MENU
1 Dicembre 2022 05:36
1 Dicembre 2022 05:36

Daniele Sirimarco

Cronaca Calabria |
Il trasferimento del Prefetto Guidato siamo certi non lascerà alcun dispiacere nei tarantini. Sopratutto nei tarantini, vittime ed ostaggi dei continui blocchi del ponte girevole da parte di manifestanti, molto dei quali dalla lunga fedina penale. Così come non sentiranno la mancanza del Prefetto Guidato quei tarantini vittime dei continui taglieggiamenti che devono subire quotidianamente dai parcheggiatori abusivi che e quasi “militarmente” estorcono soldi alla povera gente
10 Febbraio 2017
A nostro parere, il Prefetto Guidato, dovrebbe occuparsi un pò di più della sicurezza in città e provincia di Taranto, piuttosto che organizzare inutili incontri “istituzionali” del Comitato per l’ Ordine Pubblico in Prefettura con l’ex-comandante provinciale di Taranto dell’ Arma dei Carabinieri, rientrato in servizio a Roma e che non ricopre alcun incarico governativo
27 Febbraio 2016
A Roma la Procura fa le inchieste, mentre a Taranto quando fra l’ ASL Taranto e la struttura ospedaliera della Cittadella della Carità, succede di tutto e di più, e qualcosa molto simile a quanto accaduto a Roma, nessuno muove un dito…..
21 Ottobre 2015
Quel “maledetto” pomeriggio di venerdì 17 luglio i centralini delle istituzioni tarantine sono letteralmente “esplosi”. Le telefonate “bollenti” arrivavano da ovunque. Dalla Presidenza della Repubblica, a Palazzo Chigi, dal CSM al Ministero di Giustizia. E proprio quel giorno a Roma è stato deciso la prossima nomina di un nuovo Procuratore della Repubblica a Taranto che arriverà al 100% da fuori Taranto con una missione molto chiara: riportare serenità, efficienza, equilibrio, ma sopratutto legalità all’ interno degli uffici di giustizia di Taranto
27 Luglio 2015
Il custode giudiziario dell’ Afo2 nominata dalla procura ha ordinato all’ Ilva di riprendere iter spegnimento dell’altoforno. Ma i legali dell’ ILVA si oppongono. Il giurista Gianluigi Pellegrino, al quotidiano La Repubblica. “Capisco che i magistrati possano vedere un’ingerenza, ma fino a quando la Consulta non avrà deciso, la legge (e quindi il decreto legge del Governo) va applicata”.
21 Luglio 2015

Cerca nel sito