MENU
19 Maggio 2022 19:41
19 Maggio 2022 19:41

«Tempa Rossa» ambientalisti protestano contro gli industriali

Alla protesta presidio partecipano il rappresentante dei Verdi Angelo Bonelli e dei movimenti tarantini

In occasione della presentazione ufficiale del progetto «Tempa rossa» da parte della joint venture Total, Shell e Mitsui che prevede lo sviluppo di un giacimento situato nell’alta valle del Sauro, nel cuore della Basilicata, con il trasporto del petrolio a Taranto, dove verranno costruiti 2 nuovi serbatoi, un sistema di raffreddamento greggio, i collegamenti con il pontile petroli e il prolungamento per circa 350 metri del pontile per l’attracco delle navi,  una cinquantina di manifestanti ha protestato dinanzi alla sede di Confindustria a Taranto, in via Dario Lupo,

 Schermata 2014-09-16 alle 16.22.55L’operazione viene osteggiata dagli ambientalisti  perché si teme un aumento degli inquinanti in un’area già compromessa dalle emissioni dell’ ILVA,  posizione condivisa anche dal Consiglio comunale di Taranto che ha espresso un parere negativo. Alla protesta partecipano il leader nazionale dei Verdi Angelo Bonelli, rappresentanti del movimento «Stop Tempa rossa» e altri ambientalisti, con esibzione di  striscioni e scandito slogan anche contro le istituzioni locali. I contestatori si chiedono anche che fine abbia fatto l’elaborato Tecnico inerente il Rischio di Incidenti Rilevanti (Erir) del Comune di Taranto che consentirebbe una «visione più dettagliata della situazione attuale rispetto agli insediamenti industriali esistenti» e permetterebbe una «più agevole attuare ogni misura preventiva per poter evitare possibili futuri incidenti».

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Eni: i conti aperti presso Gazprom Bank è stata avviata senza accettazione di modifiche unilaterali dei contratti in essere
Eni consegna al Tesoro un assegno da 940 milioni di utili
Acciaierie d' Italia (ex Arcelor Mittal) continua a pagare in ritardo le aziende dell’indotto dello stabilimento di Taranto
Poste Italiane fra i 25 marchi più forti al mondo
Elon Musk compra Twitter per 44 miliardi di dollari
Le liste della CdP presentate per i Cda di Fincantieri, Aspi e Ansaldo
Archivi
Stefania Craxi è la nuova presidente della Commissione Esteri del Senato
Guerra Russia-Ucraina, consegnata da Finlandia e Svezia la richiesta di adesione alla Nato. Missili su Dnipro e Odessa. 
Eni: i conti aperti presso Gazprom Bank è stata avviata senza accettazione di modifiche unilaterali dei contratti in essere
L’Opinione del Direttore
Guerra Russia-Ucraina. Missione Azovstal conclusa, evacuati 264 soldati e 53 feriti. Zelensky: "Gli eroi ci servono vivi". Dentro la fabbrica sono rimasti dei combattenti

Cerca nel sito