MENU
4 Ottobre 2022 23:09
4 Ottobre 2022 23:09

Napoli: turisti stranieri negano soldi a un parcheggiatore abusivo e questi rovina la loro vettura. Carabinieri arrestano il parcheggiatore estorsore

Le vittime per essere sicuri hanno fotografato l’estorsore che è stato successivamente arrestato dai Carabinieri e tradotto nel carcere di Poggioreale

NAPOLI –  4 ragazzi stranieri erano arrivati a Napoli per turismo e studio ed  avevano preso alloggio in un B&B nei pressi del vicoletto Zuroli. Parcheggiata la loro vettura in piazza museo Filangieri,  mentre si avviano con i bagagli verso il B&B erano stati avvicinati da un soggetto calvo che chiedeva loro dei soldi per il parcheggio. I ragazzi rispondevano che non intendono pagare ma il parcheggiatore abusivo insisteva con toni e atteggiamento sempre più minacciosi.

I ragazzi arrivavano quindi nel bed &breakfast dove avevano prenotato per posano i bagagli, e fare un giro per la città . La mattina dopo volevano proseguire ed ampliare il loro giro turistico e  quindi andavano a riprendere la loro vettura. Vicino vi trovano il parcheggiatore abusivo, quello che aveva chiesto i soldi il giorno prima che li guardava con occhio beffardo e con l’indice della destra faceva roteare un mazzo di chiavi attaccate a una catenella.

I ragazzi si accorgevano subito che entrambe le fiancate della vettura erano state sfregiate da varie rigature. Mentre i giovani guardano i danni il parcheggiatore abusivo si avvicinava loro dicendo: “SI. SI. PER POCO…” e quindi  si allontanava, cianciando di impunità per il gesto compiuto.

I ragazzi salivano in auto fermamente decisi a denunciarlo ma volendo essere sicuri che venga punito lo fotografavano con lo smartphone. Il parcheggiatore abusivo se ne accorgeva e imprecando, gli inseguiva e cercava di raggiungerli ma i ragazzi velocemente si recavano presso un comando dei Carabinieri.  I militari dell’Arma ricevuta la denuncia si recavano subito sul posto e individuavano il soggetto ripreso in foto nei pressi di piazza Museo Filangieri. Quindi bloccavano e sottoponevano a perquisizione. In una borsetta a tracolla trovavano le chiavi con catenella che presumibilmente aveva usato per rigare la vettura, e quindi le sequestravano.

A seguito della denuncia sporta dai 4 turisti i Carabinieri della Stazione Stella di Napoli arrestavano per “tentata estorsione” e “danneggiamento” il parcheggiatore abusivo Domenico Leva, un 54enne già noto alle forze dell’ordine, anche per reati specifici, il quale dopo le formalità di rito è stato tradotto nella casa circondariale di Poggioreale, a disposizione dell’ Autorità Giudiziaria.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Operazione del Ros Carabinieri: 15 arresti per droga. Coinvolti anche due agenti della Polizia Penitenziaria ed un ex maresciallo dei Carabinieri
Beppe Grillo condannato per diffamazione
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Danno da 11 milioni alla Regione Lazio, Zingaretti sotto inchiesta per le mascherine mai consegnate
La Milano by-night schiava di droga e sesso
Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per aver dopo averle stordite con mix di droghe e violentato due modelle
Archivi
Perquisizioni delle Fiamme Gialle nelle abitazioni ed uffici della famiglia Matarrese: ipotesi di bancarotta fraudolenta
Operazione del Ros Carabinieri: 15 arresti per droga. Coinvolti anche due agenti della Polizia Penitenziaria ed un ex maresciallo dei Carabinieri
GFVip: una pagina di squallore televisivo che gioca sui sentimenti delle persone
Da oggi a Bari il "Prix Italia 2022"
Il Presidente della Repubblica del Congo Denis Sassou Nguesso incontra l’Ad di Eni Claudio Descalzi

Cerca nel sito