Tanto amore per l’arte quanto amore nell’arte

Tanto amore per l’arte quanto amore nell’arte

di Paolo Campanelli

La mostra “LOVE”  L’arte contemporanea incontra l’amore, a cura di Danilo Eccher. si concentra su una visione Contemporanea e pop del sentimento dell’amore, con molte istallazioni creative e colorate.

Le opere ed i dipinti di Yayoi Kusama, Tom Wesselmann, Andy Warhol, Robert Indiana, Gilbert & George, Francesco Vezzoli, Tracey Emin, Marc Quinn, Francesco Clemente e Joana Vasconcelos trasferiscono con oggetti e colori l’emozione in tutte le sue forme, attraverso iconografica più classica e filmografia, passando per la scultura, la spontaneità delle scritte sul muro e arrivando all’arte totalmente sperimentale dalla Infinity Room di Kusama

L’esposizione romana intende affrontare uno dei sentimenti universalmente riconosciuti e da sempre motivo d’indagini e rappresentazioni, l’Amore, raccontandone le diverse sfaccettature e le sue infinite declinazioni. Un amore felice, atteso, incompreso, odiato, ambiguo, trasgressivo, infantile, che si snoda lungo un percorso espositivo non convenzionale, caratterizzato da input visivi e percettivi.

Le istallazioni seguono l’amore in tutte le sue forme, dalla più semplice passione alla ossessione che distrugge, passando dalla semplicità, ma ill vero protagonista della mostra è il pubblico che si riappropria degli spazi espositivi, divenendo fruitore e divulgatore allo stesso tempo, avendo la possibilità di fotografare liberamente tutte le opere esposte (hashtag ufficiale #chiostrolove) per condividere le opere che più sono piaciute sui social network. Un coinvolgimento sensoriale a 360° caratterizza l’esperienza museale, abbracciando il concetto di ‘open access’ e di museo in continua evoluzione.

Il Classico incontra il Pop e lo sperimentale, ciò risalta particolarmente nelle opere di Gilbert & George, Metalepsy, e in All the Eternal Love I Have for the Pumpkins, la nuovissima e già celeberrima opera di Yayoi Kusama che rende l’osservatore parte integrante dell’opera, con uno gioco di specchi e luci che crea l’effetto dell’infinito.

La mostra è accompagnata da una audioguida personalizzata all’occasione, scegliendo per la prima volta tra 5 “partner audio”: John, Coco, Amy, David e Lilly saranno gli speciali compagni di viaggio, a seconda del tipo di esperienza che si vuole intraprendere, che racconteranno le opere esposte e aiuteranno il pubblico ad apprezzare le emozioni in esse contenute, con gli archetipi tipici dell’uomo senza tempo, della ragazza della porta accanto, di Coco Chanel e persino, per i più piccoli, della coppia di cagnolini innamorati di Disneyana memoria per i più giovani, che vanno a creare un ambiente più caldo di qualsiasi museo tradizionale.

Artisti presenti: Vanessa Beecroft, Francesco Clemente, Nathalie Djurberg e Hans Berg, Tracey Emin, Gilbert & George, Robert Indiana, Ragnar Kjartansson, Yayoi Kusama, Mark Manders, Ursula Mayer, Tracey Moffatt, Marc Quinn, Joana Vasconcelos, Francesco Vezzoli, Andy Warhol, Tom Wesselmann.

Più volte prorogata per via dell’enorme successo con il pubblico, la mostra ha aperto il 29 settembre e rimarrà aperta fino al 26 febbraio al Chiostro del Bramante a Roma.

 

image_pdfimage_print
Please follow and like us:
error

Ti piace il Corriere del Giorno ? Fallo sapere !