MENU
30 Gennaio 2023 15:48
30 Gennaio 2023 15:48

Street Control. Valide le multe con telecamera su auto polizia che si potranno elevare in “serie” per divieto di sosta

Gli automobilisti con il vizio della doppia fila o del posteggio ”creativo” dovranno presto cambiare “abitudini” onde evitare amare sorprese al proprio portafoglio.  Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha infatti dato il via libera con il parere 4851/2015, alla possibilità di elevare sanzioni per divieto di sosta con l’aiuto di telecamere montate sulle auto delle pattuglie della Polizia locale, cioè municipale.

Schermata 2016-01-08 alle 23.46.07I vigili potranno quindi multare in breve tempo un gran numero di veicoli, utilizzando il cosiddetto ‘‘Street Control’‘  percorrendo semplicemente a bassa andatura le vie cittadine e fotografando-filmando con l’occhio elettronico le macchine sistemate male. Non basterà però un procedimento automatizzato. Infatti, dopo aver ”immortalato” i trasgressori per strada, gli agenti di polizia stradale devono esaminare i fotogrammi di prova in ufficio , compilare le contravvenzioni e spedirle per posta.

Il sito del Comune di Roma, nel dare notizia del parere emesso dal Ministero, ha riportato un passaggio saliente del chiarimento: ”Se la telecamera è a bordo di un veicolo, e direttamente gestita da un operatore di polizia, il sistema di ripresa video può essere utilizzato come un ‘taccuino’ elettronico che facilita l’acquisizione dei dati identificativi del veicolo, rimanendo compito dello stesso operatore di garantire circa l’effettiva assenza del trasgressore, legittimando così la contestazione differita”. Proprio quest’ultima frase, però, rischia di aprire la strada a una nuova stagione di ricorsi amministrativi: se, infatti, al momento del passaggio della pattuglia l’automobilista fosse in macchina o nei paraggi, la multa potrebbe essere contestata per illegittimità, in quanto per legge l’agente è comunque tenuto alla contestazione immediata.

Basterà quindi fotografare con un telefonico l’auto dei vigili che passa a fotografare l’auto parcheggiata in contravvenzione, per poter provare in un ricorso che la contestazione poteva essere immediata. Fatta la Legge, trovato subito il rimedio. E’ l’ Italia…bellezza !

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Elezioni Ordine avvocati a Taranto: "tutto in famiglia". Un'elezione falsata (?) dai diversi conflitti di interesse della commissione
Beppe Grillo condannato per diffamazione su un ex parlamentare pugliese del Pd
Dietro le quinte delle elezioni dell' Ordine degli Avvocati di Taranto. Qualcuno chiede "trasparenza" ma non risponde su una vecchia storia...
La strategia del silenzio dei complici di Matteo Messina Denaro
'Ndrangheta, blitz della Polizia contro le cosche del Vibonese: 56 arrestati
'Ndrangheta, operazione del Ros dei Carabinieri: 11 arresti in Calabria
Archivi
Caccia alle amanti di Messina Denaro a Campobello. E la gente inizia a parlare...
Regione Basilicata al primo posto in Italia per numero dei progetti Pnrrr in rapporto ai Comuni
"Dissenso non fastidio, ma arma in più"
Elezioni Ordine avvocati a Taranto: "tutto in famiglia". Un'elezione falsata (?) dai diversi conflitti di interesse della commissione
Imputati assolti, raddoppiato il fondo rimborso spese legali

Cerca nel sito