MENU
30 Settembre 2022 01:36
30 Settembre 2022 01:36

La Guardia di Finanza scopre 45 lavoratori in “nero”. Multati 28 imprenditori

La Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Taranto, effettuando dei controlli nelle località di maggiore attrazione turistica della costa jonica e dell’entroterra di Taranto, ha individuato 45 lavoratori in nero,  che lavoravano negli stabilimenti balneari, agriturismi, bar, ristoranti, pizzerie. Per un centinaio di persone sono tuttora in corso delle verifica sulle loro posizioni lavorative.

Il risultato dell’attivita’ di controllo ha comportato l’avvio di procedure per l’irrogazione, nei confronti di 28 datori di lavoro che sfruttavano lavoratori in nero, della maxi sanzione prevista dalla normativa in materia di lavoro nero che partono dalla sanzione minima di 1.950 euro sino alla sanzione massima di 15.600 euro , per ciascun lavoratore irregolare, multa che viene maggiorata di 195 euro per ciascuna giornata di lavoro effettivo prestato dal lavoratore in nero.

TAGS

Sostieni ilcorrieredelgiorno.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra informazione libera ed indipendente e ci consente di continuare a fornire un giornalismo online al servizio dei lettori, senza padroni e padrini. Il tuo contributo è fondamentale per la nostra libertà.

Grazie, Antonello de Gennaro

È possibile sostenere ilcorrieredelgiorno.it donando tramite bonifico al seguente IBAN: IT46E0306903248100000007883

Articoli Correlati

Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
Danno da 11 milioni alla Regione Lazio, Zingaretti sotto inchiesta per le mascherine mai consegnate
La Milano by-night schiava di droga e sesso
Esercitazione aeronavale delle Fiamme Gialle nel golfo di Taranto
Alberto Genovese condannato a 8 anni e 4 mesi per aver dopo averle stordite con mix di droghe e violentato due modelle
Archivi
Confermate le condanne definitive per Buzzi e Carminati che ritornano in carcere 
Licenziata l'ex vice questore "no-green pass" Nunzia Schilirò
L’Opinione del Direttore
Il Viminale corregge l'assegnazione dei seggi: alla Camera entra il consigliere regionale De Palma
"Monnezzopoli". L'imbarazzante silenzio della Gazzetta del Mezzogiorno sui processi del proprio co-editore Antonio Albanese imprenditore dei rifiuti

Cerca nel sito