L’appello di Salvini al Governo: “se avete voglia andate avanti, altrimenti dimettetevi”

L’appello di Salvini al Governo: “se avete voglia andate avanti, altrimenti dimettetevi”

“”Il Governo non è degno di rappresentare l’Italia. Sta litigando sul calcetto, ma vi rendete conto ?Abbiamo un Governo più attento al calcetto che alla scuola. Abbiamo alla guida un ministro incompetente, incapace e arrogante, la signora Lucia Azzolina che prima toglie il disturbo e meglio è. E’ una calamità naturale per insegnanti, studenti e famiglie. A fine giugno non abbiamo ancora le linee guida, non sappiamo quando i nostri bimbi torneranno in classe, come, quanti per classe. La scuola ha bisogno di competenza e umiltà”

ROMA – Questa mattina Matteo Salvini segretario della Lega ha tenuto una conferenza stampa all’ Hotel Palace a cui hanno preso parte anche il Segretario Regionale della Lega on. Luigi D’Eramo, il Candidato Vice Presidente della Regione Puglia Nuccio Altieri, il sen. Roberto Marti e l’on. Rossano Sasso .

Il Governo non è degno di rappresentare l’Italia. Sta litigando sul calcetto, ma vi rendete conto ?Abbiamo un Governo più attento al calcetto che alla scuola. Abbiamo alla guida un ministro incompetente, incapace e arrogante, la signora Lucia Azzolina che prima toglie il disturbo e meglio è. E’ una calamità naturale per insegnanti, studenti e famiglie. A fine giugno non abbiamo ancora le linee guida, non sappiamo quando i nostri bimbi torneranno in classe, come, quanti per classe. La scuola ha bisogno di competenza e umiltà. Mia figlia a scuola non la mando con mascherine o plexiglass. Ministro Azzolina dimettiti, dimettiti !“.

Salvini, parlando dell’importanza del turismo per la ripresa dell’economia, ha criticato le recenti decisioni del Governo. “Oggi, che in Italia non si possa portare un trolley in aereo è da ricovero coatto. Alla faccia del turismo! Ma come possiamo pensare di incentivare il turismo complicando la vita ai turisti?” aggiungendo “L’appello che faccio al Governo è: se avete voglia andate avanti, altrimenti dimettetevi“.

Salvini ha illustrato il programma di impegno politico della Lega per la Puglia: “Due impegni concreti su sanità e rifiuti. Ogni anno ci sono migliaia di donne e uomini della Puglia che viaggiano verso il Nord per curarsi, con un costo da 300 milioni di euro. Sulla questione della gestione rifiuti: ovunque sono una ricchezza, per i pugliesi, invece, una doppia tassa. Porteremo qui la buona amministrazione della Lega, anche con la presenza di altri governatori” anticipando una futura visita in Puglia del governatore veneto Luca Zaia a luglio per dare un contributo organizzativo e formativo “In Puglia porteremo la buona amministrazione della Lega, a luglio verrà qui Luca Zaia per parlare della buona gestione del Veneto

Il governatore veneto Luca Zaia e Matteo Salvini

Puntuale, l’affondo riservato agli avversari del centrosinistra:Non ricordo altri partiti che abbiano abbandonato 7 poltrone per rimanere fedeli ai principi. Partiamo da un 5 a 2 per gli altri, punto al 7 a 0 ma finirà 5 a 2 per il centrodestra. Pd e 5Stelle non sono capaci di gestire la ripartenza di questo Paese. Non ho capito, tra l’altro, quanti si candidano qui in Puglia” ha detto Salvini.

Salvini ha anche parlato delle candidature per la guida del Comune di Matera rispondendo a una domanda su chi sarà il candidato sindaco per la città di Matera ha detto: “Abbiamo almeno cinque persone che hanno dato disponibilità. Onore e onere della Lega sarà scegliere il meglio, entro una settimana faremo la nostra proposta“.

Il segretario della Lega ha annunciato che il candidato scelto per il Comune di Ceglie Messapica (Brindisi) è Francesco Locorotondo, mentre non ha ufficializzato il nome del candidato sindaco per Corato (Bari): “Posso solo dirvi che si chiama Luigi”. e parlando delle alleanze nel centrodestra in Puglia “Siamo persone di parola, ci aspettiamo la stessa lealtà e la stessa coerenza dagli alleati alle amministrative“. 

La campagna acquisti in Parlamento. Matteo Salvini ha preannunciato che nei prossimi giorni ci saranno diversi ingressi di persone nella Lega, arriveranno dai 5 Stelle ma non solo, ma per portare il loro valore aggiunto, “Non siamo una caserma, gente che va, gente che viene. Se qualcuno preferisce altro è libero di farlo, ma non ho rimpianto né nostalgia, chi esce da casa mia lo saluto” – ha aggiunto Salvini – “Per ogni persona che esce ce ne sono almeno tre che entrano. Partiamo da 5 a 2 per il centrosinistra, vediamo cosa succede. Secondo me finisce 5 a 2 per noi, anche se, perché sono umile, io punto al 7 a 0. C’è chi delle donne si ricorda solo in campagna elettorale, chi come noi durante tutta l’attività parlamentare. Alle ultime competizioni regionali abbiamo candidato quattro donne, però, detto questo, io non credo alle quote rosa: una donna se è brava vale, un uomo se è bravo vale, le donne non sono dei panda” ha concluso Salvini.

Nuccio Altieri e Matteo Salvini

Ha preso la parola anche Nuccio Altieri, che rivolgendosi a Salvini e riferendosi ai giornalisti in sala ha detto: “Dobbiamo scusarci perchè non li ospitiamo in una villa d’epoca, comoda, storica, con le tartine. Ma siamo fatti così”. con un allusione evidente all’avvio della campagna elettorale di Raffaele Fitto, alla presenza di Giorgia Meloni e dei dirigenti locali di Fratelli d’Italia, che si era tenuta proprio in una villa-ricevimenti di Bari.

Altieri ha voluto tracciare alcune linee del suo programma: “Basta con la burocrazia che spaventa la gente. La grande assente di questa regione? E’ l’agricoltura. Qui non c’è neppure un assessore regionale a riguardo. E’ importante investire su trasporti e turismo. Non possiamo andare avanti con un aereo al giorno su Bari e l’aeroporto del Salento chiuso. A Sinistra forse devono ancora ritrovare unità e per questo non fanno manifestazioni. Non hanno una visione”.

Open chat
1
Vuoi contattare la nostra redazione ?
Ciao, vuoi contattare la nostra redazione ?