MENU
2 Ottobre 2022 18:11
2 Ottobre 2022 18:11

Ma i vigili urbani a Taranto per chi lavorano ? Quando si faranno rispettare le regole per tutti ?

Non contento del provolone ricevuto dagli inviati Fabio e Mingo del programma “Striscia la Notizia“, in una città dove le regole stradali e quelle amministrative sono ormai “terra di nessuno“, Michele Matichecchia il comandante della Polizia Locale di Taranto  ancora una volta ignora ( o consente ?)  il lassismo dei suoi vigili che è non ha paragoni probabilmente in tutt’ Italia. In occasione delle processioni dei riti santi che si terranno a Taranto, oggi la processione dell’ Addolorata e domani e la processione dei Misteri il 2° Servizio – Reparto Mobile della Polizia Locale lo scorso 25 marzo 2014 ha notificato un atto di diffida ai proprietari dei bar ubicati nelle vie pedonali di via D’Aquino e via Di Palma con un’ordinanza di rimozione totale di tavolini, sedie, ombrelloni ed altro siti sul suolo pubblico, che hanno rispettato tutti ( e cioè il Caffè La Palma d’ Oro, l’ Antico Caffè del Borgo, il Bar Sandrino, la Cremeria Vienna, la Gelateria del Ponte ed il bar Centrale) ad eccezione di un bar di via Di Palma, e cioè il Bar The First che non ha rispettato l’ordine di rimozione. E nessuno gliel’ha fatta rispettare

CdG bar dipalma
il bar di via Di Palma che non ha rispettato la diffida della Polizia Locale

Inutili le proteste degli esercenti ligi al dovere, in quanto i vigili della Polizia Locale, non fanno il loro dovere. Oggi alle ore 14 un nostro giornalista ha fermato un’autovettura della Polizia Locale condotta da un graduato (matricola 34) a cui ha contestato quanto vi abbiamo appena raccontato e documentato. Risultato ? I vigili hanno preso in giro anche noi dicendoci: “ora andiamo sul posto” salvo dileguarsi e non fare il proprio dovere recandosi sul posto, cioè dal bar The First in via Di Palma come è stato accertato da una pattuglia del 113 della Polizia di Stato intervenuta sul posto.

Schermata 2015-04-02 alle 16.35.47
L’auto del reparto mobile della Polizia Locale dileguatasi invece di fare i dovuti controlli

Successivamente abbiamo contattato la segreteria del comando dove abbiamo riscontrato un vero e proprio “muro di gomma” con uno scortese vigile (matricola 100) che non attivato alcuna iniziativa davanti alle nostre contestazioni e richieste di chiarimenti, dicendo soltanto “il comandante ed il suo vice sono occupati nei controlli per le processioni di oggi e domani”. Chissà che non li incontriamo comodamente seduti ai tavolini del Bar che ha ignorato l’atto di diffida della Polizia Locale. Per non parlare dei venditori abusivi di bevande ed alimentari che da oggi pomeriggio hanno letteralmente invaso la città vecchia.Ci hanno segnalato anche la presenza di guardie giurate davanti a dei palazzi chiusi e pericolanti, ma persino nelle sale operative di pronto intervento 112 (Carabineri),113 (Polizia di Stato) ,117 (Guardia di Finanza), 118 (Pronto Soccorso) , tutti ne ignorano le ragioni.

A Taranto, può succedere anche questo…..

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Beppe Grillo condannato per diffamazione
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
Danno da 11 milioni alla Regione Lazio, Zingaretti sotto inchiesta per le mascherine mai consegnate
La Milano by-night schiava di droga e sesso
Esercitazione aeronavale delle Fiamme Gialle nel golfo di Taranto
Archivi
La relazione del 2° semestre 2021 delle attività della D.I.A depositata alla Camera e Senato
Governo, Follini: "Meloni metta subito carte in tavola e si dia 'agenda'"
Beppe Grillo condannato per diffamazione
Il "caso Meloni-Jebreal" e la stampa monnezza
I deputati M5S esclusi dalle elezioni verranno retribuiti come dirigenti (con i soldi pubblici)

Cerca nel sito