MENU
30 Giugno 2022 15:52
30 Giugno 2022 15:52

La storia del cucciolo Calippo e della coppia condannata per averlo abbandonato

Il piccolo Calippo oggi vive insieme alla famiglia che lo ha adottato al termine del percorso di riabilitazione al Rifugio Enpa di Faenza.

Lo avevano abbandonato a lato di una strada, la mattina del 18 dicembre 2017 in pieno inverno con temperature gelide, gettandolo in un fosso nella periferia di Faenza accanto a lui il fratellino morto assiderato. A salvarlo ci hanno pensato i volontari Enpa della Sezione di Faenza che hanno chiamato il cagnolino Calippo che lo hanno immediatamente portato da un veterinario perché le sue condizioni erano veramente gravi. E lo hanno accudito fino alla sua totale ripresa.

Calippo

L’Ente Nazionale Protezione Animali ha quindi presentato denuncia e grazie alle indagini dei Carabinieri e alle dichiarazioni di diversi testimoni, tra cui quella di una vicina di casa che, vedendo la foto di Calippo sul profilo Facebook di Enpa Faenza, aveva riconosciuto in lui il cucciolo già notato insieme al fratellino nel cortile della casa adiacente, è stato possibile individuare la coppia.

Enpa si è quindi costituita parte civile attraverso l’avvocato Enpa Claudia Ricci e l’avvocato Barbara Liverani di Rete Legale Enpa a Ravenna. Ieri il Tribunale penale di Ravenna ha condannato gli imputati alla pena di cinque mesi e 15 giorni di reclusione, oltre € 2.500,00 come risarcimento del danno, di cui 1.000 euro come provvisionale. La motivazione si avrà tra 90 giorni.

Calippo

“E’ una sentenza importantissima – ha affermato Carla Rocchi, Presidente nazionale dell’ Enpaperché grazie alle indagini dei Carabinieri e alla collaborazione dei cittadini sono stati individuati i responsabili, cosa che purtroppo non avviene facilmente nei casi di abbandono. Questa condanna per maltrattamento, purtroppo non vi è stata prova provata del reato di uccisione di animali per il fratellino morto, è molto importante perché ricorda ancora una volta che abbandonare gli animali è un reato e chi compie gesti orribili come questo deve rispondere anche di fronte alla legge e prendersi le conseguenze penali. Un monito per tutti in vista dell’estate, periodo che purtroppo continua a essere il più gettonato per gli abbandoni degli animali, non solo cani ma anche tanti gatti e conigli”.

Il piccolo Calippo oggi vive insieme alla famiglia che lo ha adottato al termine del percorso di riabilitazione al Rifugio Enpa di Faenza.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Addio Quarto Potere? Analisi sui fatti più rilevanti della comunicazione politica, fake news, censura
E' finita fra il calciatore Piqué e la cantante Shakira: lui l'ha tradita con una ventenne ma lei l'ha scoperto
Il prestigioso magazine americano Forbes celebra i più belli alberghi di lusso del Sud Italia.
Arrivano nuove regole europee contro la disinformazione online ed i contenuti illegali
Ecco la nuova funzione Community di WhatsApp che diventa più social
Il caso Martellotta: il "giornalista...sindacalista" che invoca il reato di opinione. Povero giornalismo!
Archivi
Il giornalista Rai Ranucci (Report) indagato dalla procura di Roma per minacce via chat e sms all' on. Ruggieri.
Cambio di vertice allo S.C.I.C.O. delle Fiamme Gialle
Stefano Costantini è il nuovo capo Ufficio stampa del sindaco di Roma
Draghi al G7: “Sanzioni fondamentali per spingere la Russia a negoziare. Putin al G20? Da remoto”.
Condannato a 12 anni e 8 mesi l'ex giudice di Bari De Benedictis

Cerca nel sito