabinieri venivano confermati, e che il Bello veniva sorpreso in flagranza di reato, mentre era intento a smontare ed accatastare numerose scaffalature ed attrezzature varie, tutte in ferro, pronte per essere caricate su di un motocarro in suo uso.

Il materiale ferroso, è stato completamente recuperato, e veniva riconsegnato dopo le formalità di rito al curatore fallimentare dell’azienda, mentre il Bello è stato posto su disposizione del pubblico ministero  di turno agli arresti domiciliari

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Truffa con i servizi di telefonia di Tim, sequestrati 320 milioni di euro
Nuova condanna per Fabrizio Corona: diffamò Wanda Nara ed un calciatore dell'Inter.
Trani, evadono due detenuti: uno bloccato a Barletta
Il Tribunale di Milano rigetta il ricorso di Acciaierie d' Italia: semaforo verde all' amministrazione straordinaria
Sarà la Procura di Milano ad indagare sul Pandoro-gate. Chiara Ferragni accusata di truffa aggravata
"Minacce e violenza privata": due calciatori stranieri dell'Inter denunciati
Cerca
Archivi
Il Tribunale di Milano dichiara l'insolvenza per Acciaierie d'Italia: si sbloccano 320 milioni
Giochi del Mediterraneo, legittima la nomina del commissario Ferrarese ma sulle opere necessaria l'intesa con la Regione Puglia
Poste Italiane: Giuseppe Lasco nominato direttore generale
A Torino, antagonisti assaltano volante della Polizia di Stato. La premier Meloni: "Pericoloso togliere sostegno alla Polizia"
Regionali, il centrodestra ricandida i governatori uscenti

Cerca nel sito