Libertà di stampa, Italia peggio della Moldova. Troppe minacce e processi ai giornalisti.

Libertà di stampa, Italia peggio della Moldova. Troppe minacce e processi ai giornalisti.

l rapporto annuale di Reporter senza frontiere colloca il nostro Paese al 77° posto. Peggio di noi in Europa solo Cipro, Grecia e Bulgaria La libertà di stampa è “compromessa” anche a Taranto, a causa di una “cricca” di giornalisti, affaristi e magistrati che cercano di fare quello che vogliono. Ma con noi non ci riusciranno….

di Valentina Taranto
In tutto il mondo la libertà di stampa è in consistente e preoccupante declino” scrive oggi la collega Cristina Nadotti  sull’edizione nazionale del quotidiano La Repubblica . Reporter senza frontiere riassume i dati del rapporto annuale sullo stato dell’informazione. E tra i Paesi in cui c’è meno libertà di espressione rientra anche l’Italia, scesa al 77° posto, indietro di altre quattro posizioni rispetto al 2014 e in costante peggioramento dal 2002, primo anno in cui l’organizzazione non governativa ha cominciato a elaborare il suo rapporto.
Schermata 2016-04-20 alle 14.40.28
Ovunque, sottolinea Rsf, i leader politici sono “paranoici” nei confronti dei giornalisti e “la sopravvivenza di un’informazione indipendente sta diventando sempre più precaria, sia nei media privati o controllati dagli stati, a causa delle ideologie, soprattutto religiose, ostili alla libertà di stampa“. Una minaccia consistente al giornalismo indipendente è rappresentata anche da “strumenti di propaganda su larga scala“.
Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?