MENU
3 Febbraio 2023 05:07
3 Febbraio 2023 05:07

fake news

Le Dirette del Direttore |
Quando un giornalista non riesce a fare carriera con la professione…quando un giornalista non riesce a conquistare lettori…non ha altro scelta: diffamare i concorrenti per minarne successo ed autorevolezza. Ma la gente, i lettori sanno riconoscere il buon giornalismo, dalla carta straccia
6 Giugno 2021
Secondo il Sindaco di Taranto notoriamente “specializzato” nell’elargizione di “mancette” pubblicitarie, di consulenze attraverso le aziende municipalizzate ai noti “pennivendoli” schierati in una campagna di disinformazione nei confronti dei lettori di Taranto ed a favore dei soliti “faccendieri”, “facilitatori” di affari, “prenditori” di denaro pubblico e politicanti allo sbaraglio incapaci di valutare le iniziative per cui votano in aula, ed irresponsabili nei confronti degli elettori su come vengono utilizzati i soldi pubblici di un Comune, quello di Taranto, che è da poco uscito da un dissesto di circa 800 milioni di euro.
24 Settembre 2019
la Lega Salvini Puglia  con una nota stampa ha smentito ufficialmente la “FAKE NEWS” pubblicata questa mattina dalla Gazzetta del Mezzogiorno sulla prima pagina dell’edizione di Taranto
23 Maggio 2019
L’Osservatorio dell’ Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni mostra in Italia un andamento crescente di disinformazione presente nei siti web, pagine e sugli account dei socialnetwork. Si stima che un sito di disinformazione in media pubblichi   5 nuovi articoli al giorno.
13 Aprile 2019
Ma chi c’è dietro quel testo, quell’articolo o quell’opera audiovisiva a cui riusciamo ad accedere gratuitamente in pochi secondi? Il nocciolo della questione è proprio questo, ovvero il labile confine che c’è tra il riportare una notizia, adempiendo al dovere di cronaca in maniera retta e corretta, e generare una fake news, ovvero un’informazione in grado di storpiare una vicenda, per renderla certamente più appetibile all’utente, sacrificando però il diritto dell’utente ad essere informato correttamente sull’altare del sensazionalismo da bar
8 Marzo 2019
Simone Baldelli, Forza Italia, padre della proposta accusa: “”E’ una proposta votata da tre anni e da tuttiVogliono fare credere che sia una loro idea”. Persino il grillino Crimi, il leghista Borghi e Crosetto (Fratelli d’Italia) sconfessano il vicepremier ormai in confusione totale
2 Dicembre 2018
Ecco l’elenco dei tanti proclami, promesse a affermazioni del leader del Movimento 5 Stelle rivelatesi FALSE . Dal NO all’alleanza con la Lega e al “PREMIER NON ELETTO ” fino a CONDONI e FLAT TAX
18 Ottobre 2018
Occorre però un impegno, una maggiore attenzione e collaborazione anche da parte dei lettori, degli utenti dei social network che troppo spesso danno sfogo alla propria rabbia e frustrazione, alimentando, condividendo e quindi diffondendo queste notizie false. Ma è necessario anche un impegno serio da parte del Governo che deve porre in essere leggi più severe
25 Luglio 2018
Secondo il Rapporto Infosfera, per l’ 87% degli italiani i socialnetwork non offrono notizie credibili. Lo stato del sistema di informazione non viene messo in relazione  con la qualità della democrazia, ed  con il concetto di libertà  conseguentemente viene percepita positivamente dalla supposta libertà garantita dalla rete
21 Luglio 2018
Il fact-checking di foto e video, la collaborazione con il mondo accademico per capire il ruolo dei social media in democrazie ed elezioni, l’estensione del programma di controllo della veridicità delle notizie in 14 paesi, l’uso della piattaforma aperta Claim Review per attingere a dati e analisi
25 Giugno 2018
Tutti da Londra a Washington  chiedono chiarezza su quello che si sta delineando come un vero e proprio ‘datagate’. Anche l’Unione Europea protesta , definendo quanto accaduto “inaccettabile”.
20 Marzo 2018
 “Le balle le hanno sempre raccontate la classe politica e i giornalisti che seguono la politica, per compiacerla o semplicemente per pigrizia”  aggiungendo : “Trovo veramente eccessivo l’intervento della polizia postale
23 Gennaio 2018
Resta da chiedersi a questo punto qualcosa: è giornalismo questo ? Cosa aspetta l’ Ordine dei Giornalisti di Puglia ed il proprio consiglio di disciplina che ha il dovere di intervenire di ufficio, ma anche i direttori delle testate giornalistiche che hanno pubblicato questa “Fake News” a prendere dei provvedimenti su certi giornalisti che pubblicano notizie senza verificarle
20 Gennaio 2018
Il commento a caldo di Antonello Giacomelli  sottosegretario allo Sviluppo Economico con delega alle Comunicazioni circa le notizie di stampa relative alla proposta del ministro dell’Interno Marco Minniti in tema di “fake news”
19 Gennaio 2018
Ci sono anche le fake news “non apparentemente anonime”, cioè quelle notizie diffuse da politici e giornali che in periodo di campagna elettorale (ma anche fuori) alimentano la disinformazione, creando le fake news più pericolose e dannose per l’opinione e il dibattito pubblici. Che facciamo con quelle? Le segnaliamo alla Polizia Postale?
19 Gennaio 2018
Basta tutto ciò per capire come sia crollata l’autorevolezza (e le copie vendute in edicola) sotto la direzione di Travaglio.
30 Novembre 2017
Condannato un giornalista che aveva ripreso una notizia (falsa) facendo affidamento sul fatto che non è mai stata smentita e che il suo contenuto è stato rimbalzato anche da altri siti
18 Novembre 2017
“In questo momento è di primaria importanza– ha conclusa la Boldrini – aumentare lo sforzo del fact checking, del debunking, della verifica delle fonti. Ma per far questo c’e’ anche bisogno che i giornalisti siano pagati dignitosamente”.
5 Ottobre 2017
La smentita arriva dalla  Protezione Civile: i 28 ( e non 33) milioni di euro raccolti con gli SMS non sono “spariti”,   
25 Settembre 2017
La Corte di Appello di Roma, ha accolto le richieste di risarcimento avanzate dalla Cassa nei confronti dei giornalisti estensori dell’articolo, del direttore responsabile e dell’editore di “Repubblica” a pagare la somma di € 80.000,00, oltre lucro cessante, interessi e spese legal. Inoltre, gli autori dell’inchiesta sono stati condannati a corrispondere alla Cassa, a titolo di sanzione pecuniaria, la somma di € 5.000,00 ciascuno.
24 Settembre 2017

Cerca nel sito