Casa (o casino ?) Taranto F.C. : Scardino smentisce Montervino, a cui credere quando parla è veramente difficile…

Casa (o casino ?) Taranto F.C. : Scardino smentisce Montervino, a cui credere quando parla è veramente difficile…

L’ex magazziniere del Taranto smentisce documentalmente Montervino che, su una tv locale (sponsor del Taranto) aveva parlato di un compenso di 36.000 euro annui.

Il  dilettante direttore sportivo  del Taranto Francesco Montervino viene smentito ancora una volta. Questa volta a sbugiardarlo, è lo “storico” magazziniere Aldo Scardino, liquidato in malo modo, mentre qualcun’altro imparentato con una nota “famiglia”…della mala tarantina, non ha avuto analogo trattamento. Chissà perchè ?!!!?

CdG scardinoL’ex magazziniere del Taranto F.C. ha deciso di rispondere con una nota che ha fatto il giro anche dei social network.  L’ex calciatore Montervino (chiamarlo dirigente  è un pò troppo….) durante la puntata di ieri  del programma televisivo 100 Sport Magazine (sulla tv locale media-partner del Taranto F.C.)  aveva indicato,  violando probabilmente senza saperlo, nella sua ignoranza “legale” ( secondo le vigenti norme di legge sulla privacy)  il compenso in  36.000 euro annui presumibilmente percepito nel corso dell’ultimo contratto intercorso con il Taranto sotto la presidenza-gestione di Fabrizio Nardoni dallo “storico” magazziniere rossoblù Scardino.

Quest’ultimo però, ha smentito con decisione la ricostruzione “bufala”  di Montervino: questa la nota di Scardino, che pubblichiamo integralmente.

In merito alle dichiarazioni rilasciate ad un’emittente televisiva da Francesco Montervino, direttore sportivo del Taranto, il sottoscritto smentisce categoricamente di aver percepito nella passata stagione sportiva compensi lordi per 36.000 euro. Nello svolgere l’attività di magazziniere il compenso lordo percepito dal sottoscritto è stato all’incirca di 25.000 euro.  Pur tenendo in debito conto le ragioni portate dalla nuova società, il sottoscritto ritiene assolutamente immotivate e strumentali le affermazioni del direttore sportivo, soprattutto dopo l’interruzione del rapporto professionale tra le parti. Indipendentemente dall’aspetto retributivo, riportato in maniera imprecisa, il sottoscritto ha lavorato una vita con passione e serietà per i colori del Taranto, squadra del cuore alla quale è impossibile non augurare fortuna e vittorie nonostante le parole e i comportamenti dei suoi dirigenti. Aldo Scardino

Il contratto proposto dalla società presieduta dal “salumaio” Domenico  Campitiello a Scardino, che circola sul web svergogna in maniera inconfutabile l’ennesima “bufala” di Montervino, che farebbe bene a raccontare quanto guadagnava alla Salernitana come calciatore, e chissà che un giorno non racconteremo noi il perchè Marco Mezzaroma e Lotito (cognati e comproprietari della squadra campana) gli hanno dato a giugno scorso  il benservito non rinnovandogli più il contratto. Nel frattempo leggete qui come hanno trattato Montervino a Salerno alla fine del campionato scorso….


Schermata 2014-11-20 alle 02.19.57Come non possiamo non ridere quando il “salumaio” Campitiello parla di etica ed elogia Montervino ? Chissà come mai, siamo solo noi del Corriere del Giorno, a ricordare a gennaio dello scorso anno quanto venne pubblicato dal Corriere dello Sport, e cioè che “Il questore di Caserta Giuseppe Gualtieri ha firmato il Daspo della durata di due anni a carico di Francesco Montervino, il giocatore della Salernitana che domenica, nel corso della gara di Lega Pro, secondo l’accusa nei suoi confronti, dopo il gol ha esultato con frasi offensive e sputi a tifosi dell’Aversa (Caserta). Il centrocampista è stato squalificato per 6 giornate. Nel corso degli incidenti tra tifoserie tre carabinieri sono rimasti feriti; 12 i denunciati. Il Daspo firmato dal questore di Caserta consentirà a Montervino di allenarsi e giocare con la Salernitana per non compromettere il diritto al lavoro ma gli impedirà di partecipare a qualsiasi altra manifestazione sportiva. In particolare, secondo l’accusa nei suoi confronti, l’ex centrocampista del Napoli, dopo aver segnato il gol del vantaggio salernitano, si portò verso le gradinate occupati dai sostenitori di casa e, secondo quanto riportato dal funzionario di polizia presente al campo e dagli ispettori dell’Ufficio Indagini, pronunciò parole offensive sputando al loro indirizzo; atteggiamento censurato dallo stesso Viminale e dal giudice sportivo che ieri ha punito il giocatore con sei giornate di squalifica“. Guardate qui con i vostri occhi….

Sulle vicende del Taranto Fc, noi continueremo a fornire puntualmente ai nostri lettori tutte le osservazioni, analisi,  del caso che danno così tanto fastidio alla società che per due volte ci ha rimosso (e li ringraziamo pubblicamente !) dalla loro mailing list, risparmiandoci di dover leggere quotidianamente comunicati stampa a dir poco imbarazzanti. Una società che non ha mai avuto il coraggio di rendere pubblico il loro bilancio e l’ammontare dei debiti ereditati dalla “gestione Nardoni“.

Una cosa è certa: noi non ci facciamo mettere a tacere con qualche euro o biglietto omaggio in più. Ed il salame lo troviamo indigesto….

 

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?