MENU
30 Settembre 2022 02:53
30 Settembre 2022 02:53

La Polizia arresta l’autore dell’omicidio di Cosimo Denaro

Nel tardo pomeriggio di ieri, gli Agenti della Polizia di Stato, a seguito di una intensa attività investigativa con l’ausilio di intercettazioni telefoniche e continui servizi di osservazione e pedinamento, hanno arrestato il latitante  Benito Potenza di anni 33, ritenuto responsabile dell’omicidio di  Cosimo Denaro, avvenuto la sera del 6 gennaio scorso nel quartiere Tamburi.

Schermata 2015-03-09 alle 03.16.03Il gruppo di fuoco che uccise Denaro la sera dell’epifania era composto anche da  Cosimo Potenza e  Francesco Longobardi, i quali vennero entrambi arrestati dopo pochi giorni dell’accaduto , fece irruzione in un circolo privato gestito dai familiari della vittima e lì , tenendo sotto la minaccia delle armi tutti i presenti, dopo aver atteso il suo arrivo esplose con un fucile a canne mozze un colpo che non lasciò scampo a Cosimo Denaro.

Benito Potenza  immediatamente dopo l’omicidio si era dato alla latitanza,  è stato rintracciato in un appartamento al piano ammezzato in uno stabile di via Parini sito proprio nel quartiere Tamburi di Taranto. Gli uomini della Squadra Mobile hanno scoperto il nascondiglio concentrando le proprie attenzioni sui familiari del ricercato ed in particolare di Elisabetta Noce di anni 33 vicina all’uomo.

Elisabetta Noce
Elisabetta Noce

Nel pomeriggio di ieri raggiunta l’assoluta certezza che nell’appartamento tenuto sotto osservazione vi fosse il Potenza, i poliziotti hanno deciso di fare irruzione scovando l’uomo che vistosi scoperto ha invano provato  a darsi alla fuga. Nell’irruzione  veniva anche tratta in arresto la Noce per il reato di favoreggiamento.Tratto in arresto ed effettuate le formalità di rito il Potenza è stato trasferito presso il carcere di Taranto, mentre la donna è stata posta agli arresti domiciliari.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
La Milano by-night schiava di droga e sesso
Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per aver dopo averle stordite con mix di droghe e violentato due modelle
Ecco chi sarebbe la donna "anonima" che accusava il Sen. Matteo Richetti (Azione)
Fabrizio Corona a processo a Milano per resistenza e tentata evasione
Nuovo processo per Fabrizio Corona: danneggiamento e tentata evasione
Archivi
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
L’Opinione del Direttore
Il Viminale corregge l'assegnazione dei seggi: alla Camera entra il consigliere regionale De Palma
"Monnezzopoli". L'imbarazzante silenzio della Gazzetta del Mezzogiorno sui processi del proprio co-editore Antonio Albanese imprenditore dei rifiuti

Cerca nel sito