MENU
16 Agosto 2022 09:50
16 Agosto 2022 09:50

clan Parisi

Cronaca Giudiziaria | Cronaca Puglia |
L’indagine ha portato alla luce un sistema che vedeva gli stessi imprenditori edili interagire direttamente e senza alcuno scrupolo, con i vertici del clan Parisi pur di ottenere commesse ed impiego, alterando in maniera significativa le regole di mercato e della libera concorrenza. Le investigazioni documentarono ampiamente come il clan si insinuava, sfruttandola, nell’attività dell’imprenditoria edile barese, finendo per operare scelte aziendali di rilievo, imponendo ditte di fiducia o addirittura “imprese mafiose”
6 Maggio 2021
In particolare, la confisca ha interessato due noti ristoranti-pizzeria ubicati a Palese e Santo Spirito, sul litorale barese, uno dei quali con annesso parco giochi, due pizzerie-rosticcerie di nuovo allestimento nel centro della città di Bitonto, due attività operanti nel servizio alle imprese, due immobili, quattro autovetture e diversi rapporti bancari e finanziari.
10 Settembre 2019
In corso di esecuzione 68 provvedimenti restrittivi nei confronti di importanti esponenti della criminalità organizzata pugliese, reggina e catanese, nonché di imprenditori e prestanome. Circa 80 le perquisizioni. Sequestri in Italia ed in numerosi Stati esteri per circa 1 miliardo di Euro. ALL’INTERNO I VIDEO DELL’OPERAZIONE ED I NOMI DEGLI ARRESTATI
14 Novembre 2018
Francesco Giordano patron del Bitonto calcio, e numerosi suoi sodali, tra cui stretti congiunti e numerosi professionisti, realizzavano sontuosi profitti illeciti, da un lato omettendo sistematicamente il versamento dell’IVA e degli oneri previdenziali e assistenziali a debito delle società di cui sopra, e, dall’altro, procedendo a indebite compensazioni fiscali, il tutto attraverso un ingegnoso sistema di false dichiarazioni. ALL’INTERNO IL VIDEO DELL’OPERAZIONE DELLA D.I.A. di BARI
11 Luglio 2018
Il valore complessivo dei beni sottoposti a sequestro è pari a circa 2.500.000 euro. Il caseificio sottoposto a sequestro è stato comunque affidato ad un amministratore giudiziario onde assicurare la continuità dell’attività aziendale e preservare da pregiudizi i dipendenti.
13 Aprile 2017
Il non luogo a procedere a carico dei tre imputati era stato richiesto dallo stesso pm di accusa, il procuratore aggiunto Pasquale Drago, che ha ereditato il fascicolo processuale dalle ex pm antimafia Elisabetta Pugliese e Francesca Pirrelli.
23 Giugno 2016

Cerca nel sito