“Piove” sul Taranto a Cava dei Tirreni, e scivola a -14 dalla capolista Fidelis Andria

“Piove” sul Taranto a Cava dei Tirreni, e scivola  a -14 dalla capolista Fidelis Andria

La partita è iniziata dopo una serie di verifiche da parte della terna arbitrale, con ventuno minuti di ritardo, giocata in un aquitrinio a rischio di interruzione. Sin dal fischio d’inizio si è vista la difficoltà dei giocatori a stare in piedi fra le numerose pozzanghere d’acqua e si è capito che la via del gol sarebbe stata quella di un errore dell’avversario causato dalle pessime condizioni del terreno di gioca . Borra portiere del Taranto , neo-acquisto al suo debutto fuori casa, se ne accorge dopo appena cinque minuti di gioco quando in uscita non riesce a trattenere una palla  agevolando un tiro di Varchetta (Cavese)  che finisce fuori a porta vuota . Il portiere rossoblù al 21′ si ripete…. uscendo male di piedi, non intercettando un pallone che arriva ad Ausiello  che da due passi realizza il goal dei padroni di casa.

Dal vantaggio della Cavese , il Taranto ha avuto ancora più difficoltà di manovra perché i padroni di casa hanno arretrato la linea del centrocampo chiudendo ogni spazio di manovra. La Cavese dieci minuti dopo il goal del vantaggio ci riprovano sperando in qualche altre errore del portiere tarantino, ma in questa occasione il portiere del Taranto ha potuto neutralizzare con sicurezza il tiro di Lucchese.

Nel secondo tempo la partita non cambia minimamente in quanto quale la Cavese si chiude per difendere la vittoria ed il Taranto gira a vuoto cercando impossibili manovre di gioco ostacolate dal fango e dalle pozzanghere createsi in tutto il campo,  e prevalendo con i propri difensori sui lanci lunghi del Taranto che cercavano di trovare la via della porta avversaria in ogni modo possibile ed immaginabile.

Il Taranto non riesce ad aggiudicarsi  uno scontro diretto, ma ad onore del vero ha giocato sino all’ultimo minuto una partita su un campo impossibile, giocando e combattendo con il cuore e sino all’ultimo secondo dei 7 minuti di recupero decretati dal direttore di gara, senza però  riuscire ad impensierire seriamente il portiere avversario nonostante il tridente offensivo schierato per la seconda volta consecutiva da mister Favo. e sprecando le uniche due buone occasioni da gol avute da Genchi e Gabrielloni .

CAVESE – TARANTO     1  – 0

TARANTO FC (4-3-3)  :  Borra ;  Cicerelli  , Pambianchi, Marino (46° s.t. Prosperi), Porcino ; Vaccaro (43° s.t. Gaeta), Marsili , Oretti (25° s.t. D’Avanzo)  ; Gabrielloni , Genchi , Giglio,     

In panchina: Pizzaleo, Prosperi, Colantoni, Mazza, D’Avanzo, Russo, Mignogna, Tarallo, Gaeta  

Allenatore Favo

GELBISON (4-3-3 ) : Napoli; La Mura, Varchetta, Manzo , Della Corte;  Ausiello, Platone, Lucchese ; Palumbo (35° s.t. Picascia), De Rosa, Marzullo (46° s.t. De Stefano)

In panchina : Schina, Campanella, Picascia, Di Grezia, Pugliese, Petti, De Stefano, Allegretta, Suriano

Allenatore Agovino

 

Arbitro :   Andrea Zingarelli di Siena (assistenti: Lupi di Empoli – Selicato di Siena)

Marcatori        :   21° p.t. Ausiello (Cavese)

Ammoniti    :     Marsili (Taranto) , Gabrielloni (Taranto) , Marzullo (Cavese) , Varchetta(Cavese)

Espulsi        :   al 28′st. Belotti (allenatore in seconda della Cavese)

Angoli   :    4  Cavese   ,     2   Taranto

Spettatori : 1.800 circa

( N.B. Il Prefetto di Salerno, dopo la determinazione del CASMS, ha imposto il divieto di vendita dei biglietti  ai residenti nella provincia di Taranto)

 

Schermata 2015-01-19 alle 02.42.01

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?